Conferenza stampa Inzaghi

Domani la nostra Lazio andrà a Cagliari per ritrovare la vittoria e la fiducia. Inzaghi non ha ancora sciolto la riserva sulla formazione di domani. Bisognerà capire chi è in forma e chi no in vista di giovedì per il ritorno di Europa League a Kiev.  Il mister si presenta così in conferenza stampa:

Secondo lei  è il momento più delicato della stagione?

“È un momento importante della stagione, adesso mancano tre partite per arrivare alla sosta e dovremo tirare fuori tutte le energie che abbiamo. Abbiamo tre sfide importanti tra Cagliari, Dinamo Kiev e Bologna”.

In questo momento la squadra è appesantita a livello fisico o mentale “Senz’altro mentale. I risultati e le vittorie aiutano a lavorare meglio e a sentire meno la stanchezza. Con la Dinamo sono contento del primo tempo, mentre nel secondo dovevamo fare di più. Mentre con Milan e Juve abbiamo fatto buone gare per tutto il tempo, in Europa League non siamo stati squadra nella seconda frazione. Un momento negativo ci sta. Quello che stiamo facendo non basta per vincere determinate partite e dovremo fare di più”.

Ha parlato con De Vrij per il caso dell’ antidoping?
“È solo un problema burocratico che la prossima settimana si risolverà nel migliore dei modi senza nessun provvedimento”.

Cambierà modulo domani o giovedì?

“Si fa sempre in tempo a cambiare. L’anno scorso eravamo all’inizio di un ciclo dove eravamo partiti con mille titubanze e cambiavo di più. I ragazzi ora hanno trovato certezze, siamo ad un buon punto in campionato, siamo gli unici ad aver vinto un trofeo e sono contento perché se la Lazio non vince da tre giorni fa notizia. Non vedo una squadra in calo, ma una squadra che nelle ultime tre di campionato ne ha vinte due e perso una immeritatamente con la Juve. Con la Dinamo non è andata benissimo, però ora testa al Cagliari”.

Ambiente scosso per la scomparsa di Astori a Cagliari?

“Colgo l’occasione per porgere le sentite condoglianze ai cari di Astori. Per quanto riguarda il Cagliari sappiamo che troveremo una squadra ben allenata con un allenatore preparato che ha avuto tempo per preparare la gara. Servirà una partita di grande umiltà. Solo così potremo tornare dalla Sardegna con un risultato positivo”.

Ha pensato a qualche cambio nelle prossime gare oppure andrà avanti con i soliti 11?

“Domani sicuramente giocheranno Parolo e Luis Alberto che hanno riposato giovedì. Per quanto riguarda gli altri, sceglierò il meglio, sapendo che chi entrerà in campo dovrà darmi il 120%”.

Perché Parolo e Luis Alberto giovedì non hanno giocato?

“Perché hanno giocato tanto, e perché Murgia si è meritato di giocare dopo la gara col Sassuolo. Io credo che con Felipe e Luis Alberto insieme è difficile giocare. Per avere equilibrio non possono giocare insieme, quindi ogni tanto bisogna fare delle scelte”.

La formazione di domani è già pronta?

“Dobbiamo valutare qualche giocatore. Qualcuno ha avuto una mezza giornata di riposo in più. Sono tutti convocati ad eccezione di Marusic e Caceres”.

Lulic come sta?

“È ristabilito. Ha avuto qualche giorno di influenza pesante, ma stamattina si è allenato bene. Penso possa giocare anche lui, però deve recuperare energie. Vedremo domani se sarà in grado di scendere in campo”.

Per la corsa Champions invece  questa partita può essere cruciale ?

“Tutte le partite sono importanti. Domani sappiamo che incontreremo un Cagliari che ha preparato bene questa partita. Bisognerà fare molta attenzione a questa gara perché sappiamo che il Cagliari in casa dà sempre il meglio di sé stesso”.

 

Seguici sui nostri canali e clicca Like
0

Sei soddisfatto del nostro lavoro? Condividici sui social per informare i tuoi amici!