Connect with us

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Udinese, Sarri in conferenza stampa: ” Responsabilità collettiva”

Published

on

In vista di Lazio-Udinese, Maurizio Sarri è intervenuto nella consueta conferenza stampa. Il tecnico toscano analizza l’avversario ritrovando Gotti all’Olimpico di Roma. Parole anche sul periodo biancoceleste che non brilla di lucidità e continuità.

“Gotti è un ragazzo con un’intelligenza non comune. Al Chelsea quando eravamo insieme lo ascoltavo molto, non faceva mai considerazioni banali. Sta facendo un buon percorso. L’Udinese è una squadra che non concede molto anche in trasferta, mi aspetto una partita difficile.

Nelle gare “normali” abbiamo una media di 2,3 punti a partita, in quelle dopo impegni europei o delle nazionali abbiamo avuto un altro rendimento. La nostra è una squadra che ha disputato alcune ottime partite ed altre da squadra scarica sotto il profilo delle energie mentali. Nel calcio attuale questa è una problematica non semplice.

In ogni caso, credo anche che per valutare il lavoro serva avere una visione più ampia. Al momento il nostro non è un problema tattico, noi dobbiamo saper ricaricare le energie nervose dopo momenti faticosi. Ad ora, alcune volte ci riusciamo, altre no. Penso si tratti di una problematica inconscia. La sconfitta di domenica si percepiva dal riscaldamento. Non c’era nulla da fare, seppur sia stato frustrante.

Nelle ultime quattro gare in casa abbiamo subito tre reti, tutte su rigore. L’accorgimento difensivo lo trovo se qualcosa non funziona, prima di cambiare è meglio provare a sistemare la situazione.

Felipe Anderson ha qualità fisiche e tecniche straordinarie, ha un carattere molto delicato grazie ad una sensibilità fuori dal comune. È difficile riattivarlo così come compiere scelte sul suo conto. È dura lasciarlo fuori, potenzialmente è un fuoriclasse. Bisogna convivere con questa situazione.

Quando si gioca troppo si gioca male. Serve il giusto tempo per preparare i calciatori per poi godersi lo spettacolo in campo. Il calendario è da rimodulare, così è difficile lavorare.

Mercato? Con la società abbiamo parlato solamente di qualche necessità. Credo serva parlare per programmare a lungo termine, ragionando sulle prossime due tre finestre. La Lazio non è una società con la pressione del risultato, ha delle idee che porta avanti.

Strakosha, al momento, gioca in Europa League e Reina al momento in campionato. Fino ad adesso, abbiamo compiuto questa scelta, poi vedremo, ma non in base alla singola partita.

Marusic ha dovuto svolgere vari esami medici, da oggi ripartirà con la doppia seduta per vari giorni. Il problema di andare in gol lo abbiamo avuto in poche partite, in alcuni casi è venuto meno il movimento senza palla  che ci ha reso sterili. Bisogna gestire meglio alcune situazioni, abbiamo anche l’arma delle ripartenze da sfruttare bene.

Per sostituire Luiz Felipe squalificato al momento c’è Patric che è l’unico destro a disposizione. La prima idea è quella, poi oggi vedremo dopo l’allenamento. Dopo la gara di Napoli è inutile buttare la croce addosso a qualcuno, la responsabilità è collettiva. Quella di Napoli è stata una gara non giocata”.

Leggi anche:   Igli Tare, con Fabiani sempre meno potere. Addio in arrivo?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Sampdoria: la conferenza stampa di Maurizio Sarri : ” Sensazione di crescita sotto tutti i livelli “

Published

on

Al termine di Lazio-Sampdoria, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa

“Romero per l’età che ha lascia intravedere un potenziale importante, ha una mentalità che mi lascia ben sperare. Non ho bisogno degli scampoli di partita per giudicarlo, lo vedo tutti i giorni in allenamento. Sono felice per Luis Alberto, che ha realizzato un gol di rara bellezza.

La partita di questa sera è stata simile a quella contro lo Spezia, concedendo poco: a differenza di sabato scorso, non abbiamo commesso gravi errori. La squadra ha giocato con qualità, facendo una partita seria. Pedro? Avrò un controllo lunedì, speriamo di riaverlo in gruppo. Spero di averlo a disposizione, vedremo lunedì.

La sensazione è che la squadra stia crescendo sotto tutti i livelli. Ringrazio il pubblico, trascinando i tifosi ed avere un Olimpico così pieno ogni partita sarebbe un vantaggio importante. Le partite europee non sono una difficoltà per noi, chi gioca il giovedì perde più spesso la domenica, nonostante si parli di squadre di livello. Servirebbe quindi andare in Champions e giocare di martedì (ride, ndr).

Lazzari sta crescendo tantissimo, è in un percorso positivo per quanto riguarda la tattica di reparto ed inviduale. Inoltre, in questo percorso non sta perdendo le proprie qualità offensive”.

Leggi anche:   Partita la nuova stagione della Lazio: situazione Auronzo di Cadore
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Genoa-Lazio: la conferenza stampa di Maurizio Sarri

Published

on

Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa al termine di Genoa-Lazio.

La squadra sta diventando feroce davanti?

“Sono contento soprattutto per l’atteggiamento perché questa partita poteva essere considerata facile da vincere, ma quello che aveva fatto il Genoa ultimamente la rendeva difficilissima. Siamo stati bravi nell’impatto, abbiamo accettato che facessero la partita sporca e siamo stati lucidi in fase di possesso”

Questa è la Lazio che Sarri ha ottenuto lavorando sul campo? Immobile?

“Per quanto riguarda la squadra penso e spero che ci siano ancora dei margini di crescita. Immobile ha dei numeri talmente impressionanti che non fa notizia quando non segna, ma quando non segna. L’ho sempre detto che era una polemica artefatta su Immobile, senza senso. Il ragazzo risponde come sta facendo da anni, più bella risposta credo non ci sia”.

Non pensa che l’Italia si sia presa un lusso nel non cercare uno schema che potesse favorire Immobile?

“Della Nazionale non voglio pensare niente. Ci sono delle persone che ci pensano e sanno cosa fare. Tra l’altro non seguo molto il calcio della Nazionali”.

Ci sono giocatori in scadenza che possono rimanere?

“Abbiamo cominciato a parlarne, sicuramente se non hanno firmato per altre squadre la società farà una proposta”.

Lei ha parlato di ulteriori margini di crescita, fin dove possono portare?

“Andiamo a vedere di trovare questi margini, il primo è quello della continuità. In questi mesi la squadra sta sbagliando meno partite rispetto all’inizio, però qualche blackout c’è stato. Se pensi alle tre partite toppate e non giocate o quelli in cui abbiamo preso gol allo scadere hanno tolto tanti punti. Pensiamo a raggiungere il massimo, poi vediamo quello che fanno gli altri”.

La corsa europea come la considera? La chiacchierata con la società?

“La volata mi piacerebbe fosse più lineare. A due squadre è stata rinviata una partita a inizio gennaio e siamo a metà aprile e non si è giocata. Se non è possibile recuperare una partita in quattro mesi il calendario è infattibile, oppure non si è voluta recuperare. La classifica è ancora troppo aletoria. La prima chiacchierata con la società è stata introduttiva”.

Fonte: lalaziosiamonoi

Leggi anche:   Tare sempre più lontano dal progetto Lazio? Litigio davanti ai tifosi con Lotito
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Sassuolo | Conferenza stampa Sarri: ” Voglio una squadra Cazzuta! “

Published

on

Alla vigilia di Lazio-Sassuolo, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa.

Il dopo Roma-Lazio e Nazionale

“I ragazzi sono rientrati principalmente ieri dalla nazionale. Con noi hanno svolto solo un allenamento. Il derby ci ha lasciato dietro qualche scoria, speriamo di trasformarle in risvolti positivi, affrontiamo il Sassuolo che è tra le migliori d’Italia. Io mi aspetto un finale di stagione d’alto livello da parte di tutti, non solo a livello tecnico ma anche caratteriale. Da queste partite voglio una risposta importante. 

Claudio Lotito e la rabbia contro i giocatori

“Lotito l’ho visto ieri e volevamo parlare con i giocatori, prima ho parlato io poi il presidente. Nel derby abbiamo fatto una partita inspiegabile, non tanto per il risultato quanto per l’atteggiamento. Io sono molto arrabbiato con i giocatori per questo tipo di carattere, e sono frustrato anche con me stesso perché il giorno prima credevo di aver visto la giusta carica, ma forse mi sono sbagliato. Il futuro per me si chiama Sassuolo. Adesso voglio una squadra grintosa, cazzuta e vogliosa di finire la stagione nel migliore dei modi. “

Voglio giocatori professionisti

Io spero di avere a disposizione dei professionisti di alto livello, e i professionisti non pensano che possano esistere partite inutili. Bisogna giocare sempre al massimo senza pensare ad altro. 

Ciro Immobile

Ho parlato con Immobile, gli ho detto che lui è il capo espiatorio di questa situazione. Non è lui il colpevole, pensasse alla Lazio perché se io fossi in lui saprei benissimo cosa fare. Sono fiducioso su di lui perché quando rientra qui a Formello ha sempre la testa indirizzata nel migliore dei modi. 

Problema di Atteggiamento

“L’aspetto tattico per quanto riguarda il derby non c’entra nulla. Il motivo è difficile da scovare, se uno di noi fosse stato capace di capirlo subito avremmo curato questo problema. Ultimamente non si stava più presentando questo problema di atteggiamento, purtroppo ci è capitato nella domenica peggiore. La causa non è solo una, ma piano piano è un qualcosa su cui dovremo andare oltre. 

Le nazionali

Le nazionali oggi non rappresentano più un movimento, visto che ormai ogni squadra dei club è piena di stranieri. In questa settimana ho sentito troppe cavolate sui problemi del calcio italiano. Ad oggi il calcio italiano è 30-40 anni indietro. Non si parla mai di strutture, quando io parlo dei campi da gioco vengo preso per matto e poi i risultati sono questi. Guardiamo dove mandiamo a giocare i nostri calciatori. 

Leggi anche:   Vicario-Lazio: parla il Presidente dell'Empoli

Basic

Basic non credo si sia involuto, però ci aspettavamo una crescita più veloce rispetto a quello che sta accadendo. Parliamo di un ragazzo che sarà il pilastro della Lazio del futuro, poi se dovesse servire un mese o poco più non importa. Marusic ieri ha svolto tutto l’allenamento, spesso fa dei controlli per un vecchio problema ma non credo possa complicargli la situazione. Lazzari sta crescendo, ha avuto settimane complicate ma ora sta bene. 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design