fbpx

Perin e non solo

  Il Newcastle non molla Thomas Strakosha. Gli inglesi stanno rinnovando la squadra e avrebbero pensato al portiere della Lazio. L’albanese piace ai Magpies, ma il club biancoceleste chiede tra i 40 e i 45 milioni per privarsi del proprio numero uno. Cifra considerata elevata per ora dai britannici, ma nel calcio mai dire mai. Qualora la pista dovesse concretizzarsi, la Lazio dovrebbe trovare alla svelta un sostituto. Come riporta l’edizione odierna de Il Tempo, il primo nome sulla lista è quello di Mattia Perin. L’ex Genoa è sempre piaciuto alla dirigenza biancoceleste (in passato ci sono stati dei contatti) e stavolta potrebbe essere la volta buona e il 26enne potrebbe essere il sostituto ideale dell’albanese. Il calciatore, dopo che Buffon è tornato a vestire la maglia bianconera, è considerato in uscita dalla Juventus che sta cercando la soluzione giusta per non svalutare un proprio patrimonio. La pista che porta al club capitolino potrebbe essere la soluzione giusta sia per i campioni d’Italia sia per l’estremo difensore di Latina.

PERIN E NON SOLO – Lotito e Tare hanno anche un asso nella manica da giocarsi. Alessandro Lucci, procuratore del portiere, ha ottimi rapporti con la prima squadra della Capitale dopo gli affari Badelj e Correa. Questo potrebbe fare tutta la differenza del mondo e dare un’improvvisa accelerata all’operazione. Ci sarebbe già stata una chiacchierata la scorsa settimana a Formello durante l’incontro andato in scena tra la Lazio e Lucci. Il nome di Perin sarebbe emerso durante l’incontro trovando terreno fertile nel centro sportivo biancoceleste. Tutto (o quasi) però dipenderà dal futuro di Strakosha e dal Newcastle che deve assecondare le esose richieste delle aquile. Non è finita qui perché per Perin, poi, c’è da battere la concorrenza di Benfica, Porto e Atalanta, tutte alla ricerca di un portiere affidabile.  Il piano B porta al polacco Bartłomiej Dragowski, in uscita dalla Fiorentina, che lo valuta 15 milioni di euro.