Serie A, Crisi napoletana, squadra in ritiro ma stavolta senza ammutinamento

Se nella scorsa stagione era il Napoli ad essere la concorrente per lo scudetto insieme alla Juventus, quest’anno sotto al Vesuvio tira un’aria totalmente diversa e con un clima teso. L’arrivo di Ancelotti aveva alzato l’asticella degli obiettivi con Sarri che approdava sulla panchina bianconera. Ma qualcosa non è andata nel verso giusto, i risultati non arrivavano e la vetta della classifica si allontana sempre di più.

Leggi anche:   Cluj-Celtic sapore di biscotto? Parla Lennon, l'allenatore scozzese

Poche settimane fa De Laurentis aveva ordinato un ritiro punitivo per riflettere su questa stagione negativa, proposta bocciata dai giocatori che hanno deciso di non seguire le direttive societarie andando incontro a delle salatissime multe.

Contro il Bologna di Sinisa Mihajlovic arriva l’ennesima sconfitta: i partenopei perdono in casa per 2 reti ad 1. Ancelotti fa il mea culpa nella conferenza stampa ma non vuole prendersi carico del 100% della colpa distribuendola anche ai giocatori: la decisione è presa, il Napoli va ancora in ritiro ma questa volta senza infrangere gli ordini!

Leggi anche:   Champion’s League: Risultati e verdetti