Connect with us

News

Pioli e Mandorlini: conferenze stampa nel prepartita del Bentegodi

Published

on

Sono finite da poco le conferenze stampa di Pioli e Mandorlini riguardanti il pre gara di Hellas Verona-Lazio: ha parlato prima il mister delle aquile riguardo a una partita storicamente difficile per i biancocelesti, chiamati a sfatare contemporaneamente il tabù Bentegodi, dove contro l’Hellas non arrivano i 3 punti dal 1991, e quello riguardante il pessimo trend esterno della Lazio nelle prime due gare stagionali, che hanno visto i capitolini subire 9 gol senza mai andare a segno.

C’è voglia di riscatto da parte dell’ambiente, e a  dimostrarlo sono proprio le parole del tecnico parmense: “Voglio vedere una Lazio che dia il massimo perchè dobbiamo trovare costanza nelle prestazioni e continuità nei risultati. Quello di domani sarà un altro incontro difficile. In trasferta è mancata la solidità dal punto di vista tattico e mentale”, spiegando poi che “atteggiamento, impostazione e mentalità della squadra dovranno essere costanti in tutto l’arco dei 90′. Cattiveria e fame fanno la differenza in ogni partita”. La richiesta inoltrata ai suoi è di disputare una partita “di umiltà e rispetto ma anche di concentrazione”. Pioli ha chiuso la conferenza spendendo qualche parola di conforto ai tifosi su quello che è stato forse l’assente più significativo in questo primo mese di stagione, Lucas Biglia. “Il giocatore è recuperato, credo che possa giocare dal 1′. E’ un giocatore importante da tutti i punti di vista: presenza in campo, sostanza ed esperienza”.

Mandorlini è in difficoltà, mancano Toni e Pazzini e ancora non sono arrivati i primi tre punti in campionato, e tutto ciò viene evidenziato all’inizio: “Siamo in emergenza, non so se definirlo un momento difficile, ma è inutile in questo istante piangersi addosso e pensare alle assenze. C’è una partita da dover giocare e non esistono altri discorsi se non quello di dover fare punti. Abbiamo un jolly come Juanito Gomez che può giostrarsi anche da prima punta, Jankovic è rientrato dalla squalifica e questo è importante, inoltre in passato, negli allievi della Stella Rossa, ha giocato anche da prima punta, ma è passato un bel po’ di tempo”.

Sulla Lazio non vuole che si abbassi la guardia: “Sarà importante l’atteggiamento, dobbiamo ripetere la prestazione fatta contro l’Inter dove la nostra difesa si è comportata molto bene. E’ un assetto che potrei riproporre, la Lazio è molto forte sopratutto davanti, ma a prescindere dai moduli conta lo spirito con cui si scende in campo per affrontare il match. Hallfredsson ha recuperato, adesso sta bene, deciderò domani se fargli fare uno spezzone di partita, così come Matuzalem che potrà darci una mano. C’è bisogno di tutti, tutti devono essere disposti al sacrificio”.

Leggi anche:   Lazio-Fiorentina, Sarri in conferenza stampa: " Mi è piaciuto l' atteggiamento ma abbiamo pagato in brillantezza"

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement