Connect with us

News

Quel che resta della 26^ giornata

Published

on

protocollo serie a covid

L’anticipo della 13^ giornata vede la Lazio affrontare e battere il Bologna, per i biancocelesti un super Luis Alberto con un gol che sblocca il risultato e un assist che serve il raddoppio a Correa dopo appena tre minuti, nella ripresa due gol annullati ai felsinei, prima Denswil che la tocca con la mano di rimpallo e poi di testa; il secondo per un fuorigioco di qualche centimetro sul gran tiro di Tomiyasu.

Nell’altro anticipo il Napoli prende il Toro per le corna, prima Manolas e poi Di Lorenzo entrambi su assist favolosi di Insigne e di Mertens, nel finale il giovane Edera, appena entrato al posto di un deludente Zaza, insacca il gol della bandiera.

Solo due gare nella domenica di questa giornata, alle 15 l’Atalanta vince una partita di tennis più che di calcio in quel di Lecce, doppio vantaggio in pochi minuti con l’autogol di Donati che per rinviare di testa su un corner di Gomez infila la propria rete e con il gol di testa di Zapata sempre su angolo del Papu, anticipando Rossettini.

I padroni di casa reagiscono e prima dell’intervallo ristabiliscono la parità con un gol strepitoso di Saponara con un destro a giro sotto l’incrocio e con il destro al volo di Donati dal limite che si riscatta dall’autogol.

Inizia la ripresa e subito i bergamaschi si riportano sul doppio vantaggio con un gran gol di Ilicic e con il gol un altro gol di Zapata che in scivolata approfitta di una ribattuta di Gabriel su tiro dello sloveno.

A mezz’ora dal termine ancora Zapata che mette così a segno la propria tripletta, si fanno male Ilicic e Gomez al loro posto entrano Muriel e Malinovskyi, quest’ultimo prima serve proprio al colombiano appena entrato la palla del sesto gol, e poi lo stesso ucraino realizza il settimo sigillo con un sinistro al volo.

Nell’altra gara di questa giornata più che spezzatino che si completerà parzialmente domani sera con Sampdoria-Verona, si affrontano Cagliari e Roma, sardi in vantaggio al venticinquesimo con un gol meraviglioso di Joao Pedro che la stoppa e poi di controbalzo con un destro di piatto a giro infila la porta difesa da Pau Lopez.

Passa soltanto un minuto e un cross di Kolarov viene rinviato malissimo dall’ex Pellegrini, la colpisce Kalinic di testa e pareggia i conti, a cinque minuti dal termine Mkhitaryan si inserisce su palla di Under e serve dietro per Kalinic che batte ancora Olsen per il momentaneo 1-2.

A mezz’ora dalla chiusura Kluivert lanciato a rete passa in mezzo a Pisacane e Klavan e insacca battendo Olsen che viene anche colpito da Pisacane in corsa con una ginocchiata fortuita sul volto.

Manca un quarto d’ora al termine della gara e i giallorossi forti del doppio vantaggio sprecano un po’ troppe occasioni e prendono un po’ sottogamba i sardi che invece reagiscono e con il neo entrato Gaston Pereiro con un bel sinistro a giro accorcia le distanze.

Rossoblu che ora spingono e mettono in difficoltà gli uomini di Fonseca, ma in contropiede



Resta Aggiornato con il nostro Canale WhatsApp! Ricordiamo che il canale è protetto da Privacy ed il tuo numero non è visibile a nessuno!Iscriviti Subito cliccando qui sul canale di Since1900

Hosting Aruba - Scopri di più




Continua la Lettura
Advertisement
Advertisement

Ultime notizie

Classifica