fbpx

Il trio delle meraviglie fa volare la Lazio: tris al Torino e biancocelesti al quarto posto

Meglio di così la serata non poteva andare ai biancocelesti. 3-1 il finale all’Olimpico; Lazio che ingrana la quarta consecutiva e vola al quarto posto, sfruttando al meglio le cadute di Milan e Atalanta in campionato. Brividi al momento del pareggio di Maxi Lopez, ma la squadra è rimasta compatta e alla fine, ormai è una costante, la risolve Keita, subentrato, con un perla favolosa dalla distanza. Continua lo straordinario momento di forma della Lazio, sognare è possibile. 

LA CRONACA: Il primo tempo non regala grandi emozioni, ma solo infortuni alla Lazio. Biglia prima, solo una botta dolorosa, e Radu dopo, uscito malconcio al trentesimo della prima frazione. Al romeno si aggiunge nel finale di primo tempo anche De Vrij, subito corso in Paideia per accertamenti. Le poche occasioni pendono dalla parte dei biancocelesti, che, come è solito nelle ultime partite, tiene in mano il pallino del gioco. Immobile si divora il gol del vantaggio su assist delizioso di Felipe Anderson, che lo libera con un colpo di tacco sublime, ma il napoletano non riesce a imbucare la palla in rete.

Ben altra storia è il secondo tempo, di fatto tutti e quattro i gol arrivano proprio nella seconda frazione. È la Lazio a spingere e a cercare con tutte le forze la vittoria. Proprio Immobile al decimo della ripresa riesce sbloccarla con un gol da rapace in anticipo su De Silvestri. Diciassettesimo in campionato e secondo alla sua ex squadra con la maglia biancoceleste. Stanchezza che, però, sembra prendere il sopravvento e la Lazio si fa sorprendere su calcio di punizione, con un colpo di testa di Maxi Lopez che riporta in parità la gara. Il pareggio riaccende la miccia dell’instancabile compagine di mister Inzaghi, che torna a spingere, grazie anche all’ingresso preziosissimo di Keita al trentesimo della ripresa. È proprio il senegalese, nelle ultime battute della partita, a tirare fuori il coniglio dal cilindro. Perla a girare che si insacca dietro lo sguardo dell’incolpevole Hart, il quale non può far altro che raccogliere il pallone in rete. La ciliegina arriva al novantesimo con la terza gioia in campionato per Felipe Anderson. 3-1 il finale. La squadra continua a girare alla perfezione, seguendo all’unisono i dettami di un Inzaghi davvero sorprendente per quello che sta facendo. Come lui stesso ha detto in questi ultimi due mesi ci si gioca tutto e la Lazio ha le carte per stupire ancora.

IL MIGLIORE: KEITA BALDE. In tredici minuti concessigli riesce a risolvere la partita, preziosissimo a partita in corso. Il suo gol è da incorciare.

Il tabellino

Lazio (4-3-3): Strakosha; Basta, de Vrij (46′ Wallace), Hoedt, Radu (27′ Lukaku); Parolo, Biglia (77′ Keita), Milinkovic-Savic; Felipe Anderson, Immobile, Lulic. All. Inzaghi

Torino (4-3-3): Hart; De Silvestri, Rossettini, Moretti, Barreca; Benassi, Lukic, Baselli (46′ Molinaro); Iturbe (74′ Iago Falque), Belotti, Ljajic (64′ Maxi Lopez). All. Mihajlovic

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni di Bergamo

Gol: 56′ Immobile (L), 72′ Maxi Lopez (T), 87′ Keita (L), 90′ Felipe Anderson (L)

Note: ammoniti Ljajic (T), Lukaku (L), Milinkovic-Savic (L), Parolo (L)