Il mercato Lazio sta per decollare (forse)

Siamo arrivati alla fine della prima settimana della sessione di mercato estiva e dopo la conferma dello stesso Bielsa di essere il nuovo allenatore biancoceleste per la prossima stagione (dovrebbe sbarcare a Roma sabato per partire domenica in ritiro ad Auronzo con il resto della squadra, esclusi i nazionali) il mercato della Lazio dovrebbe cominciare. Bisognerà intervenire in tutti e tre i reparti con maggiore preoccupazione per la difesa e l’attacco, particolarmente scarni al momento, e sarà necessario sfoltire la rosa viste le nuove regole in merito emesse dalla Lega, cedendo gli esuberi e chi ha voglia di cambiare aria.

Partiamo dalla situazione di Candreva, che molto probabilmente lascerà la capitale: le alternative possibili per l’esterno biancoceleste sono il Napoli (in pole per l’acquisto del numero 87) e il Chelsea, dopo che la nuova dirigenza dell’Inter ha deciso di non investire troppo su giocatori esperti al fine di puntare sui giovani per portare avanti un progetto a lungo termine. I partenopei sono arrivati a offrire circa 24 milioni mentre i londinesi potrebbero alzare l’offerta nei prossimi giorni, il suo futuro sarà più chiaro nelle prossime settimane, ma la sensazione è che in qualunque caso le strade di Candreva e della Lazio si separeranno definitivamente.

Per sostituirlo il neo allenatore biancoceleste avrebbe richiesto Valencia, in uscita dal West Ham che sta trattando l’acquisto di Benteke e ha bisogno di sfoltire il settore avanzato. Valencia potrebbe arrivare in prestito, ma andrà deciso con la squadra londinese se alla fine la Lazio sarà obbligata o meno a esercitare il riscatto, che sarebbe fissato tra i 12 e 14 milioni di euro.

Nuovo stallo nella trattativa che porterebbe Adriano a Roma: il Barcellona non si priverà del brasiliano gratuitamente e potrebbe accettare un’offerta di circa 2 milioni di euro, ma il pesante ingaggio che vorrebbe percepire il terzino alla Lazio fa riflettere attentamente la dirigenza biancoceleste, che potrebbe vertere su un altro giocatore, magari più giovane del 32enne.

Ufficiale la cessione a titolo temporaneo con diritto di riscatto di Elez al Rijeka. Questa la prima mossa per accorciare la rosa biancoceleste: l’ex Aarhus tornerà in Croazia e avrà una nuova occasione di giocare con continuità all’estero, con la possibilità che venga riscattato a fine stagione.

Fronte Onazi: sembra che il Besiktas sia piombato sul nigeriano, nuovamente in bilico nel progetto Lazio. Se arrivasse un’offerta soddisfacente il mediano sarebbe un probabile partente verso la Turchia, regalando così una discreta somma per fare mercato a Formello.

Rodrigo Caio potrebbe invece essere il primo rinforzo in difesa: il classe ’93, come confermato dalle parole del presidente del San Paolo, lascerà molto probabilmente il Brasile. L’offerta della Lazio sembra essere arrivata a destinazione e si tratterebbe di un prestito oneroso di 3 milioni con obbligo di riscatto fissato a 8. Un investimento importante per un giocatore molto promettente che Bielsa ha richiesto prepotentemente.

Inaspettatamente ieri il procuratore di Pato, in uscita dal Corinthians, ha incontrato a Villa San Sebastiano Lotito e Tare per parlare di un eventuale acquisto da parte della Lazio per il suo assistito. Trattativa probabilmente fino a ieri portata avanti in sordina per il brasiliano, in uscita dal suo club che a dicembre lo perderebbe a zero, anzi che incassare una cifra di circa 5 milioni di euro per lasciarlo partire ora. Difficile quindi ipotizzare che se l’interesse della Lazio per l’ex Milan fosse reale la trattativa non andrebbe in porto.