Connect with us

Calciomercato Lazio

Petkovic chiede altri innesti :” Il mercato non è finito “

Published

on

PETKOVICAl secondo giorno del ritiro della LAZIO a il Mr. bianoceleste Vladimir Petkovic incontra i giornalisti nella sala stampa di Auronzo di Cadore alle ore 16.30. Queste le sue parole

La vittoria della Coppa Italia vi toglie la fame di vincere? “Buongiorno a tutti. E’ passato un anno da quando siamo stati la prima volta qui, sembra ieri. Speriamo che continuiamo a lavorare e collaborare insieme portiamo tutto a buon fine. Penso che è stato un bel successo e soddisfazione, ma è il passato. Da quando siamo arrivati ad Auronzo con questa presentazione abbiamo chiuso un capitolo. I festeggiamenti li lasciamo ai tifosi, ci vuole questo entusiasmo, ma noi abbiamo chiuso la porta e se ne è aperta un’altra dove dobbiamo lavorare sodo per ottenere risultati. Con sacrifici dobbiamo cercare di ottenere di più”.

Lei ha sempre detto lavoro con il materiale che ho a disposizione., Cosa pensa della rosa ? “Dobbiamo ancora fare qualche ritocco a questa rosa. Se ci siamo tutti qualche partenza dovrà esserci e vediamo se aggiungere qualche tassello. Importante che arrivino quelli che hanno firmato. Con la rosa allargata possiamo avere maggiore soddisfazione”

Stessa situazione dello scorso anno quando la Lazio partì bene? “Più o meno. L’anno scorso ho dovuto fare più test per conoscere i giocatori. Adesso riusciamo ad alzare pretese. Oggi abbiamo iniziato un lavoro tecnico tattico individuale. Quest’anno saremo solo”

 

Ci sono 7 centrali e l’anno scorso nacque il 4-1-4-1, obiettivo difesa a 3? “Non dipende solo da me. L’anno scorso abbiamo provato diversi sistemi, ma siamo sempre tornati su certi principi. Questo è importante per ogni sistema. Se difesa a tre si dimostra meglio della difesa a 4  potrebbe essere una soluzione o un’idea, ma dipende anche da difesa e attacco. Proveremo diversi schemi, ma sempre lo stesso sistema di gioco”

In dodici mesi, cosa ha insegnato lei alla Lazio e cosa la Lazio a lei? “Se torniamo a dodici mesi fa, per voi è una sorpresa che io sia al secondo ritiro con la Lazio. Qualcosa ho dato a questa squadra, un tipo di mentalità e pensiero. Lazio mi ha dato tanto, la possibilità di mettermi in mostra su palcoscenici più importanti. Siamo pari e dobbiamo andare avanti braccio a braccio per ottenere di più”

 

Ci sono sei primavera e tanti nuovi arrivati in età primavera, tra quanto potrà contare su di loro? “Dipenderà da loro. Cercherò di farli mettere in mostra senza bruciarli come accaduto con Onazi. Valuteremo settimana dopo settimana”

 

DIfferenze rispetto all’anno scorso? “Abbiamo una rosa più ampia. Lo scorso anno abbiamo avuti tanti infortuni nello stesso reparto e tanti giocatori a non giocare tante partite importanti tutte insieme. Ognuno di loro deve”

Conte non vi ha citati come anti Juve? “No, l’anno scorso siamo partiti come ottava o nona. Quest’anno partiamo con tanta voglia di stupire e fare sorprese. Vedendo il mercato delle altre bisogna vivere partita dopo partita e dominare e avere la meglio sul campo”

Vinicius e Novaretti? “Non voglio analizzare troppo loro due. Gli ho detto che io ho pazienza e che non devono dare tutto subito. Piano piano devono inserirsi nella squadra e entrare nell’ottica del gruppo. Non sarà decisivo chi ha migliori giocatori, ma il miglior gruppo”

Dobbiamo avere una fame incredibile è un messaggio che lancia alla squadra per il pericolo appagamento? “Sono sicuro che non sarà così. I grandi giocatori devono avere sempre fare per ottenere sempre il 100%, solo così si ottengono risultati”

Il mercato non è chiuso, ci può tracciare il profilo di un attaccante che serve alla Lazio? “Nessun profilo in particolare. Vediamo sul mercato se c’è+ qualche opportunità da cogliere. Siamo tanti, c’è tanto per valutare la rosa. Adesso valutiamo chi c’è e poi faremo le considerazioni. Vogliamo fare bene, partendo dalla vittoria della Supercoppa”

I Primavera, quanti di loro potranno essere aggregati in prima squadra? “Loro faranno parte della rosa allargata per tutta la stagione. Devono essere talenti che non vanno bruciati. Li fermo per non farli esagerare e bruciare energie. Dopo un mese si faranno le prime valutazioni. Alcuni sono in età di Primavera. Diversi giocatori saranno con noi e magari giocheranno in Primavera e se dimostreranno il loro valore rubano il posto ad uno più esperto”

Ha paura di perdere Hernanes? “No lui è in vacanza. Vacanze meritate perché ha fatto più partite in Serie A. Sono quasi sicuro che sarà ancora importante in questa squadra. Deve dare di più, poi il mercato è sempre aperto per tutti. Io calcolo che il 26 luglio sarà con la squadra”

 

Rinnovo? “Ultima dei miei problemi. Fino a giugno c’è tempo”

Biglia-Ledesma e Felipe Anderson-Hernanes possono coesistere? “Si, sicuramente. Giocando su tre fronti assolutamente si. Tutti questi giocatori possono essere compatibili e giocare insieme”

La Champions è l’obiettivo? “Non mi pongo obiettivo matematico. Vogliamo migliorare di giorno in giorno, fare meglio dell’anno scorso e vincere”

LAZIONEWS

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.