Connect with us

News

Lazio-Torino | Immobile: “Oggi ci serviva la vittoria.. Critiche? Non bastano i record”

Published

on

lazio venezia ciro immobile

Al termine di Lazio-Torino, Ciro Immobile è intervenuto ai microfoni di Sky.

“Partita difficile, noi dobbiamo migliorare l’approccio nel secondo tempo, come è stato col Genoa. Se riuscivamo a portare avanti lo 0-0 potevamo segnare il gol della vittoria. La squadra ha lottato su tutti i palloni contro un avversario tosto e va bene così”.

QUARTO POSTO

“Quando becchi il pressing in ogni zona del campo devi muovere la palla velocemente, noi lo abbiamo fatto a sprazzi trovando qualche occasione ma loro sono una squadra tosta tecnicamente e fisicamente. Ora guardiamo avanti con un punto guadagnato. Quarto posto sapevamo che fosse lontano, con il pareggio della Juve e una vittoria nostra ci saremmo avvicinati, il nostro step va avanti nella crescita, volevamo la terza vittoria consecutiva, purtroppo non è arrivata”.

CRITICHE 

“I record bastano a zittire le critiche? No, non bastano. Le critiche fanno parte del calcio e le accetto ma non accetto le cattiverie, ci sta qualcuno che si diverte nel farle. Io voglio meritare le critiche e gli elogi quando ci sono. In Nazionale è tutto amplificato, rimane il dispiacere della non qualificazione, la risponsabilità è di tutti”.

Il numero 17 è poi intervenuto ai microfoni di Dazn.

“Non è stata la vera Lazio? Il Torino ci ha messo in grande difficoltà, non siamo riusciti a muovere la Lazio come al solito. Questo ci ha penalizzati. Il risultato più giusto è il pareggio. La partita è stata abbastanza equilibrata, abbiamo avuto delle occasioni contro giusto da calci piazzati”.

 “Il Torino di solito viene ad aggredire e poi cerca gli spazi, oggi ha dimostrato di saper palleggiare. Questo ci ha messo in difficoltà, ci ha stupiti. Occasione persa? Sì, è ovvio. Le difficoltà ci sono e ci sono ancora. La Juventus è lontana, la lotta per l’Europa League è serrata, oggi ci serviva sicuramente qualcosa in più”.

“25 gol in tre campionati diversi? Bello bello, frutto di un lavoro che viene da lontano. Ringrazio tutti i miei compagni, sono davvero soddisfatto. Oggi Sergio ha messo una palla strepitosa. Nazionale? Bene o male, purché se ne parli. Le critiche fanno parte del nostro lavoro. Quando arriva una delusione così importante, è ovvio. Le responsabilità sono di tutti, bisogna guardare al futuro, sperare di andare al prossimo Mondiale. Se rimango? Non so, non ho ancora deciso”.

Leggi anche:   Romagnoli e la Lazio: si rischia di perderlo per sfinimento?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Luis Suarez proposto alla Lazio, ma non si può fare!

Published

on

Bomba di calciomercato da parte di TMW dove parlano di un Luis Suarez proposto alla Lazio. Come riporta la testata giornalistica, Maurizio Sarri è ancora a caccia di un vice Ciro Immobile e non sarebbe soddisfatto se restasse solo Jovane Cabral. Il pistolero però, ex Liverpool e Barcellona, è un nome caldo a parametro zero, classe 1987 avrebbe detto addio all’Atletico Madrid in cerca di una sistemazione italiana. In passato era stato molto vicino alla Juventus ma non ha superato l’esame per acquistare il passaporto creando un’indagine sull’esame dato nella scorsa estate. Resta dunque un extracomunitario ed è proprio per questo non potrà giocare con la Lazio visto che l’ultimo posto l’ha preso Marcos Antonio.

Ci sarebbe poi il problema dell’ingaggio visto che l’Uruguagio prendeva 6 milioni di euro a stagione e Claudio Lotito non ha mai superato i 4,5 milioni di euro per i pilastri della Lazio. Su di lui ci sarebbero ora anche Atalanta e Fiorentina.

Leggi anche:   " Il pezzotto rovina il calcio e non le pay tv cit ", La polemica su Dazn
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Alfredo Pedullà contro Tare: ” L’indice di liquidità diventa una cosa logorroica…”

Published

on

Pedulla lazio

Alfredo Pedullà è tornato a parlare della Lazio su Sportitalia bacchettando ancora una volta l’operato di Igli Tare con l’indice di liquidità che non da mai tregua al club di Claudio Lotito:

«L’indice di liquidità diventa una cosa logorroica, la Lazio è un diesel e alle ultime sessioni di mercato non va bene, il direttore sportivo Tare non è bravo a cedere, se non in prestito con diritto di riscatto. Sarri ha pazienza, ma ne ha già avuta tanta. Romagnoli magari lo chiuderanno, ma non può stare in bilico tra 2,5 e 3 quando a 3 lui firma, questo per il problema Acerbi (che ha un contratto fino al 2025 quando compirà 37 anni ad oltre 2 milioni a stagione). Bisogna snellire, andare oltre l’indice, la pazienza non è infinita, abbiamo parlato della possibilità dell’ingresso di un’altra figura, Angelo Fabiani. I tifosi vanno coccolati non allontanati, perché all’ultima giornata sono andati in 52mila a guardare Lazio-Verona. Lotito deve pensare ai suoi tifosi non a quelli della Roma. Soprattutto concludere questo rapporto con Tare, che è un rapporto di incompatibilità tra Tare e Sarri, parlano due lingue diverse. Io non ho nulla contro Tare che ha fatto grandi colpi nella sua carriera, ma adesso se non ci metti il punto comprometti il rapporto con l’allenatore».

lazionews24

Leggi anche:   Ciro Immobile: "Il problema con Sarri era la Difesa..."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Comunicato ufficiale

Lotito risponde con un Comunicato ufficiale alle critiche delle parole rilasciate a Viterbo

Published

on

Claudio Lotito corre ai ripari e rilascia un comunicato ufficiale tramite il sito della Lazio. Il presidente biancoceleste accusa i quotidiani per alcuni titoli con virgolettati inesistenti e minaccia di rispondere nelle sedi opportune….

Il Comunicato

I titoli di alcuni quotidiani, uno in particolare che usa un virgolettato inesistente, sull’interpretazione delle parole del Presidente Lotito faranno forse vendere qualche copia in più sotto l’ombrellone e animeranno il dibattito sulle radio e sui social, ma fanno anche venire più di un dubbio sulla qualità e sull’obiettività dell’approfondimento giornalistico sportivo.
Giovedì sera, nel corso di un dibattito pubblico sullo sport a Viterbo, il Presidente Lotito ha ribadito un’opinione già più volte espressa: che vorrebbe più tifosi allo stadio, essendo la loro spinta decisiva per quelle vittorie e quei traguardi che negli anni alla Lazio non sono mancati. Non ha espresso graduatorie di merito, ci mancherebbe altro! Piuttosto ha sottolineato che il calcio si anima solo con la passione della gente. Per farla più semplice alla stampa, evitando forse così altri titoli e commenti maldestri: i tifosi laziali non hanno nulla da imparare da quelli della Roma. Per loro parla la storia e la loro passione.
È ovvio che chi ha adoperato strumentalmente parole mai pronunciate ne risponderà nelle sedi opportune.

Infine, tra i numerosi commenti letti in queste ore sui social, ci sentiamo di condividerne uno che probabilmente ha compreso meglio di altri lo spirito e le parole del Presidente Lotito. Per ovvie ragioni non possiamo riportarlo integralmente, ma il senso finale è questo:
Pungolare e criticare anche aspramente la Società può essere costruttivo se fatto con serietà e obiettività. Attaccarsi ad ogni frase e ad ogni termine, interpretandoli in modo personale e non veritiero, invece, apre solo la strada ai tanti avversari sportivi (e non solo) della Lazio.

Leggi anche:   Calciomercato Lazio: offerta inglese per Milinkovic Savic ma...
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design