Connect with us

News

Stefan Radu: ” Con Sarri? Un ritorno alle origini “

Published

on

radu ritiro

Stefan Radu dopo 14 anni di Lazio e 35 primavere sulle spalle non è ancora stanco di imparare. Il difensore centrale biancoceleste ritrova con Maurizio Sarri il suo ruolo naturale dopo che è stato adattato a terzino nelle scorse stagioni con Simone Inzaghi. Il romeno non vede l’ora di cominciare questo campionato con un modulo diverso che crea tanto gioco ed una motivazione in più rispetto al passato e lo dichiara ai microfoni biancocelesti presenti ad Auronzo di Cadore.

“Questa mattina l’allenamento è stato più leggero perché oggi pomeriggio è in programma l’amichevole. Abbiamo provato i calci piazzati e qualche azione. È il mio quattordicesimo ritiro ad Auronzo di Cadore ed è sempre bello perché lavoriamo molto bene. Sono arrivati anche tanti tifosi e c’è un bellissimo clima. Ogni anno quando veniamo qui svolgiamo dei ritiri tosti. Penso che quest’anno abbiamo compiuto uno step ulteriore rispetto agli anni passati per quanto concerne l’intensità. Dal primo giorno in cui è arrivato, Sarri ci ha detto che la squadra deve avere il predominio della partita.  È giusto lavorare così intensamente in campo.

Dopo cinque anni stiamo lavorando con un sistema diverso ed è normale che, finché non si trovano le giuste misure, il mister ci spieghi tutto nei dettagli. La mattina noi difensori dobbiamo soffrire un po’, ma è giusto così perché questo cambiamento richiede più attenzione da parte nostra con gli avversari.

Ho sempre ringraziato i tifosi per il supporto, perché mi hanno fatto sempre sentire come uno di casa, come se fossi cresciuto nel vivaio della Lazio. Abbiamo bisogno di loro e con questo nuovo inizio voglio chiedere di stare vicino alla squadra, perché abbiamo bisogno di loro.

Raggiungere il record di presenze con la maglia della Lazio è stato molto emozionante e posso promettere che continuerò a mettermi a disposizione di questa squadra. A livello personale penso che qualcosa di buono sarebbe conquistare una coppa o qualcosa. Puntiamo a vincere quest’anno: questo è l’obiettivo.

Quando ero arrivato, quattordici anni fa, ricoprivo il ruolo di centrale di difesa a quattro e poi sono stato adattato come terzino. Il centrale l’ho sempre fatto e mi trovo bene. Per me è un ritorno alle origini. Il centrale nella linea a quattro non ha molto spazio per avanzare e crossare, come ero abituato a fare io gli scorsi anni. Adesso devo stare molto più attento alla linea difensiva. Dobbiamo essere compatti in campo. Sarri chiede anche ai centrali di difesa di impostare il gioco ed entrare nelle combinazioni con i centrocampisti.

Sarri è molto preparato ed è veramente fantastico. A quasi 35 anni con lui posso imparare ancora molto per la fase difensiva”.

Leggi anche:   Incontro Sarri-Lotito: obiettivo Champions
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

ExtraLazio

Parlamento UE condanna la FIFA con una nota

Published

on

Il parlamento europeo, tramite una nota rilasciata nelle ultime ore, ha voluto condannare la FIFA e l’organizzazione del mondiale in Qatar. Sono più di 6000 i migranti morti durante i preparativi della ventiduesima edizione della coppa del mondo. I deputati hanno descritto la corruzione all’interno della FIFA come “dilagante, sistemica e profondamente radicata

il Qatar ha vinto la procedura di gara della Coppa del mondo Fifa in un contesto di accuse credibili di corruzione e concussione, e deplorano la morte e gli infortuni di migliaia di lavoratori migranti, principalmente nel settore delle costruzioni, che hanno aiutato il paese a prepararsi per il torneo.

Descrivendo la corruzione all’interno della FIFA come “dilagante, sistemica e profondamente radicata”, i deputati “deplorano la mancanza di trasparenza e la chiara mancanza di una valutazione responsabile dei rischi che ha caratterizzato la scelta del Qatar come paese ospitante della Coppa del mondo nel 2010, sottolineando come la Fifa abbia seriamente danneggiato l’immagine e l’integrità del calcio mondiale”.

Il Parlamento esorta i Paesi Ue, in particolare quelli con grandi leghe nazionali di calcio, come la Germania, la Francia, l’Italia e la Spagna, a esercitare pressioni sulla Uefa e sulla Fifa affinché quest’ultima si impegni a realizzare riforme fondamentali. Tra queste, l’introduzione di procedure democratiche e trasparenti per l’assegnazione dei mondiali di calcio e la rigorosa applicazione dei diritti umani e dei criteri di sostenibilità per i paesi ospitanti”.

Clicca qui per la nota integrale.

Leggi anche:   Assemblea di Lega Serie A: Lotito fa infuriare De Laurentiis che lascia la sede con altri big
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio: Success come vice Immobile?

Published

on

calciomercato lazio

Nella rassegna stampa di oggi, si parla di calciomercato della Lazio. Sembrerebbe che per la prossima stagione, Maurizio Sarri vuole il vice Immobile. Una richiesta ben chiara visto che la pedina era Cancellieri ma che ultimamente ha lasciato il ruolo da punta adattata al falso nueve di Felipe Anderson.

Un problema che va risolto visto che Ciro Immobile non può giocare tutte le partite senza riposarsi e che debba avere un valido sostituto come lo era Felipe Caicedo. Punta di ruolo dunque nel mirino di Lotito e Tare che sembrerebbero guardare in casa Udinese. Il nome uscito, secondo Radiosei, è quello di Isaac Success. Profilo simile a quello del Panterone ex biancoceleste. Attaccante nigeriano, classe 1996 e 182 centimetri di altezza. Non è un bomber di razza dove il suo record di gol siglati in un campionato è nel 2016 con la maglia del Granada, andando in rete solamente 6 volte. Attualmente ricopre il ruolo del vice Beto con la maglia friulana e la società biancoceleste sta monitorando la situazione tra lui e l’Udinese. Il giocatore ha un contratto in scadenza nel 2024 ed i bianconeri avranno solamente quest’estate l’opportunità di cederlo per monetizzare.

Naturalmente sono solamente voci di mercato che non hanno fondamenta concrete uscite dirette da Formello, come ogni calciomercato.

Leggi anche:   Assemblea di Lega Serie A: Lotito fa infuriare De Laurentiis che lascia la sede con altri big
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Cristiano Ronaldo squalificato per 2 giornate…anche senza squadra

Published

on

ronaldo squalificato

Cristiano Ronaldo è stato licenziato dal Manchester United anche se si parla di una rescissione contrattuale scelta da entrambe le parti. Ma nonostante ciò, arrivano 2 giornate di squalifica che dovrà scontare in caso dovesse ritrovare una squadra e a comunicarlo è stata la Football Association.

La squalifica arriva dopo aver deciso la sanzione anche monetaria ( 58 mila euro di multa ), per aver scaraventato con violenza lo smartphone di un tifoso che lo attendeva fuori all’uscita del tunnel dei giocatori. Il fatto fu nella partita dove perse in casa dell’Everton

Leggi anche:   Parlamento UE condanna la FIFA con una nota
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza