Connect with us

News

Situazione Lazio dopo la prima parte

Published

on

La Lazio chiude al quarto posto ( a pari punti con l’ Inter) prima della sosta mondiale. Una posizione di classifica che, dati alla mano sono di buon auspicio per il proseguo del campionato.

I DATI- Dopo 15 giornate la Lazio ha realizzato 30 punti. Una media punti da Champions. Il dato più importante viene dalla difesa. Solo 11 reti subite, grazie al colpo Romagnoli, e l’ acquisto di Casale senza dimenticare Patric, anche lui fondamentale questo inizio di stagione. L’ attacco preoccupa un po’, solo tre reti nelle ultime uscite. Il che fa emergere che senza bomber Immobile,non c’è qualcuno che segni. E qui la speranza che a gennaio arrivi qualcuno anche se come detto da Sarri, Lotito a gennaio difficilmente compra.

TOP- Abbiamo già parlato di Romagnoli e Casale e del loro feeling difensivo. Ma dobbiamo anche annoverare Provedel, arrivato come secondo ma dopo lo sciagurato errore di Maximiano alla prima con il Bologna, lo ha reso titolare inamovibile condito anche da ottime prestazioni. Da menzionare anche Gila che il suo lo ha fatto anche se, va rivisto. Passando al centrocampo, l’ acquisto di Vecino a zero, è risultato fondamentale per le rotazioni di Sarri. Anche se, pesano gli errori sotto porta contro la Salernitana. Marcos Antonio sta pagando sicuramente l’ exploit di Cataldi, ma per quel poco che si è visto, sicuramente il giudizio va rimandato. Per la vecchia guardia, ci sono le conferme di tutti i big già presenti tranne uno.

FLOP- Di flop c’è poco da dire. Chi ha deluso fino ad ora sono stati Maximiano e Cancellieri. Se per il portiere parlare di flop è un po’ troppo visto che ha giocato pochi minuti prima del rosso, Cancellieri invece è stato un autentico flop fino ad’ ora. Suoi l’ errori fatali con Samp e Sturm Graz ma soprattutto, la poca incisività sotto porta. Non tenta mai la giocata, non si propone quasi mai. Sarri lo ha provato sia da punta che da esterno con scarsi risultati. Va rivisto assolutamente oppure ceduto subito. Luis Alberto anche va inserito tra i flop, poche luci e tante ombre. Tanto è vero che Sarri dopo il derby non lo ha più schierato da titolare. Ora è da capire se cederlo a gennaio o in estate, è palese che Sarri non lo vede e il giocatore non ami l’ allenatore ( come la polemica per la sostituzione nel derby).

EUROPA- Qui è sicuramente stato un flop totale. Un girone più che abbordabile ha visto però la Lazio retrocedere in Conference League. Troppi errori di superficialità con Midtjylland e Feyernood. Anche l’ atteggiamento nella gara di andata con lo Sturm fa capire come i giocatori, si siano specchiati e ritenuti superiori, incappando così in una figuraccia ed essere appunto eliminati.



Resta Aggiornato con il nostro Canale WhatsApp! Ricordiamo che il canale è protetto da Privacy ed il tuo numero non è visibile a nessuno!Iscriviti Subito cliccando qui sul canale di Since1900

Hosting Aruba - Scopri di più



Continua la Lettura
Advertisement
Advertisement

Ultime notizie

Advertisement

Classifica