Mauri-Calcioscommesse: si riapre un nuovo capitolo

Sembra infinita la vicenda che vede coinvolto Stefano Mauri nello scandalo del calcioscommesse, infatti per febbraio 2016 è prevista una nuova udienza preliminare da parte della procura di Cremona che vede coinvolte circa 110 persone, tra cui figura anche il capitano biancoceleste. L’ udienza si svolgerà nel tribunale cremonese in tre aule separate ma collegate tra di loro tramite un sistema di videoconferenze e oltre a Mauri vedrà coivolti altri grandi nomi legati al calcio, come il ct della Nazionale Antonio Conte. Dopodomani intanto, il gup lombardo si esprimerà in merito alla richiesta di patteggiamento di Hristiyan Ilievski, il macedone considerato capo del clan degli zingari che avevano il compito di manomettere le partite di Serie A e B, che ha chiesto una pena inferiore ai due anni. Tornando a Mauri, il brianzolo sarà giudicato, questa volta, dal punto di vista penale e perciò non c’è più alcun rischio di un suo coinvolgimento sul piano sportivo. Le parole dell’ avvocato Melandri sono comunque rassicuranti: “Nessuna sorpresa – ha dichiarato a La Lazio Siamo Noi – ci aspettavamo questo ulteriore passo. È un’udienza preliminare in cui verranno ascoltati gli imputati. Da lì in poi, se ci saranno ulteriori novità, scopriremo se si andrà avanti con un processo o meno”. Al momento, quindi, si parla solo di ascoltare l’ imputato, solo successivamente la Procura potrebbe pensare di avviare un processo nei confronti del giocatore.