Coronavirus e serie A: Campionato a porte chiuse? Parla Malagò

Il Coronavirus in via precauzionale ha fatto saltare 4 match della venticinquesima giornata di Serie A. Poco prima che iniziava Roma-Lecce è intervenuto Malagò a chiarire sulla situazione attuale dei calendari intasati ed il problema di ordine pubblico.

 “Fino a tarda sera ho sentito alcuni dei dirigenti coinvolti, l’ultima telefonata con Marotta è stata in piena notte. Il discorso delle porte chiuse è stato preso in considerazione ma ci sono delle problematiche: la prima è che a cominciare dall’Inter ci sono 70mila biglietti venduti e la società si sarebbe dovuta far carico delle spese. La seconda è che qualche gruppo di tifosi, magari quelli delle curve, potrebbe decidere di andare lo stesso verso lo stadio rappresentando un problema di ordine pubblico. E’ un tema che riguarda esclusivamente le prefetture. I calendari non sono regolati dal sottoscritto e si incastrano anche con quelli internazionali”.

Leggi anche:   Gravina avverte: " Il calcio italiano è a rischio. Stiamo lavorando con il governo"