Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Coppa Italia: le dichiarazioni del post Lazio-Udinese

Le prime parole alla fine della partita arrivano da Danilo Cataldi, autore non solo del suo primo gol in biancoceleste, ma anche della rete che decide la partita. Queste le parole del giovane centrocampista laziale ai  microfoni di Rai Sport: “Oggi era importante solo la vittoriaSappiamo che il periodo non è dei più felici, contava solo passare il turno. Questo spero sia la partita di svolta, venivamo da tante partite complicate, spero sia la volta buona per ricominciare. Dispiace solo non aver potuto esultare sotto la mia gente. Speriamo che si possa ripopolare lo stadio, questo gol è dedicato a tutti i tifosi della Lazio”.
Poi ecco la conferenza stampa di Stefano Pioli a fine gara. Queste le dichiarazioni del tecnico biancoceleste, molto contento per aver ritrovato la vittoria con la sua Lazio:
Oggi una vittoria convicente…

“Assolutamente sì, anche se una sola partita non può determinare una svolta o una crescita importante. Oggi abbiamo fatto quello che dovevamo fare, anche se abbiamo sprecato troppo. Ora c’è il campionato che è lì e dobbiamo farci trovare pronti”

Oggi la Lazio ha fatto un’ottima prestazione…

“Io conosco la mia squadra, non sono uno che vende fumo. I miei giocatori lavorano benissimo, siamo soddisfatti di essere arrivati ai quarti di Coppa Italia e ed esserci qualificati in Europa League. Ora dobbiamo migliorare il trend in campionato”

Un suo giudizio su Cataldi?

“Che Cataldi abbia fatto gol mi rende contento. E’ un ragazzo sensibile e si sono create molte aspettattive sul suo conto quest’estate. Credo che questa rete gli possa servire per avere ancor più condizione nei propri mezzi, deve credere in se stesso e lavorare con umiltà. E’ intelligente e sono soddisfatto della sua prestazione e del suo gol.

Colantuono si è lamentato di una mancata restituzione della palla sul gol del pareggio…

“Nel gol del pareggio, loro potevamo benissimo buttare la palla fuori ma non lo hanno fatto, perché lo avremmo dovuto fare noi?”

Oggi Milinkovic ha fatto un’ottima gara, una valutazione sul giocatore?

“Ha fatto bene Milinkovic, però ha funzionato bene tutto il centrocampo, credo che possa diventare un centrocampista che possa fare entrambe le fasi. Però deve ancora crescere per farle con continuità”

Questa prestazione può essere di buon auspicio contro l’Inter…

“Credo che la squadra debba essere consapevole delle proprie qualità, ora solo i risultati possono aiutarci a tornare a giocare come sappiamo. La squadra nelle ultime partite ha continuato a giocare e a proporre. Sappiamo che possiamo far meglio. Ora non importa essere belli e concreti ma ottenere i risultati positivi”.

Inoltre ecco le parole di Pioli ai microfoni di Lazio Style Radio:”La reazione è stata importante. I giocatori potevano essere frustrati, la partita l’abbiamo fatta noi. Ma abbiamo dimostrato di voler vincere la gara e fare di tutto per ottenere il risultato. Nelle coppe siamo forti, è in campionato che dobbiamo riprenderci. Koné lo conosco, l’ho allenato, temevo un colpo del genere. La squadra poteva demoralizzarsi ma non l’ha fatto. Il centrocampo ha lavorato molto bene, Milinkovic ha fatto il suo dovere in entrambi le fasi. Mauri? Ha avuto qualche problema fisico, ma a volte l’intelligenza, nel calcio, è più forte della condizione fisica. Adesso torneremo a lavorare insistendo su questo, siamo sulla buona stradaDobbiamo continuare così, lavorando sulle fasce. Ho rivisto alcune caratteristiche che hanno distinto in passato il gioco della Lazio. Ci serve continuità, già contro l’Inter: un impegno difficile, ma niente è impossibile”.

Questa, invece, la conferenza stampa di Stefano Colantuono, visibilmente amareggiato per la sconfitta. Il tecnico dell’Udinese cerca di trovare ogni scusa possibile per giustificare i suoi: “Solitamente quando uno mette la palla fuori la dovresti restituire, non so se ora è cambiato il codice deontologico questa sera. Da quella non restituzione è arrivato il gol del pareggio. L’arbitro ha disputato una buona gara, ma il secondo gol è in fuorigioco netto.Abbiamo fatto una buona gara, poi Aguirre ha preso un colpo e siamo rimasti in dieci negli ultimi venti minuti. Abbiamo dato spazio a quelli che hanno giocato meno, manca il ritmo partita ad alcuni giocatori. Anche Kone mancava da circa un paio di mesi ed ha risposto bene.Davanti abbiamo fatto giocare giovani, come la nostra filosofia rispecchia. La Lazio ha giocato in formazione quasi titolare. Abbiamo tenuto bene, peccato per questi episodi. Poi la fortuna non ci ha dato una mano con Aguirre, ha preso una botta vedremo nei prossimi giorni. Ho parlato della partita con la Samp in sede di presentazione di questa gara. E in quel frangente alla Lazio ha detto sfortuna, avevo detto questo. Loro restano una squadra con delle potenzialità importanti e avrà tempo e modo per recuperare il terreno”.