Onofri, Jacobelli e Petrucci, il commento per stasera.

Intervenuto in diretta su Sky Sport 24, Matteo Petrucci ha parlato della formazione con la quale la Lazio scenderà in campo contro il Cluj. C’è una grande novità, ecco il suo intervento: “Forse anche Inzaghi non ci crede tantissimo. Oggi rinuncia a Milinkovic e Immobile, mentre giocherà Luis Alberto. Berisha ha avuto una ricaduta e quindi c’è lo spagnolo. È una buona notizia, visto il suo valore. Sarà il suo esordio in Europa League dal primo minuto. Caicedo non è al 100%, ha ancora dolore alla caviglia, ci sarà Adekanye dall’inizio. La curiosità è che per la prima volta giocheranno tutti e quattro i nuovi acquisti insieme. Pochi tifosi? Forse sono proiettati alla qualificazione in Champions League. Credo che se la partita fosse stata più decisiva ci sarebbe stato un altro tipo di risposta di pubblico”.

Leggi anche:   Lazio-Bologna i dati dalla biglietteria ed il rischio trasferta vietata

Claudio Onofri ha invece espresso la sua sul momento Lazio: È il mondo del pallone nostrano a snobbare queste competizioni: “Il calcio italiano ha sempre dato meno importanza a Coppa Italia ed Europa League, una cosa che non succede in altri paesi. Va bene dare la possibilità ai “Vavro” o “Berisha” di essere protagonisti, ma è proprio l’atteggiamento a essere sbagliato. Non solo della Lazio, in generale. Avere una mentalità più propositiva in tutte le manifestazioni potrebbe dare effetti positivi a tutto l’ambiente, dalla società stessa ai tifosi che andrebbero allo stadio per vedere sempre un bello spettacolo. L’Europa League forse comporta degli sforzi che a livello economico non vengono ripagati, ma in Inghilterra c’è sempre la stessa passione e la stessa voglia anche nel vedere una partita di coppa tra una squadra di Premier e una di Serie C”. Sulla partita di questa sera, Onofri ha aggiunto: “Il Cluj non è così scarso, comunque è primo in classifica in Romania, per quanto il livello sia basso. Oggi forse verrà a fare catenaccio e per me sarebbe un atteggiamento sbagliato, difendersi con tanti uomini non è la panacea di tutti i mali. Così magari ne prende 3 (ride ndr). In questo senso ora la Serie A sta migliorando, con tante squadre che provano a giocare e proporre calcio, come Lecce e Verona che avrebbero una rosa da retrocessione certa”.

Leggi anche:   Davide Nicola dopo Genoa-Lazio: " Errori per merito degli avversari. Bravo Inzaghi"

l direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli ha voluto fare un bilancio del cammino europeo della squadra di Inzaghi, fin qui disastroso. Ecco le sue parole a TMW Radio: “La Lazio non è stata eliminata per scelta, ma piuttosto per una serie di scelte sbagliate, con formazioni rivoluzionate di volta in volta. È un peccato, perché in campionato sta facendo vedere ottime cose. Il girone? Non c’erano avversari imbattibili. Ora serve un miracolo. Ed è colpa dei biancocelesti. L’Europa League deve essere presa sul serio dal primo impegno”. 

Leggi anche:   Acerbi Sergej e Immobile, assenti giustificati