Connect with us

News

Cagliari-Lazio, Sarri a fine gara: ” Ora pensiamo a fare più punti possibili “.

Published

on

La Lazio vince e convince contro il Cagliari. Un tre a zero secco, con la giusta sofferenza e la consapevolezza di essere in corsa per l’ Europa. A fine gara mister Sarri è intervenuto ai microfoni di Dazn commentando così il match:

“Ho visto una prestazione in linea con quanto stiamo facendo negli ultimi due mesi. È una squadra che si sta esprimendo così da tempo. Con Napoli e Porto prestazioni di grande livello, ma po hai davanti Napoli e Porto e il risultato può essere diverso. Ma ora stiamo raggiungendo la continuità che ci veniva richiesta. Radu? Ha fatto fatica nella fase iniziale della stagione, ora in un’ottima condizione, si sta esperimento su buoni livelli, anche tornando a fare il difensore esterno”.

LE DIFFICOLTÀ INIZIALI – “Abbiamo fatto fatica perché da cinque siamo passati a quattro e con richieste completamente diverse rispetto a prima. Non è solo per la linea difensiva, ma proprio per innescare la fase difensiva di squadra che voglio vedere”.

CIRO IMMOBILE – “Immobile? Ha sorpreso anche me, mi aspettavo un giocatore diverso. Si è messo a disposizione, lo sta facendo anche bene. Noi abbiamo due punti di media a gara nelle partite senza Europa, 0.5 o 0.6 quando invece c’è l’Europa. Basta mantenere la media per fare un grande finale di stagione. Entrare in Europa? Ci vogliamo entrare, dipende quale. Champions? Dobbiamo pensare a fare più punti, in questo momento è un traguardo molto molto lontano, dovremo sperare in una serie di disavventure per le altre squadre. Ma pensiamo prima a noi”.

Infine è intervenuto anche su Sky Sport:

Sono soddisfatto però qualcuno non ci sta guardando da mesi, noi è da dicembre che giochiamo così. Abbiamo fatto dieci gol in quattro partite, la squadra si sta esprimendo bene e sta crescendo in maniera netta. L’Europa League giocandosi il giovedì sera ed essendo il calendario così pieno è difficile per tutti, è normale, noi siamo andati oltre rispetto alle altre perdendo molti punti dopo gli impegni europei. Quando i risultati non coincidono con le prestazioni vuol dire che stai sbagliando qualcosa, piccoli particolari. Il gol che abbiamo preso contro il Napoli non si può prendere, quindi a volte abbiamo lasciato per strada molti punti contro Atalanta, Udinese e appunto Napoli. In queste circostanze non abbiamo avuto la giusta applicazione e la giusta attenzione. 

ATTACCO PROLIFICO- Ora sono contento di prenderne molti meno rispetto a prima. Avere un minimo di solidità è importante  poi è chiaro che mi piace avere una squadra che segna con una certa continuità. Nelle ultime sei gare abbiamo subito gol solo a Udine e contro il Napoli e questo è per noi un importante passo avanti. Facciamo una fase difensiva precisa e se un paio di giocatori non rispettano le posizioni ci fanno saltare tutto. La linea difensiva è anche una conseguenza di quello che viene fatto in avanti. Quando certi meccanismi entrano nella testa dei giocatori diventa tutto più semplice. 

Ronaldo? L’anno che ha fatto più gol in Italia è stato con me. Lui ha sempre fatto 40/50 gol l’anno sempre dalla stessa posizione, chiedergli di cambiarlo era assurdo”. 

Leggi anche:   Intercettazioni Juventus: ecco quella su Locatelli!
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

News

Intercettazioni Juventus: ecco quella su Locatelli!

Published

on

intercettazioni juventus

Giorno dopo giorno spuntano sempre più intercettazioni sul terremoto che ha scosso tutta la dirigenza della Juventus. Repubblica riporta quest’oggi, un affare che ha visto i bianconeri ed il Sassuolo sul cartellino di Locatelli:

“Nel comunicato in cui annuncia l’acquisto del giocatore, il 18 agosto 2021, la Juventus precisa “di avere raggiunto un accordo per l’acquisizione gratuita, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2023″. E aggiunge che l’acquisizione a titolo definitivo si sarebbe perfezionata con il versamento di 25 milioni, pagabili in tre esercizi, oltre a premi sportivi per 12,5 milioni complessivi”.

“La Juventus al Sassuolo avrebbe promesso bonus talmente facili da raggiungere (bastava fare un solo punto in campionato fra febbraio e marzo 2023) da non potere essere considerati premi di risultato. In particolare, l’accordo avrebbe previsto un “fidelity bonus” da 5 milioni non legato al verificarsi di alcuna condizione. Perché allora non registrarlo come quota fissa? La Juventus inoltre si sarebbe impegnata a versare al Sassuolo il 20 per cento sul valore della eventuale futura rivendita del cartellino del giocatore. Infine, secondo quanto ricostruito dai pm, la Juventus avrebbe concesso ai neroverdi l’intero incasso di un’amichevole al Mapei Stadium da giocarsi nei tre anni successivi alla firma del contratto”.

Leggi anche:   Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

De Laurentiis contro Casini: ” è uno schiavo di Lotito “

Published

on

loito de laurentiis

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis attacca Claudio Lotito e Lorenzo Casini con una battuta poco signorile.

Il numero 1 partenopeo è intervenuto ai microfoni sportivi sulla vicenda che vede la Juventus sotto la mira della Giustizia Sportiva con il caso Prisma.

La vicenda Juventus? Non ne parlo. Ci penseranno i magistrati, che stanno verificando. Non è compito mio, mi dispiace che il calcio, ma non è solo un problema italiano, non sia poi portatore sempre di quei valori che dovrebbero essere d’esempio per le nuove e le giovani generazioni“.

Se può essere una nuova Calciopoli? Non sta a me stabilirlo

La stoccata al presidente biancoceleste ed il presidente della Lega Serie A arrivadurante la presentazione al Coni:

È schiavo di Lotito, è schiavo!“.

Leggi anche:   Terremoto Juventus: nelle intercettazioni coinvolta anche la Roma
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Infermeria

Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino

Published

on

infermeria lazio

La Lazio prosegue la sua preparazione invernale in questo stop per il mondiale del Qatar 2022. Nella sessione di oggi a Formello, solamente Marcos Antonio non si è presentato per un attacco influenzale. Dall’altra parte si attendono Milinkovic SavicMattias Vecino che sono stati eliminati entrambi dalla campionato mondiale ma che godranno ancora di qualche giorno di ferie.

Tutto il gruppo ha l’allenamento con Maurizio Sarri che vede l’infermeria vuota. Luis Alberto anche è tornato in gruppo dopo aver fatto una giornata di palestra nella giornata di ieri. Felipe Anderson provato ancora da Falso Nueve, in attesa di capire se quest’inverno arriverà un vice Immobile oppure no.

 

Leggi anche:   Ritiro Lazio: spunta nuovamente la Turchia
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza