Connect with us

News

Lazio-Sampdoria, Ranieri in conferenza stampa :”Non abbiamo mai tirato in porta”

Published

on

ranieri lazio cagliari

La Sampdoria perde in casa della Lazio. Non è bastata la supremazia territoriale del secondo tempo per evitare la sconfitta. A fine gara il mister blucerchiato Ranieri, ha commentato la partita ai cronisti presenti.

LA CONFERENZA STAMPA

Commento sulla gara?

 “La mia idea iniziale era quella di non far giocare la Lazio, mettere in condizione i miei tre attaccanti di poter sfruttare il loro gioco e le loro qualità. L’abbiamo fatto a tratti, poi la Lazio ha fatto il gol, sapevamo giocasse molto sulle seconde palle. Sono stati bravi loro. Abbiamo avuto 10-15 minuti in cui l’avversario è cresciuto molto. Mi dispiace che non abbiamo mai tirato in porta, ma abbiamo reso la gara sempre viva. Abbiamo tentato in tutte le maniere di pareggiare la gara. L’unico contropiede valido quello di Milinkovic. Esco dall’Olimpico a testa alta, contro un’ottima Lazio che sa come giocare, ma questo l’avevo detto già in presentazione. Non era facile, usciamo rammaricati per il risultato. Ma ci sta, fa parte del calcio”. 

Blocco psicologico?

“Non credo, il blocco psicologico ce l’abbiamo perché concediamo sempre gol. Ma ne abbiamo fatti anche tanti. Oggi c’è mancata la palla giusta per poter tirare in porta. Alcune volte siamo stati ribattutti, la Lazio si chiudeva immediatamente bene. Della gara sono soddisfatto, non posso dire contento perché quando si perde non si è mai contenti. Ma ho fatto i complimenti ai ragazzi”.

15 punti tra Lazio e Sampdoria si vedono?

“Dico di no, ma non conosco nei dettagli il percorso della Lazio. So che all’inizio non è riuscita a ingranare ma ora è tornata quella macchina che era gli anni precedenti. E ha tutto il tempo per chiudere in bellezza. Quando faccio un cambio so che chi entra dà il massimo. Sta a me valutare bene quando uno e quando l’altro”.

Possibilità di scalare posizioni?

“Non chiedete troppo, stiamo facendo un buon campionato. Sappiamo che ci sono altre che vogliono venire nella parte sinistra, noi faremo di tutto per tenerle a bada. Non possiamo aspirare ad andare in Europa, sarebbe prendere in giro i nostri tifosi. E questo non l’ho mai fatto in tutta la mia carriera”.

Non la soddisfava l’impostazione tattica del primo tempo?

“Era un 3-4-1-2 mascherato, avevamo sempre Candreva che veniva a pressare altro. Dopo ho preferito lasciare più spazio a Lucas Leiva e far attaccare Patric sulla nostra parte sinistra”.

Ingenuità nel gol?

“Non dovevamo rimettere la palla centrale di testa, dovevamo metterla in fallo laterale. Qualche volta ce li facciamo da soli i gol”.

Contrasti in area?

“L’ho rivista, e non m’è sembrato un fallo da rigore. Quagliarella non ha neanche detto nulla. Per quello che ho visto, e ho visto solo un’inquadratura, va bene ciò che ha deciso il Var”.

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.