Connect with us

News

Cagliari-Lazio, Mazzarri in sala stampa: “La partita di domani va affrontata con attenzione”

Published

on

Walter Mazzarri allenatore del Cagliari e spesso accostato alla Lazio,in vista del match di domani sera dove il suo Cagliari ospiterà gli aquilotti di Sarri, ha presentato il match in conferenza stampa:

 “La partita di domani va affrontata con ancora più attenzione rispetto al Torino, l’ho già detto ai ragazzi. Sfida del 2019? Mi hanno raccontato di quella gara, io non c’ero ma dico di pensare solo al presente. Già all’andata abbiamo fatto un buon pareggio, ma pensiamo a essere il Cagliari degli ultimi tempi e basta. Nel resto non voglio nemmeno entrarci”.

CASO KEITA? – “C’è una logica nelle scelte. Quando una squadra va bene è difficile cambiare: chi è rimasto qui ha fatto un grande sforzo per rimetterci in gioco a livello di classifica. Quindi loro hanno la precedenza rispetto agli altri, Keita sta benissimo ma non vedo come possiate pensare che possa giocare dal primo minuto: come la prenderebbero Joao Pedro, Pavoletti, Pereiro? Penserebbero che non sarei in grado di giudicare quel che avviene sul campo”

IL RITORNO DI NANDEZ? – “Credo che ci sia la speranza di rivederlo in gruppo la prossima settimana, poi vedrò in che stato di forma sarà. Si sta già allenando in differenziato, lui stesso mi ha detto di poter essere in gruppo martedì”

Leggi anche:   Romagnoli e l' infortunio: cosa sappiamo
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Biglietteria

Ecco quanti abbonamenti ha venduto la Lazio: parla Canigiani

Published

on

abbonamenti lazio

Marco Canigiani è intervenuto ai microfoni biancocelesti facendo il punto della situazione dalla biglietteria e sugli abbonamenti della Lazio venduti:

Ritiro e Tifosi

“Il ritiro procede molto bene, tanti tifosi che affollano gli allenamenti e le partite amichevoli. Oggi ci aspettiamo una bella cornice di pubblico contro la Triestina. È un momento molto bello da vivere e serve per partire al meglio possibile con la stagione.

Presentazione Seconda Maglia

Domani verrà svelata la nuova maglia, ma aspettiamo conferma dall’autorità locale di Auronzo di Cadore per l’organizzazione. Poi daremo informazioni in merito. 

Abbonamenti venduti

La campagna abbonamenti sta crescendo, siamo a 9 mila tessere staccate. C’è stata un’impennata e speriamo che da domani ci possa essere un rush finale fino poi all’inizio della vendita libera. La squadra e la società si meritano una bella cornice di pubblico per fare bene il prossimo anno. 

Lavori in Tevere Top

Per quanto riguarda la Tevere Top stiamo attendendo informazioni visti i lavori di manutenzione e di ristrutturazione che non dipendono da noi. Per quanto riguarda la rateizzazione è stata una scelta effettuata da noi per motivi bene precisi. Sarebbe stata una procedura molto lunga che avrebbe appesantito i tifosi. Per il futuro riadotteremo questa procedura. 

Marketing Maglie

La vendita delle nuove maglie procede spedita, c’è un forte interesse e la prima maglia sta riscuotendo grande successo. Vedrete che la prossima maglia che presenteremo piacerà tantissimo. È tutto pronto per partire con una grande stagione, il contorno è perfetto adesso attendiamo solo i tifosi che sono la parte fondamentale. Avere uno zoccolo duro importante aiuta tantissimo a portare altri tifosi. 

Abbonamenti per l’Europa League

Concludiamo prima la campagna abbonamenti, partiamo con il campionato e poi vedremo se aprire una nuova campagna abbonamenti per l’Europa League”. 

Leggi anche:   Musiche Biancocelesti: l'inno della Lazio "Vola Lazio Vola"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Focus

Tatuaggi Ciro Immobile: una passione con tanti significati precisi

Published

on

I Tatuaggi di Ciro Immobile

Ciro Immobile, come la gran parte dei giocatori professionisti, ha una passione per i tatuaggi e non passano inosservati quando viene inquadrato dalle telecamere e dai social. Il più eclatante è quello del ritratto della moglie Jessica sull’avambraccio destro. Un chiaro segno di amore che non lascia dubbi sul significato. Sullo stesso braccio, il capitano biancoceleste ha tatuato anche due mani congiunte con un rosario tra le dita. Un chiaro segno di cristianità con molta devozione a Dio. Poco più in là non poteva mancare il numero 17, quello che porta sulle spalle da quasi tutta la carriera e che lo considera il suo numero portafortuna. E ancora sullo stesso braccio, sempre in ambito calcistico, troviamo uno scarpino da Calcio. Quest’ultimo è molto comune nei giocatori che vivono di questo sport a prescindere dalla categoria ma presumiamo che questa sia la Scarpa D’Oro vinta.

Poco più su del numero fortunato, non poteva mancare il ritratto di suo figlio Mattia. Completa il braccio, la scritta Life, ovvero Vita.

Ciro Immobile tatuaggi con un senso ben preciso. I suoi valori da buon partenopeo e non solo, sono proprio concentrati sulla famiglia. Il più famoso tatuaggio che porta sul cuore è la famiglia stilizzata a cartone, con Jessica, lui e le due figlie: Michela e Giorgia.Famiglia, dove inizia la vita e l’amore non finisce mai “.

Sul fianco sinistro invece troviamo una scena molto tenera dove si vede un bambino ed un adulto che giocano a pallone sulla spiaggia, in riva al mare con il Vesuvio a completare il panorama. Un autoritratto della sua infanzia con la sua terra e la passione che lo ha portato a grandi livelli.

Sul braccio sinistro invece troviamo uno dei primi tatuaggi di Ciro Immobile. Ovvero un ritratto della primogenita. Nella parte interna invece, contornata da due fiori si è tatuato la frase: La rinuncia è l’eroismo della mediocrità”.

Completa il braccio sinistro una frase dedicata sempre alla moglie JessicaOvunque tu sarai, io sarò ” Jessica.

Leggi anche:   Ritiro Auronzo di Cadore | Patric: " Obiettivo tra le prime quattro!"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Intervista

Kamenovic: ” Con Sarri sono un nuovo Kamenovic, questa è casa mia!”

Published

on

Dopo un inizio difficile con la Lazio, Kamenovic si prende il palco con Maurizio Sarri che gli mostra la fiducia. Il difensore è arrivato 2 stagioni fa nella capitale ma con il problema dei tasselli per gli extracomunitari terminati con Muriqi, è entrato in rosa solamente a metà della scorsa stagione. Il giocatore ha esordito con la Lazio solamente all’ultima giornata di campionato contro l’Hellas Verona.

L’esterno difensore, che può giocare anche al centro, è intervenuto ai microfoni biancocelesti dal ritiro di Auronzo di Cadore.

“Questo è il mio secondo anno, mi dispiace non essere i miei cari in Serbia oggi che è il mio compleanno, ma sono qui con la mia seconda famiglia. Qui tutto è bellissimo, mi sento molto bene, i tifosi sono fantastici. Il primo anno è stato difficile, non conoscevo nessuno, sono stato felice quando ho fatto avuto modo di esordire, collezionando 45 minuti contro il Verona l’ultima giornata di campionato.

Questi ragazzi sono bravi come giocatori e come persone, mi sento bene con loro perché siamo tutto provenienti dalla penisola balcanica. I nuovi sono tutti bravi, Marcos Antonio in particolare mi piace molto. Abbiamo un gruppo che può dare tutto in ogni partita, abbiamo i nostri obiettivi che sono più grandi dello scorso anno. Con questi ragazzi possiamo raggiungerli. 

Sono migliorato con Sarri, sono più forte. So tutto quello che vuole il mister a livello tattico, sarà un nuovo Kamenovic. L’allenatore mi ha insegnato a come stare imposizione, a salire con la linea, a stare compatti. L’obiettivo per la prossima stagione è giocare di più e stare qui più anni possibile. Questa è la mia seconda casa, sto bene qui”.

Leggi anche:   Ritiro Auronzo di Cadore | Patric: " Obiettivo tra le prime quattro!"
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design