Connect with us

News

Tifosi dai politici per riempire gli stadi

Published

on

LAZIALI CURVA NORDNegli ultimi anni ci si è abituati e rassegnati a vedere stadi sempre più tristemente vuoti e tifosi sempre più lontani da quest’ultimi a causa del complicato accesso che ormai presentano. Ma ora le cose stanno per cambiare. Infatti ieri, davanti a Palazzo Santa Chiara, 22 ultrà provenienti da tutta Italia e di ogni fede calcistica (anche quella laziale) si sono incontrati insieme ad alcuni politici per discutere del problema del tifo negli stadi italiani, in un clima quasi amichevole. I rappresentanti delle squadre presenti hanno fatto un discorso a testa, mostrando come siano cambiate varie dinamiche e alcuni settori ospiti (in peggio) dopo l’introduzione della tessera del tifoso. Sono stati citati alcuni casi come gli stadi negati anche a semplici bambini e altri fatti discutibili come quello che ha riportato Jacobelli che ha parlato di uno striscione “Libera la Lazio” sequestrato all’Olimpico a Giulio Andreotti (il nipote). L’obiettivo di questo incontro, come riporta la Gazzetta dello Sport da ambedue le parti, era quello di rivedere la norma del Daspo e il divieto di accesso agli stadi. E dopo le parole si è passati ai fatti: I politici hanno promesso la convocazione di un tavolo di lavoro con il fine di far tornare i nostri stadi pieni, perchè andare allo stadio deve essere un piacere.
Lalaziosiamonoi

Leggi anche:   Juventus-Lazio, Allegri in conferenza stampa: "Partita importante, obiettivo diverso dal campionato"
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement