Connect with us

Lazionali

Lazionali: sorride Cataldi, gli stranieri perdono, Milinkovic batte Berisha nel finale

Published

on

Giovedi pieno di partite valevoli per la Coppa del Mondo o per gli Europei russi, e i nostri giocatori nel complesso hanno avuto alti e bassi, ma andiamo con ordine.

BIGLIA-ARGENTINA – Non c’era Higuain per scelta tecnica, non c’era Messi con la paura che non lo vedremo sui campi di gioco per un paio di mesi per l’affaire Fisco, e tutto ciò si è notato. L’Albiceleste del Tata Martino cade sotto i colpi del modesto Ecuador: in una partita abbastanza confusa sia nel gioco che nelle emozioni, la selezione di Quinteros in 2 minuti chiude la pratica. Al minuto 80 va avanti con Frickson Eranzo e dopo un minuto ci pensa la punta dell’Espanyol Felipe Caicedo. 90 minuti per Lucas Biglia che ai microfoni latinoamericani giudica così la prestazione di gruppo: “Abbiamo perso perché non abbiamo giocato, non abbiamo fatto nulla di buono. Non abbiamo mostrato pazienza e l’assenza di Messi è pesata”

MILINKOVIC STENDE UN BRUTTO BERISHA – A partita praticamente finita, la Serbia fa fuori l’Albania di De Biasi. L’ex laziale Kolarov la sblocca al 91′ e l’interista Ljajic al 94′ la chiude con un pallonetto. C’è Berisha in porta ma lascia a desiderare sul primo gol, e pensare che il Portogallo (non appagato) ha battuto la Danimarca 1-0, adesso avremmo parlato della prima storica volta delle Aquile dei Balcani agli Europei. Invece niente e c’è bisogno di vincere contro l’Armenia per fare festa subito, evitando così lo spettro playoff. Da ricordare che la Danimarca ha già giocato tutte le partite del girone. Per la cronaca Milinkovic-Savic, pur non essendo entrato in campo, ha assaporato la prima convocazione in nazionale maggiore.

CATALDI E L’UNDER 21 SORRIDONO – Due vittorie in due partite per la giovane banda di Gigi Di Biagio, stavolta la vittoria è anche bella forte, un 3-0 che chiarisce le volontà della truppa azzurrina. 70 minuti di difficoltà risolti da un cambio decisivo, l’uscita di uno spento (e forse stanco) Bernardeschi e l’entrata del giovane giramondo Monachello; con l’atalantino in campo, arrivano i gol, due proprio dell’ex Lanciano e festa completata da capitan Benassi. Partita completa per Danilo Cataldi, il ragazzo di Ottavia che dimostra di avere sempre più carattere e personalità in campo, invitato molte volte alla propensione offensiva è sfortunato al tiro in alcune occasioni.

Leggi anche:   Zaccagni: " Contro la Fiorentina dobbiamo portare in campo l'atteggiamento..."

ONAZI PERDE IN AMICHEVOLE – Brutta serata, ma indolore, per la Nigeria del nuovo ct ed ex giocatore di Reggiana e Juventus Sunday Oliseh. Infatti le SuperAquile cedono 2-0 al Congo in un amichevole giocata in Belgio; Mbokani al 7′ e Jordan Nkololo al 31′ sanciscono la vittoria in questa sorta di derby centrafricano. Eddy Onazi gioca 83 minuti nel ruolo insolito di mezzala sinistra, poi cede il campo a Onyinye Ndidi del Genk. Per il centrocampista della Lazio giocare le amichevoli, al momento, sono le uniche occasioni per vestire la maglia verde, essendo squalificato per due turni a causa dell’espulsione rimediata il 13 giugno contro il Ciad. La prima data disponibile per lui sarà il 25 marzo contro l’Egitto.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement