Perea, l’agente: “A Roma non aveva spazio, ma Tare crede in lui”

Il colpo di maggior spessore del mercato estivo del Troyes ha sicuramente il nome di Brayan Perea. L’attaccante colombiano è sbarcato alla corte francese in prestito e fino ad adesso ha collezionato cinque presenze senza ancora aver trovato la via del gol. Mister Furlan punta molto sulla punta classe ’93, che in estate ha rifiuto due opzioni italiane. Come rivela gianlucadimarzio.com, infatti, Verona e Carpi avrebbero bussato dalle parti di Formello per provare a ingaggiare il collmbiano. Il fascino della Ligue 1, invece, ha fatto breccia nel cuore di Perea, pronto a stupire Oltralpe. Il suo agente Francesco Caliandro infatti afferma che Perea “è arrivato nel gruppo con un mese e 20 giorni di ritardo, ma il suo impiego è importante, soprattutto nel contesto in cui si trova, ovvero la Ligue 1. Brayan viene schierato come attaccante centrale o esterno d’attacco. Quella francese è una realtà diversa da quella italiana, il ragazzo deve recuperare il tempo perso lo scorso anno anche a causa di un infortunio. Diciamo che la stagione sportiva 2014/2015 è quasi da cancellare…”. Poi conclude rivelando: “Salvo la parentesi da gennaio in poi quando è tornato in biancoceleste. A testimonianza di come la società punti sul ragazzo. Quest’anno è stato mandato al Troyes per giocare e trovare la sua continuità. Alla Lazio gli spazi erano chiusi da Klose, Djorjdevic e Matri, ma il ds Tare crede molto in Perea e spera che questa esperienza gli serva per dimostrare tutto il suo valore e per tornare alla Lazio più forte e pronto”

Leggi anche:   Raul Moro trascina la Lazio Primavera anche in Coppa Italia. Lo Spagnolo e Furlanetto asfaltano il Cosenza

Questo è anche ciò che sperano i tifosi biancocelesti, visto che quando Perea venne acquistato, fu presentato come il “nuovo Cavani”, ma delle imprese fatte dal matador ex Napoli non se ne è vista neanche l’ombra.