Connect with us

News

Lazio-Sparta Praga: la moviola

Published

on

La Lazio abbandona l’Europa League, chiudendo la sua stagione in anticipo. Il sogno europeo termina con il tris di uno Sparta Praga capace di capitalizzare le poche occasioni capitate ai suoi attaccanti Dockal, Krejci e Julis, che in appena un tempo superano Marchetti per 3 volte e regalano i quarti di finale alla formazione ceca.

Nella serata della disfatta biancoceleste, l’arbitro francese Ruddy Buquet amministra l’incontro senza particolari problemi. Il direttore di gara transalpino adotta un metro di giudizio “all’inglese” lasciando molto giocare e preferendo un gioco più fisico. Ecco quanto accaduto durante i 90 minuti di gioco:

PRIMO TEMPO

5’ Brabec spinge Klose a metà campo, il tedesco cade a terra ma Buquet lascia correre.

6’ azione successiva, Zahustel interviene su Keita. Il terzino dello Sparta sembra aver preso il pallone, la decisione dell’arbitro è quella di lasciar correre nuovamente.

9’ Sparta Praga in vantaggio: bel gol di Dockal dal limite dell’area.

11’ blackout Lazio, lo Sparta raddoppia: ancora Zahustel sulla destra, Krejci è da solo in mezzo all’area. Il terzino lo serve, il classe ’93 la mette dentro.

17’ fallo in attacco per lo Sparta, spinta di Julis su Bisevac a centro area. Decisione ok dell’arbitro.

19’ Biglia cade a terra al limite dell’area, defilato. Sembra lasciarsi andare, il contatto non c’è. Per Buquet non c’è nulla.

38’ intervento duro ai danni di Klose, calcio di punizione dalla trequarti per la Lazio. Decisione giusta, il fallo c’è.

43’ lo Sparta cala il tris, Lazio sparita: destro di Julis che infila Marchetti.

SECONDO TEMPO

62’ Lulic si lamenta per un fallo non concesso al limite dell’area, l’arbitro lascia nuovamente correre. Ma stavolta il contatto con Zahustel sembra esserci.

64’ contatto Marchetti-Konatè, il giocatore dello Sparta Praga commette fallo. Decisione ok.

69’ giallo per Lulic, fallo su Vacha a metà campo dopo aver subito un anticipo.

78’ altro cartellino giallo, stavolta per lo Sparta Praga. Frydek ammonito a metà campo per un fallo su Parolo. Il contatto c’è, decisione giusta di Buquet.

83’ fallo in attacco di Matri, allarga il braccio su Brabec. Scelta giusta, il contatto c’è.

Leggi anche:   Pellegrini, le prime parole in Biancoceleste: " Sono tornato a Casa nella mia squadra..."
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement