Calciomercato, il punto sulla Lazio

Mancano poco più di una decina di giorni alla fine del calciomercato estivo; analizziamo la situazione, e come potrebbe muoversi la dirigenza biancoceleste in ogni reparto del campo.

In porta resta ancora da definire la situazione relativa a Marchetti, che si allena a parte e potrebbe andar via in extremis. Le gerarchie sono abbastanza chiare con Strakosha titolare, e dietro di lui Vargic e Guerrieri.

In difesa il nodo De Vrij probabilmente si risolverà con il rinnovo contrattuale e la permanenza del difensore olandese almeno per la prossima stagione. In uscita Hoedt, a un passo dal Southampton per 18 milioni di euro, e Mauricio, che è stato vicino al Besiktas a fine luglio ma adesso in situazione di stallo. In entrata invece si fanno insistenti le voci di un arrivo di Paletta al posto di Hoedt, senza dimenticare l’accordo con l’Hellas Verona che prevede l’arrivo di Caceres alla Lazio per il prossimo gennaio. Piace il Rodrigo Caio del Santos, ma difficile che arrivi.

Sulle fasce, con l’arrivo di Marusic la batteria di giocatori sulla quale può fare affidamento il mister è completa. Patric alla fine dovrebbe restare.

A centrocampo con l’arrivo di Lucas Leiva al posto di Biglia, e quello di Di Gennaro, il mercato in entrata è chiuso; si cerca di piazzare Morrison.

Situazione ingarbugliata quella che riguarda invece il fronte offensivo: fra lo scetticismo generale è arrivato Caicedo, mentre in uscita ci sono Kishna (vicino al Torino), Tounkara (piace in Ungheria), Djordjevic (Spal o Nantes) e Perea (piace in Portogallo). Ma la situazione più delicata è quella che riguarda il ribelle Keita, al momento è difficile ipotizzare come si risolverà il caso, anche se il trasferimento alla Juventus pare la cosa più probabile, con la Lazio che dovrà intervenire sul mercato per cercare e trovare un suo degno erede.