Tommasi tuona: “Scelte di governo sbagliate”

Le parole del Presidente dell’AIC, Damiano Tommasi, alle colonne de La Gazzetta dello Sport:

«Non troviamo un senso alle scelte del Governo. Non sto parlando della ripresa della stagione appesa a tante incognite ma della possibilità per i giocatori di allenarsi individualmente in strutture dove sono controllati».

STOP – «Pesa tanto, ma c’è da dire che più dell’80% delle squadre ha tenuto i giocatori sotto controllo facendo fare loro attività in casa seguendo le tabelle e le indicazioni dei preparatori. Però una cosa è allenarsi in spazi ristretti, su terreni duri, e un’altra in spazi ampi su campi in erba».

Leggi anche:   Il responsabile Medico della Lazio: " Non chiudono le fabbriche se 1 è positivo e chiudono il calcio nello stesso caso?"

RIPRESA – «Le criticità sono tante. Ma stiamo già parlando di metà giugno. Chissà come sarà la situazione quel giorno. Io dico facciamo un passo alla volta. Se anche non si dovesse tornare a giocare per un calciatore allenarsi è importante per il mantenimento. A livello individuale il rischio di contagio non c’è».

Leggi anche:   Serie A finalmente si parte! Premier League ed Italia dalla seconda settimana di Giugno!