Connect with us
test2

News

21/6/1987: il giorno dell’Armageddon Laziale…

Published

on

FIORINI
L’Armageddon, secondo il Nuovo testamento, è il luogo in cui nel giorno dell’Apocalisse si disputa la battaglia finale tra il bene e il male. E’ il campo di battaglia in cui i tre spiriti immondi radunerebbero tutti i re della Terra, incitati da Satana, per il conflitto finale con Dio. L’ultima battaglia tra il “Bene” e il “Male”, insomma, ma soprattutto il giorno senza domani in un luogo che dall’interpretazione dei testi sacri si chiama Tel Megiddo, ed è situato a circa 15 chilometri da Nazareth, la città d’origine di Gesù. Quindi, il termine Armageddon più che indicare un luogo, è inteso un po’ come il giorno del giudizio.

Mischiando sacro e profano, il mio Armageddon è andato in scena il 21 giugno di 26 anni fa, allo stadio Olimpico, in una domenica torrida come e più di questi giorni che ci hanno accompagnato all’inizio dell’estate. Il mio Armageddon, è stato Lazio-Vicenza del 21.6.1987: una data impressa nella memoria, indelebile come un tatuaggio sul cuore, un giorno in cui sono racchiuse tutte le emozioni di una vita da tifoso, quelle che riaffiorano anche senza chiudere gli occhi e ti provocano brividi imparagonabili a qualsiasi altra emozione (sportiva, s’intende) provata in più di 50 anni di vita. Quelle sensazioni che ti fanno scendere una lacrima solo guardando una vecchia foto in bianco e nero di Giuliano Fiorini che esulta, che ti scuotono sentendo la radiocronaca di allora di Sandro Piccinini che confonde il “bomber” con Fabio Poli, oppure l’urlo di Gianni Bezzi che termina con un pianto soffocato, mentre l’Olimpico esplode nel boato più intenso e lungo della storia della Lazio. E solo chi c’era sa bene di cosa parlo. Ma il potere dell’Armageddon, è anche quello di riuscire a trasmettere quell’emozione anche a chi non c’era. Tramite il racconto che passa di padre in figlio o di nonno in nipote, magari arricchito di ricordi personali, oppure tramite un libro, come ho cercato di fare io con “La Banda del meno nove”, che ho scritto per lasciare una sorta di testamento sportivo a mio figlio, in un momento in cui la fede non vacilla, ma per tante ragioni è finita chiusa in un forziere. Ma basta rievocare quella data per far riemergere tutto.

Sono le 17,40 circa del 21 giugno del 1987. Come detto prima, a Roma l’estate è già esplosa, le spiagge del litorale sono invase dalla gente scappata da una città avvolta in una cappa di caldo quasi insopportabile. Le strade sono praticamente deserte e in tutta Roma regna un silenzio quasi irreale. Anche l’Olimpico è silenzioso, quasi rassegnato all’inevitabile. La Lazio deve battere il Vicenza per non scivolare in Serie C, in un’annata assurda in cui nonostante quel fardello di 9 punti di penalizzazione (allora la vittoria dava solo 2 punti) la squadra era arrivata addirittura a sfiorare il sogno della promozione in Serie A. Ma poi le energie fisiche e mentali si sono esaurite, all’improvviso si è quasi spenta la luce e a una manciata di minuti dal termine dell’Armageddonbiancoceleste, si profila lo spettro della retrocessione in Serie C: non solo un marchio indelebile, ma forse addirittura la fine di tutto. Ma quando tutto sembra finito, arriva il miracolo. Quel pallone buttato in mezzo senza senso da Podavini, il tiro sbagliato che diventa addirittura un assist per Fiorini che indossando i panni del salvatore si inventa un numero straordinario e in allungo batte Dal Bianco, facendo crollare quel muro che sembrava invalicabile.

Quel silenzio figlio della rassegnazione che fino a pochi secondi prima regnava dentro l’Olimpico viene squarciato da un boato mai sentito prima: un urlo di gioia, mischiato a rabbia e disperazione, che dura un’eternità. Quel boato è come un’onda che ti fa fluttuare, che ti alza da terra e ti lascia sospeso un tempo infinito. Sulle tribune la gente si abbraccia, è un mucchio selvaggio che travolge tutto e tutti, con persone che alla fine di quell’orgia di felicità si ritrovano addirittura sei-sette file sotto al posto dove stavano al momento del gol di Fiorini. Il boato è talmente forte e prolungato che viene percepito a chilometri di distanza. Chi lo ha sentito, lontano dall’Olimpico, lo racconta come un qualcosa di irreale, durato minuti. Chi come Angelo Gregucci lo ha sentito in campo, lo racconta così.

Leggi anche:   Sky Sport Champions, Diretta 3a Giornata - Palinsesto Telecronisti NOW

“Quando ho visto il pallone scuotere la rete, sono quasi svenuto. Ma poi sono stato travolto da quel boato. Mai sentito nulla del genere in vita mia. In quell’urlo c’era di tutto: gioia, rabbia e liberazione. Non finiva più, ti scuoteva e ti strappava quasi la pelle di dosso tanto era forte”.

In quel gol e in quel boato, è racchiusa tutta la magia di quel 21 giugno del 1987, c’è l’essenza dell’incredibile avventura della “Banda del meno nove” che ho cercato di raccontare nel mio ultimo libro. A 26 anni di distanza, ripensando a quel momento, rivedendo le immagini sbiadite di quel gol su un VHS che conservo gelosamente, questa mattina ho provato gli stessi brividi di allora, con il volume del televisore al massimo per farmi scuotere e per farmi strappare nuovamente la pelle da quel boato. Se un gol visto migliaia di volte a distanza di più di un quarto di secolo riesce ancora a farti venire la pelle d’oca e a farti scendere una lacrima, significa che quelle immagini e quelle emozioni fanno oramai parte di te, che perdere la memoria di quei momenti sarebbe come strappare pagine fondamentali della tua esistenza.

Se in Italia ci fosse un minimo di cultura cinematografica legata allo sport, quell’avventura sarebbe diventata un film di successo, un cult movie come “Febbre a 90” o come tanti film americani sul baseball e sul football americano, sulla magia dello sport e delle emozioni che riesce a trasmettere. Ma siamo in Italia, dove se tu nomini Fiorini, quel gol e quell’avventura magari ti senti anche rispondere da qualche tifoso laziale di oggi: “Se, vabbé, mo famo pure l’elogio della quasi serie C”… Come se fossero solo i successi a meritare la copertina.

Per me lo sport è emozione e non fa nessuna differenza se l’evento che ti ha provocato brividi ed emozioni talmente forti da aver resistito al passare del tempo è legato alla conquista di uno scudetto, ad una coppa alzata al cielo, oppure ad una salvezza conquistata in extremis e ad un gol che in un secondo ti ha portato dall’Inferno al Paradiso. Senza neanche passare per il Purgatorio. Perché alla fine sono le emozioni che contano, non i trofei. Perché senza le emozioni, lo sport in generale e il calcio in particolare diventa come una scatola di cioccolatini bellissima da vedere fuori, ma completamente vuota. Un po’ come il calcio italiano di oggi.

Per questo io, come tanti laziali,  resto e resterò per sempre legato a quella squadra e al ricordo di quel gol, di quel boato. Perché quel 21.6.1987, è il mio Armageddon. E la magia sta nel fatto che non solo noi che lo abbiamo vissuto ci emozioniamo ancora, ma che sentendo raccontare quel gol e vedendo le immagini sbiadite di quel gesto e dell’esultanza di Fiorini si emozionano anche persone che all’epoca non erano neanche nate.

E’ grazie a quelle emozioni che amo ancora la Lazio. E se nonostante tutto resto ancora attaccato a questa squadra e a questi colori, il merito è anche di quella “Banda del meno nove”, di quella squadra che ha vinto la battaglia delle battaglie, scrivendo le pagine di una storia che già nel momento in cui veniva scritta diventava leggenda!

STEFANO GRECO

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

News

Champions League, Zenit S. Pietroburgo – Juventus (diretta esclusiva Amazon Prime Video)

Published

on

Ecco la programmazione Amazon Prime Video per la 3° giornata della fase a gironi della UEFA Champions League:

Tutto pronto per il terzo turno di Champions League che vedrà la Juventus in trasferta a San Pietroburgo per la sfida contro lo Zenit. La partita sarà trasmessa in diretta e in esclusiva su Prime Video a partire dalle ore 19.30, calcio d’inizio alle ore 21.00. In diretta dal Saint Petersburg Stadium – che ospiterà anche la finalissima di UEFA Champions League 2021-2022 – ci saranno Giulia Mizzoni, Claudio Marchisio, Clarence Seedorf Luca Toni.  

Da non perdere nel pre-partita l’intervista esclusiva a Gigi Buffon, ex portiere del club bianconero e campione del mondo in maglia azzurra che ai microfoni di Prime Video racconta dei suoi trascorsi alla Juventus, del rapporto che lo lega ai compagni di squadra, e anche dei suoi record a morra cinese e del periodo della depressione. Tra campo e costume, spazio anche per i ricordi di Al Bano, il cantante pugliese che proprio in Russia vanta una grande popolarità, continuando ancora oggi a riscuotere enorme successo.

La telecronaca di Zenit-Juventus è affidata a Sandro Piccinini e Massimo Ambrosini. Nella VAR Room di Prime Video Gianpaolo Calvarese. Inviati a bordo campo Alessia Tarquinio e Fernando Siani. Ad animare l’highlight show con i gol di tutti i match dalle 23.15 Marco Cattaneo, Federico Balzaretti e Julio Cesar.

Fonte: Simone Rossi, “www.Digital-News.it”

Leggi anche:   Lotito frecciata ad Inzaghi: " E pensare che Felipe Anderson non poteva più giocare per lui"
Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

Sky Sport Champions, Diretta 3a Giornata – Palinsesto Telecronisti NOW

Published

on

Ecco la programmazione Sky della 3° giornata della fase a gironi della UEFA Champions League:

Martedi 19 Ottobre 2021:

Studio – Champions League Show 
Satellite e Fibra: diretta esclusiva sui canali Sky Sport dei match e Sky Sport 24
Digitale Terrestre: diretta esclusiva sui canali Sky Sport dei match e Sky Sport 24
Streaming: diretta esclusiva su NOW TV e Sky Go
Conduce: Anna Billò
In studio: Alessandro Costacurta, Fabio Capello, Paolo Condò, Esteban Cambiasso, Mario Giunta

  • ore 18 “Champions League Show” Sky Sport Uno e Sky Sport 24
  • ore 20 “Champions League Show” Sky Sport 24
  • ore 23 “Champions League Show” Sky Sport Uno e Sky Sport 24
  • ore 24 “5X5 Champions League” Sky Sport Uno e Sky Sport 24

Diretta Gol Champions League ore 18:45
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 251
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport 486
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Collegamenti alternati in diretta con i seguenti campi:

  • Besiktas JK vs Sporting Clube de PortugalChristian Giordano
  • Club Brugge vs Manchester City: Davide Polizzi

Gruppo A | Club Brugge vs Manchester City ore 18:45
dal Jan Breydelstadion – Bruges
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Uno 201 e Sky Sport 254
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport Uno 472 e 482
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Paolo Ciarravano

Gruppo C | Besiktas JK vs Sporting Clube de Portugal ore 18:45
dal Besiktas Park – Instanbul
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Football 203 e Sky Sport 255
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Gaia Brunelli 

Diretta Gol Champions League ore 21:00
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 251
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport 486
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Collegamenti alternati in diretta con i seguenti campi:

  • AFC Ajax vs Borussia Dortmund: Dario Massara
  • Club Atlético de Madrid vs Liverpool FC: Antonio Nucera
  • FC Internazionale Milano vs FC Sheriff TiraspolDaniele Barone
  • FC Porto vs AC Milan: Maurizio Compagnoni
  • FC Shakhtar Donetsk vs Real Madrid CFPaolo Redi
  • Paris Saint-Germain vs RB LeipzigGianluigi Bagnulo

Girone B | FC Porto vs AC Milan ore 21:00
da Estádio do Dragão – Oporto 
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Uno 201 e Sky Sport 252
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport Uno 472 / 482
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Andrea Marinozzi – Commento Tecnico: Luca Marchegiani
Bordocampo ed interviste: Peppe Di Stefano

Gruppo D | FC Internazionale Milano vs FC Sheriff Tiraspol ore 21:00 [anche in 4K HDR sul canale 213]
da Stadio San Siro –  Milano
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Action 206 e Sky Sport 253
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport 484
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Riccardo Gentile – Commento Tecnico: Beppe Bergomi
Bordocampo ed interviste: Andrea Paventi e Matteo Barzaghi

Gruppo B | Club Atlético de Madrid vs Liverpool FC ore 21:00
da Estadio Metropolitano – Madrid
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Football e Sky Sport 254
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Massimo Marianella

Gruppo D | FC Shakhtar Donetsk vs Real Madrid CF ore 21:00
da NSC Olimpiyskiy – Kiev
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 255
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Nicola Roggero

Gruppo A | Paris Saint-Germain vs RB Leipzig ore 21:00
da Parc des Princes – Parigi
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 256
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Pietro Nicolodi

Gruppo C | AFC Ajax vs Borussia Dortmund ore 21:00
da Johan Cruijff ArenA – Amsterdam
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 257
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Marco Frisoli

Mercoledi 20 Ottobre 2021:

Leggi anche:   Radu forse ci siamo! L'esordio con l'Hellas ci sarà?

Studio – Champions League Show 
Satellite e Fibra: diretta esclusiva sui canali Sky Sport dei match e Sky Sport 24
Digitale Terrestre: diretta esclusiva sui canali Sky Sport dei match e Sky Sport 24
Streaming: diretta esclusiva su NOW TV e Sky Go
Conduce: Anna Billò
In studio: Alessandro Costacurta, Fabio Capello, Paolo Condò, Alessandro Del Piero, Mario Giunta.

  • ore 18 “Champions League Show” Sky Sport Uno e Sky Sport 24
  • ore 20 “Champions League Show” Sky Sport 24
  • ore 23 “Champions League Show” Sky Sport Uno e Sky Sport 24
  • ore 24 “5X5 Champions League” Sky Sport Uno e Sky Sport 24

Diretta Gol Champions League ore 18:45
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 251
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport 486
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Collegamenti alternati in diretta con i seguenti campi:

  • FC Barcellona vs FC Dynamo Kyiv: Daniele Barone
  • FC Salzburg vs Vfl Wolfsburg: Marco Frisoli

Gruppo E | FC Barcellona vs FC Dynamo Kyiv ore 18:45
dal Jan Breydelstadion – Bruges
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Uno 201 e Sky Sport 253
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport Uno 472 e 482
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Antonio Nucera 
Bordocampo ed interviste: Giorgia Cenni

Gruppo G | FC Salzburg vs Vfl Wolfsburg ore 18:45
dal Stadion Salzburg – Salisburgo
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Football 203 e Sky Sport 254
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Christian Giordano

Diretta Gol Champions League ore 21:00
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Uno 201 e Sky Sport 251
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport Uno 472 e 482  
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Collegamenti alternati in diretta con i seguenti campi:

  • BSC Young Boys vs Villarreal FC: Gianluigi Bagnulo
  • Chelsea FC vs Malmo: Paolo Ciarravano
  • LOSC Lille vs Sevilla FCDario Massara
  • Manchester United FC vs Atalanta BCMaurizio Compagnoni
  • SL Benfica vs FC Bayern München: Riccardo Gentile

Girone F | Manchester United FC vs Atalanta BC ore 21:00 [anche in 4K HDR sul canale 213]
dal Old Trafford – Manchester
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Uno 201 e Sky Sport 252
Digitale Terrestre: diretta su Sky Sport Uno 472 e 482  
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Federico Zancan – Commento Tecnico: Giancarlo Marocchi
Bordocampo ed interviste: Massimiliano Nebuloni  

Gruppo H | Chelsea FC vs Malmo ore 21:00
da Stamford Bridge – Londra
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport Football 203 e Sky Sport 252 
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Nicola Roggero

Gruppo E | SL Benfica vs FC Bayern München ore 21:00
da Estádio do SL Benfica – Lisbona
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 254 
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Pietro Nicolodi

Gruppo F | BSC Young Boys vs Villarreal FC ore 21:00
da Stadion Wankdorf – Berna
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 255 
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Gaia Brunelli

Gruppo G | LOSC Lille vs Sevilla FC ore 21:00
da Stade Pierre Mauroy – Villeneuve d’Ascq
Satellite e Fibra: diretta su Sky Sport 256 
Streaming: diretta su NOW e Sky Go
Telecronaca: Paolo Redi

*********

Girone H | Zenit S. Pietroburgo vs Juventus FC ore 21:00
dalla Gazprom Arena – San Pietroburgo 
Streaming: diretta su Amazon Prime Video Sport (visibile con App su Sky Q per abbonati Amazon Prime)
Satellite: diretta su Amazon PrimeVideo Sports Bar (disponibile al canale 217 solo per utenze commerciali)
visibile anche da venerdì 22/10 anche sui canali Sky Sport con telecronaca di Davide Polizzi

Fonte: Simone Rossi, “www.Digital-News.it”

Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Olympique Marsiglia: la conferenza stampa di Felipe Anderson

Published

on

Felipe Anderson è intervenuto in conferenza stampa con Maurizio Sarri in vista di Lazio-Olympique Marsiglia.

Consapevolezza e prestazione con l’Inter

Sono uscito dispiaciuto, nella mia vita e carriera non sono mai stato in polemica, ho sempre provato a fare tutto nel modo più giusto possibile. Dispiace la situazione intorno a me. Domani già un’altra partita, dobbiamo prepararci, mentalmente sto bene. Sono stato due giorni un po’ male per la situazione, si è parlato tanto, ho analizzato, abbiamo fatto la cosa giusta. Testa alta, pensiamo a domani. Tutti parlano della mia continuità, quando sono arrivato ho detto di essere migliorato su tutto, mi sento molto bene e pronto per fare un salto, lo farò con la squadra, ho sempre giocato per la squadra, che deve essere forte a prescindere da me. Se posso aiutare con il mio contributo personale sarò felicissimo, ciò che conta è il salto della Lazio. 

Interruzioni di gioco, Sarri e Pioli

In campo da piccoli giochiamo e siamo sempre disponibili a fermare il gioco, tutti i giocatori vogliono aiutare quando c’è uno che sta male. Abbiamo capito la situazione, non c’era bisogno, loro non si sono fermati, facile vedere quando noi abbiamo la palla, abbiamo fatto la cosa giusta andando avanti. Noi ci siamo fermati sempre, continuiamo a farlo quando ci sarà bisogno. A testa alta, quella è stata la decisione giusta. Mi ha dato molta fiducia il mister, mi fa giocare, è una cosa importante, un giocatore se non ha minuti e fiducia è difficile avere continuità. Ci sono tanti difetti magari, ma un calciatore ha bisogno della fiducia della squadra, poi deve sfruttare le opportunità. Io sto lavorando consapevole dei miei mezzi. 

Felipe Anderson vs Simone Inzaghi

“Sempre segnare è bello, al di là della situazione in campo, del modulo e del fatto che non ho giocato tanto. Succede nel calcio, io sempre avuto un buon rapporto con lui, sono contento che sta facendo la sua strada e sta vincendo. Un gol comunque speciale, lì ho tanti amici, è stata una giornata bella. Domani è difficile, loro stanno facendo bene in campionato, sappiamo che il calcio è fatto di intensità, loro sono forti fisicamente e tecnicamente, dobbiamo essere concentrati. “

Cosa deve fare la Lazio per andare avanti e crescere?

Leggi anche:   Under: " Vogliamo vincere l'Europa League, qui i tifosi sono migliori dei romanisti"

Io provo a essere il più calmo e lucido possibile, in tanti ci guardano, è stata una cosa molto brutta quel casino intorno a me. Erano nervosi, ho provato a fare il mio per stare calmo e rispettare ognuno di loro. Abbiamo tante partite vicine, dobbiamo essere sempre concentrati senza pensare alle prossime gare. Testa so”lo a domani, se sbagliamo atteggiamento può diventare più difficile di quello che sarà.  

La Lazio come una famiglia

Noi qui diciamo che il gruppo è una famiglia, si vede anche in campo, quando uno sta male gli stanno tutti vicini. Sono fiero di far parte di questa squadra e gruppo. Sto provando a dare sempre il mio meglio, contro la Lokomotiv ho giocato bene ma ho sbagliato qualche occasione, voglio sbloccarmi anche in Europa e continuare a fare del mio meglio. 

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement
Advertisement

Amazon Affiliation

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Lazio da aMare

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design