Connect with us

News

Mateo Musacchio: chi è e la sua storia

Published

on

Mateo Musacchio, non è un volto nuovo nel mercato ma soprattutto per il calcio italiano.

Storia e passato

Classe ’90, figlio di una famiglia italo-albanese, ma nato in Argentina dalla famiglia che è emigrata a metà degli anni ’50. A solo 10 anni entra nel club del River Plate per 3 stagioni entrando in campo per 10 incontri. Nel 2008 vinse il Campionato Clausura con la prima squadra dopo aver passato 7 anni nelle giovanili.

Esordio Europeo

Nel 2009 venne acquistato dal Villareal cominciando così la sua carriera in Europa iniziando però nel Vollareal B per la sua giovane età totalizzando 22 presenze e 3 gol. Nel 2010 venne promosso in prima squadra collezionando 189 presenze e 7 gol fino al 2017.

L’approdo al Milan

Nel Maggio 2017 inizia ufficialmente la sua carriera in Serie A con la maglia del Milan. Pagato 18 milioni di euro firmando un contratto quadriennale con scadenza nel 2021 ( 30 Giugno). Sono 63 le presenze con i diavoli rossoneri e solamente un gol segnato. Un gol che ha battezzato la prima rete della Serie A nel derby perso contro l’Inter (3-2) il 17 Marzo 2019.

Nazionale

Una carriera che lo ha visto convocato in nazionale Argentina fin da giovane tra le quali con l’U17 nel 2006-2007, U20 tra il 2008-2010 fino a totalizzare 6 presenze tra il 2011 e il 2017 con la nazionale maggiore.

Musacchio ed il calciomercato Lazio

Con Luiz Felipe fuori dai giochi per l’operazione alla caviglia, Simone Inzaghi sembrerebbe non fidarsi della condizione fisica di Denis Vavro. Il difensore slovacco era già fuori rosa e fuori dai piani del tecnico piacentino ma il ritorno alla base di qualche settimana fa, per una visita medica non superata a Genova, visita programmata per poi trasferirsi nel Genoa, ha lanciato un campanello di allarme.

Molti nomi sono circolati in questi giorni tra U22 per non metter mano alla lista e altri giocatori svincolati. Ma nelle ultime ora si è fatto sempre più forte il rumore del difensore rossonero verso la capitale. Un profilo che non ringiovanisce la difesa biancoceleste ma che porterà certamente un po’ più di esperienza rispetto a dei profili trattati, decisamente più giovani che non conoscono il campionato della Serie A. Una scelta dettata forse da quest’ultimo punto dove Inzaghi vorrebbe nell’organico gente che non debba trovare il tempo per ambientarsi ( vedi Muriqi, vedi Pereira ) ma gente pronta a scendere in campo con intelligenza e consapevolezza del calcio italiano.

Leggi anche:   Serie B Femminile | Chievo Verona-Lazio 2-2, Chatzinikolaou sbaglia il raddoppio ma recupera il risultato

Le voci per ora sono forti ma si parla anche di un Parma che sta sulle tracce del giocatore e se si andrà avanti, il giocare in Champions League o ambire a qualcosa di più che ad una lotta salvezza, sarà la svolta dell’operazione e della scelta del giocatore.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

News

Intercettazioni Juventus: ecco quella su Locatelli!

Published

on

intercettazioni juventus

Giorno dopo giorno spuntano sempre più intercettazioni sul terremoto che ha scosso tutta la dirigenza della Juventus. Repubblica riporta quest’oggi, un affare che ha visto i bianconeri ed il Sassuolo sul cartellino di Locatelli:

“Nel comunicato in cui annuncia l’acquisto del giocatore, il 18 agosto 2021, la Juventus precisa “di avere raggiunto un accordo per l’acquisizione gratuita, a titolo temporaneo fino al 30 giugno 2023″. E aggiunge che l’acquisizione a titolo definitivo si sarebbe perfezionata con il versamento di 25 milioni, pagabili in tre esercizi, oltre a premi sportivi per 12,5 milioni complessivi”.

“La Juventus al Sassuolo avrebbe promesso bonus talmente facili da raggiungere (bastava fare un solo punto in campionato fra febbraio e marzo 2023) da non potere essere considerati premi di risultato. In particolare, l’accordo avrebbe previsto un “fidelity bonus” da 5 milioni non legato al verificarsi di alcuna condizione. Perché allora non registrarlo come quota fissa? La Juventus inoltre si sarebbe impegnata a versare al Sassuolo il 20 per cento sul valore della eventuale futura rivendita del cartellino del giocatore. Infine, secondo quanto ricostruito dai pm, la Juventus avrebbe concesso ai neroverdi l’intero incasso di un’amichevole al Mapei Stadium da giocarsi nei tre anni successivi alla firma del contratto”.

Leggi anche:   Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

De Laurentiis contro Casini: ” è uno schiavo di Lotito “

Published

on

loito de laurentiis

Il presidente del Napoli Aurelio De Laurentiis attacca Claudio Lotito e Lorenzo Casini con una battuta poco signorile.

Il numero 1 partenopeo è intervenuto ai microfoni sportivi sulla vicenda che vede la Juventus sotto la mira della Giustizia Sportiva con il caso Prisma.

La vicenda Juventus? Non ne parlo. Ci penseranno i magistrati, che stanno verificando. Non è compito mio, mi dispiace che il calcio, ma non è solo un problema italiano, non sia poi portatore sempre di quei valori che dovrebbero essere d’esempio per le nuove e le giovani generazioni“.

Se può essere una nuova Calciopoli? Non sta a me stabilirlo

La stoccata al presidente biancoceleste ed il presidente della Lega Serie A arrivadurante la presentazione al Coni:

È schiavo di Lotito, è schiavo!“.

Leggi anche:   Ritiro Lazio: spunta nuovamente la Turchia
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Infermeria

Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino

Published

on

infermeria lazio

La Lazio prosegue la sua preparazione invernale in questo stop per il mondiale del Qatar 2022. Nella sessione di oggi a Formello, solamente Marcos Antonio non si è presentato per un attacco influenzale. Dall’altra parte si attendono Milinkovic SavicMattias Vecino che sono stati eliminati entrambi dalla campionato mondiale ma che godranno ancora di qualche giorno di ferie.

Tutto il gruppo ha l’allenamento con Maurizio Sarri che vede l’infermeria vuota. Luis Alberto anche è tornato in gruppo dopo aver fatto una giornata di palestra nella giornata di ieri. Felipe Anderson provato ancora da Falso Nueve, in attesa di capire se quest’inverno arriverà un vice Immobile oppure no.

 

Leggi anche:   Primavera 2 | La Primavera vola in classifica con un poker alla Ternana
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza