Verso Lazio-Inter, la carica di Milinkovic Savic

In vista del big match Lazio-Inter, Milinkovic Savic è intervenuto ai microfoni di Sky.

“Loro sono una squadra forte, con tanti grandi nomi. Hanno vinto un derby, questo gli darà una forza in più. Toccherà a noi, siamo a casa nostra. Sicuramente entreremo cattivi, vediamo come finirà, speriamo non come due anni fa. Atalanta? Siamo andati nello spogliatoio, sapevamo cosa fare nel secondo tempo. Il mister ci ha detto due o tre parole, è cambiato qualcosa nella testa. Da lì è iniziato questo cammino, speriamo di rimanere su questa strada. Ho cambiato modo di giocare rispetto all’anno scorso, gioco un po’ più indietro, mi sento bene. Non è che non sono contento, l’importante è giocare”.

 “In cosa siamo migliorati? Siamo più famiglia, ci sono tanti ragazzi che sono qui da tanto tempo, poi ci sono i nuovi. Non pensavo di stare in questa posizione in classifica, abbiamo iniziato bene la stagione, già dal ritiro. Pian piano abbiamo alzato il livello e cambiato la mentalità. Scudetto? È una parola che sentiamo, ma non ci pensiamo troppo. Non è un obbligo vincerlo, ma siamo lì e ci proveremo. Se finirà come voglio io che finisce, sicuramente farò un tatuaggio”.

Leggi anche:   Genoa-Lazio. Le parole di Adam Marusic in stile AM77