Pareri discordanti tra Prandelli e Liverani: il Galatasaray è una squadra ben organizzata oppure no?

Mancano poche ore al tanto atteso turno di ritorno dei sedicesimi di Europa League Lazio-Galatasaray. Le aspettative su questo incontro sono molte e di diverso genere. Il match di andata ha visto un pareggio 1-1 in cui le squadre hanno tenuto testa l’una all’altra fino all’ultimo minuto di gioco. Oggi i biancocelesti di mister Pioli attendono i turchi all’Olimpico; sulla partita di questa sera si sono espresse diverse personalità sportive. Di seguito le parole di Cesare Prandelli ai Media turchi, l’allenatore ha espresso un’opinione quasi dall’interno della squadra turca avendo diretto la panchina del Galatasaray per 4 mesi:

“L’1-1 è un risultato difficile, il Galatasaray è una squadra meglio organizzata della Lazio. I biancocelesti partono con un leggero vantaggio, ma sarà difficile per entrambe”. Sulla sua esperienza in Turchia e sulla squadra di Denizli: “Se mi manca la città? Sì, Istanbul mi manca, qui ho trascorso una buona stagione. Credo che il mio lavoro sia stato efficace, ho dato il mio contributo. Il club, nonostante il cambio in panchina e di alcuni giocatori, sta attraversando un periodo difficile. Penso che le cose con Hamzaouglu andassero meglio”. Per chi tiferà Prandelli questa sera? “Sono fedele al posto e all’ambiente dove ho lavorato. La squadra è rimasta nel mio cuore, anche se Pioli è un mio carissimo amico. Non mi espongo, spero vinca il migliore”.

Una soddisfacente analisi pre-match è stata fatta ai microfoni di Tuttomercatoweb.com dall’ex centrocampista della Lazio Fabio Liverani. Liverani conosce abbastanza bene la squadra di Pioli, si è espresso così:

“Avendo visto la gara dell’andata sono fiducioso per la Lazio: ha dimostrato di meritare anche di più del pareggio. I biancocelesti devono affrontare nel modo giusto dal punto di vista mentale la gara, questo è molto importante. Non devono pensare che l’1-1 possa essere un vantaggio, ma giocare per vincere: così c’è più possibilità di passare il turno.

Il Galatasaray non è la stessa squadra degli scorsi anni, ha giocatori forti singolarmente ma manca di compattezza e organizzazione: “Sneijder e Podolski sono sicuramente i giocatori che preoccupano di più. All’andata però non ho visto una squadra molto organizzata. Serve pazienza per avere il guizzo giusto, perché non mi è sembrata molto equilibrata durante la partita. La Lazio non deve avere fetta di chiudere la partita, ma deve essere paziente e non concedere ripartenze agli avversari. I capitolini hanno qualità superiore alla squadra turca, che peraltro concede molto”.