Connect with us

News

Porto-Lazio,Sarri in conferenza stampa: ” L’ Europa League è dispendiosa ma vogliamo starci bene”

Published

on

La Lazio è arrivata a Oporto. Domani sera affronterà infatti il Porto di Conceição. A parlare in conferenza stampa è stato il mister Maurizio Sarri. Queste le sue dichiarazioni:

Un pensiero sul cambio di regolamento dei gol in trasferta? Come sta Immobile?

“Giocheremo in undici, in tutti i casi. Ci siamo arrangiati nelle due partite prima della sosta e lo abbiamo fatto anche abbastanza bene e lo dobbiamo fare anche domani senza tante storie. Il nuovo regolamento porterà tantissime partite ai supplementari. Non mi sembra un calendario che permetta i supplementari durante la settimana quindi è discutibile: è vero che il gol in trasferta poteva diventare, con il passare del tempo, anacronistico, però è anche vero che bisognerebbe trovare un modo per non dilatare queste partite che vengono giocate spesso a 65-70 ore da quella successiva”.

Cosa la preoccupa di più del Porto oltre al lignaggio europeo importante?

“Del lignaggio europeo del Porto non mi importa, altrimenti dovrei aver paura a trovare l’Honved di Budapest. Quello che è stato fatto in passato non conta, la realtà questa è che questa è una squadra molto forte. Una squadra che ha dei valori tecnici elevatissimi, organizzata, che ha giocatori esperti di buon livello e giovani interessantissimi e mi riferisco a Vitinha e Vieira, due ragazzi del 2000 che hanno qualità tecniche straordinarie. Poi è inutile stare a parlare tanto, hanno fatto 22 partite di cui 19 vittorie e 3 pareggi. In tutte le manifestazioni stagionali, e credo che siano quattro perché in Portogallo c’è ancora la Coppa di Lega, hanno perso solamente 3 partite di cui due con il Liverpool. La forza di questa squadra è tutta nei numeri, poi se la vedi confermano quei numeri. Andiamo ad affrontare una squadra organizzata, fresca, forte tecnicamente, quindi difficile”.

Cosa si aspetta dalla Lazio? Per Udine Immobile ce la farà?

“Vediamo se domani o il giorno dopo inizierà a migliorare, perlomeno se riuscirà a sfebbrare e se si potrà portare a Udine. Non lo so. Sicuramente non sarà nelle condizioni ideali, ma a noi Immobile fa comodo anche se è all’ 80 o 90% delle sue potenzialità. Vediamo nei prossimi giorni. Io mi aspetterei sempre una squadra che entra in campo con la stessa mentalità, di conseguenza anche dal punto di vista fisico e tattico. Se funziona l’aspetto mentale, gli altri sono una conseguenza e si riescono a fare partite dello stesso livello. Poi è difficile entrare nella testa di un gruppo, anche nella parte inconscia. Io ho avuto un’esperienza con una squadra, si fece la prima partita di Champions e si perse e il giorno dopo in riunione ero inferocito, ma un paio di giocatori mi dissero: ‘Mister però lo sa anche lei che noi siamo rimasti solo per il campionato’. E quindi voleva dire che in quei casi lì la testa era fissa su un altro obiettivo e anche con l’impegno a livello inconscio si lascia qualcosa. Mi piacerebbe molto che la mentalità non fosse questa e si riuscisse a entrare in campo sempre nella stessa maniera. Non è semplicissimo, ma è un’evoluzione che stiamo cercando di fare, nella quale abbiamo dato un piccolo segnale di miglioramento, qualche ricaduta, però la stiamo cercando di fare, tutti insieme”.

Quanto vale l’Europa League per la Lazio?

Leggi anche:   Lazio - Bologna, le parole di Sarri in conferenza stampa

“Effettivamente è una manifestazione dispendiosa, non è semplice. Finisci la partita alle 23 di giovedì sera, spesso non c’è più la possibilità di giocare il lunedì in campionato. Le trasferte dal punto di vista logistico possono essere più impegnative rispetto alla Champions. La difficoltà c’è. Poi è chiaro che il Chelsea per il palcoscenico dell’Europa League era una squadra fortissima, una corrazzata con 30 giocatori tutti dello stesso livello, tutti in nazionale. Era un po’ più semplice. Per noi è un palcoscenico europeo e quindi ci vogliamo stare dentro bene. Sappiamo che ci possono essere dentro squadre più forti di noi e tutto il resto, però ci vorremmo stare dentro bene. È sempre un prestigio per i ragazzi e per la società rimanerci dentro il più a lungo possibile”.

Conceicao ha detto di aver visto Milan – Lazio e nonostante il risultato ha notato dei dei principi che condivide, lei cosa può dire del Porto?

“Ha parlato dei primi 20 minuti, e quindi condivido. Nei primi 20 minuti qualcosa dentro c’era, probabilmente dopo ha spento il televisore. Il Porto è una squadra che unisce un buon livello di aggressività, spesso anche in zone alte di campo. Ha grandi doti di palleggio ed è difficilmente prevedibile, perché a volte vanno a impostare con un lungo palleggio da dietro a cui partecipano tantissimi giocatori, con questi trequartisti che si alternano continuimente ai centrocampisti centrali per venire a palleggiare in zone basse di campo. Ha verticalizzazioni e accelerazioni improvvise. Giocano un calcio di alto livello, moderno, squadra forte”.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio – Bologna, le parole di Sarri in conferenza stampa

Published

on

sarri acerbi

La Lazio porta a casa i primi tre punti della stagione con una vittoria di misura contro il Bologna. Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Sarri nella conferenza stampa post-partita:

“La partita è stata difficile, sembrava una di quelle gare dove ogni episodio ti va contro. La mia preoccupazione era giocare tutta la partita con questo clima. Sono soddisfatto di come la squadra ha tenuto a livello fisico, ma anche dell’aspetto tattico e caratteriale. Siamo riusciti a ribaltare la gara al primo momento utile. 

Ho protestato per tutta la partita ed anche giustamente. Non entro nel merito degli episodi ma la conduzione della gara non mi è piaciuta. 

Prima pagina Gazzetta? Basta non leggere i giornali, io non me ne ero accorto. 

Gli ingressi sono stati tutti di alto livello. Provedel è entrato benissimo, Luis Alberto si è messo in un ruolo che non è suo e si è messo davanti la difesa e lo ha fatto molto bene. Hysaj l’ho visto in grande crescita, Vecino bene ma so che può fare ancora di più. Cancellieri mi ha sorpreso davvero tanto. 

Cancellieri sta facendo un percorso per fare anche un altro ruolo, ora non possiamo chiedergli tutto e subito. Se entra come oggi può fare benissimo l’attaccante centrale. A livello di movimenti ha un ottimo attacco della profondità innato. Vediamo e poi decidiamo se farà l’esterno o il centravanti. 

Lo scorso anno nella classifica dei ribaltamenti del risultato siamo stati una delle squadre migliori. Poi un carattere come quello di oggi l’ho visto raramente. Ora vediamo sulla continuità se siamo leoni oggi e domani torniamo gatti. 

Romagnoli ha chiuso la gara con un po’ di affaticamento ed era normale. A me piace perché è intelligente, ha delle letture importanti e questo sopperisce ad una piccola mancanza di velocità. Per me diventerà un punto di riferimento di questa difesa. 

È inutile parlare con Maximiano in questo momento, appena siamo entrati nello spogliatoio ha chiesto scusa a tutti. È un errore e ci può stare, dobbiamo accettarlo. Le scelte future non si baseranno su un singolo errore”. 

Leggi anche:   Canigiani tra Biglietti, Inno di Scarcelli e Abbonamenti
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna | Ciro Immobile: ” Gol che pesava tantissimo…”

Published

on

lazio bologna immobile

Ciro Immobile sigla il gol della vittoria al 78esimo minuto di gioco e regala i primi 3 punti in Lazio-Bologna. Il capitano biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Sky:

“Un gol che pesava tantissimo, meritavamo la vittoria, oggi non tanto per il gioco espresso ma per le difficoltà che abbiamo incontrato durante la partita e per le situazioni che si sono create. Questa squadra ha dimostrato grande carattere, quello che ci mancava per fare il salto di qualità e che ci ha sempre chiesto il mister. La gente meritava questo tipo di partita: lottare e avere fame di vittoria. Questo gol è per tutto il popolo laziale”.

Gli Obiettivi  “Crescere e migliorare. L’anno scorso siamo arrivati quinti nonostante le problematiche del cambio modulo. Quest’anno alibi zero, sono arrivati tanti giocatori, tutti forti che credono nel progetto. Li abbiamo fatti sentire a casa come sempre. Ci sono ottime potenzialità, manca solo il salto di qualità di cui parlavo prima”.

Capitano  “Faccio il mio lavoro dentro e fuori dal campo, poi ovvio che ognuno vuole giocatori forti e se qualcuno mi chiede qualcosa dico la mia, ma non voglio intromettermi in cose che ancora non fanno parte del mio ruolo, anche se non so cosa farò quando smetterò. Ci tenevo anche a fare il video per gli abbonamenti, abbiamo bisogno di questo, che la gente ci accompagni in casa e in trasferta”.

Leggi anche:   Lazio: ecco la lista dei giocatori depositati, Acerbi e Akpa In
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna 2-1: una rimonta da urlo! Male Maximiano

Published

on

lazio bologna

Dura solamente 6 minuti la partita di Luis Maximiano che prende un rosso diretto per aver preso la palla con le mani fuori dall’area di rigore. Non ricordiamo una partita della Lazio dove debuttano i due portieri. Un ingenuità che lascia la compagine biancoceleste in 10 uomini per tutta la partita. Ma la differenza in campo con l’uomo in meno non si vede e la Lazio riesce a rendersi pericolosa con Ciro Immobile. AL 38esimo di gioco Mattia Zaccagni regala un rigore che porta in vantaggio il Bologna con Arnautovic.

Allo scadere del primo tempo cessa l’inferiorità numerica con l’ennesimo fallo di Soumaoro  che gli costa il doppio giallo.

Nel secondo tempo la Lazio stringe i denti e riprende il controllo del match. Bene Provedel in qualche occasione che salva il risultato ma soprattutto da notare un super Manuel Lazzari che provoca l’autogol di De Silvestri dopo una galoppata. Tutto il Bologna è in balia del terzino biancoceleste. Ci pensa poi Ciro Immobile al 79esimo e siglare il gol che vale i 3 punti.

LAZIO-BOLOGNA 2-1

Marcatore: 38′ rig. Arnautovic (B), 68′ aut. De Silvestri (L), 79′ Immobile (L)

LAZIO (4-3-3) – Maximiano; Lazzari (83′ Hysaj), Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic (83′ Vecino), Cataldi (65′ Luis Alberto), Basic (8′ Provedel); Felipe Anderson (83′ Cancellieri), Immobile, Zaccagni. 

A disp.: Adamonis, Gila, Radu, Kamenovic, Marcos Antonio, Bertini, Romero, Moro. 

All.: Maurizio Sarri

BOLOGNA (3-5-2) – Skorupski; Soumaoro, Medel, Lykogiannis (64′ Kasius); De Silvestri, Dominguez (74′ Barrow), Schouten, Soriano (64′ Aebischer), Cambiaso (86′ Vignato); Sansone (46′ Bonifazi), Arnautovic.

A disp.: Bardi, Bagnolini, Angeli, Orsolini, Raimondo, Motolese, Amey, Urbanski, Mbaye.

All.: Sinisa Mihajlovic

Arbitro: Luca Massimi (sez. Termoli)

Assistenti: De Meo – Scarpa

IV uomo: Pezzuto 

V.A.R.: Ghersini 

A.V.A.R.: Lo Cicero 

NOTE. Ammoniti: 23′ Sansone (B), 38′ Arnautovic (B), 40′ Soumaoro (B), 53′ Cambiaso (B), 58′ Sarri (L). 71′ Lazzari (L), 86′ Aebischer (B), 90′ Immobile (L)

Espulsi: 6′ Luis Maximiano (L), 45’+4′ Soumaro (B)

Recupero: 5′ pt, 6′ st

Serie A TIM | 1ª giornata

Domenica 14 agosto 2022, ore 18:30

Stadio Olimpico, Roma

Leggi anche:   Lazio-Bologna | Manuel Lazzari: "Campionato particolare...."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design