Connect with us

News

Lazio-Salernitana,Reina in conferenza stampa: “Dopo Verona è scattato qualcosa”

Published

on

pepe reina

Vigilia di serie A in casa Lazio. La squadra biancoceleste domani alle ore 18 ospiterà la Salernitana di Colantuono. A presentare il match è stato il portiere spagnolo Pepe Reina, queste le sue dichiarazioni:

Una partita per entrare nella top 20 della Lazio. Quale obiettivo vuoi raggiungere?

Non lo sapevo, quando hai circa 40 anni i record arrivano quasi da soli, l’importante è essere a disposizione e di aiuto per il gruppo, poi queste cose sono belle e importanti, ma conta il contributo che si dà ai compagni.

Come valuti i giovani portieri della Lazio come Adamonis, Furlanetto e Moretti? 

Sono di grande aiuto per noi, per loro è un’opportunità, hanno il futuro davanti, Adamonis in particolar modo ha fatto un passo in avanti importante, è migliorata parecchio la sua struttura e la sua tecnica da portiere. Gli altri sono giovanissimi, hanno appena iniziato, il rapporto è molto positivo con tutti.

Il tuo segreto?

La dedizione penso. L’amore per ciò che si fa, del calcio ho fatto la mia ragione di vita per tutta la carriera, è il segreto più “normale”. Tutti noi calciatori dobbiamo rendere il calcio la nostra ragione, lavorare e riposare bene.

La dimensione della Lazio?

Siamo in un periodo di cambiamento, di accettazione delle idee del mister, dobbiamo cercare di accorciare i tempi per raggiungere gli automatismi che vuole il mister. Nelle ultime 3-4 settimane abbiamo fatto passi in avanti importanti, la squadra sta diventando solida, deve essere il primo obiettivo, essere continui e diventare una squadra difficile da battere. Solo così si può capire il nostro valore, l’importante è avere continuità nelle prestazioni, ultimamente è stato così.

Futuro di Reina?

Finire quest’anno in Europa, se è così mi scatta un altro anno di contratto, è l’obiettivo di tutti. Voglio dare il mio contribuito, il 100%, quello è il mio obiettivo. Il resto si vedrà con la crescita della squadra, personalmente mi preoccupo di dare il massimo.

Strakosha? Un commento su Ribery?

Con Frank abbiamo avuto un rapporto molto carino al Bayern, l’anno scorso giocava alla Fiorentina, c’è stato lo scambio di maglia, è sempre un piacere vederlo. Lo stimo tantissimo, mi fa felice vederlo ancora a questi livelli. La concorrenza con Thomas fa bene a entrambi, anche alla squadra. C’è un rapporto di amicizia, lo considero un amico, si vede dentro e fuori dal campo che cerchiamo di dare tutti il meglio.

Leggi anche:   Primavera 2 | La Primavera vola in classifica con un poker alla Ternana

I giorni di ritiro sono serviti? C’è stato lo scatto di mentalità chiesto da Sarri?

Qualcosa è cambiato dopo Verona, quasi sempre i confronti diretti nello spogliatoio e le riunioni tra di noi fanno bene. La squadra ha capito l’importanza di ogni gara, dell’avere sempre gli stessi atteggiamento e grinta. Spero di vedere questo ancora, serve sempre la stessa determinazione.

L’assenza dei tifosi a Marsiglia? Sul trattamento?

Mi sfuggono le regole francesi e ciò che ha portato a certe decisioni del ministro. Un peccato che nel secolo 21 le squadre non possano avere dietro i suoi tifosi per avere supporto, al di là dei Paesi e società. Un fatto più culturale che sportivo. Mi fa pena, non è bello da vedere, dispiace. 

Sul lancio di oggetti ricevuto?

Penso che sia un problema più sociale, educazionale che del calcio. In Inghilterra non succede mai, succede qua e sempre negli stessi campi, bisogna farsi una domanda. 

Un giudizio su Immobile? In carriera non ti ha mai segnato

Siete sicuri di questo dato? In un’amichevole? Non mi ricordo, quando giocava a Torino ero al Napoli, poi lui alla Lazio e io al Napoli, lì ci ha sempre sorriso la fortuna. Quello che ha fatto è storia, è un calciatore che è determinante per noi, che ha una facilità nel fare gol che è rara, per noi è la vita.

Sulla Salernitana? 

Penso che ogni partita ora sia una finale per noi, la mentalità della squadra, parlavo prima della crescita nell’approccio della continuità ogni partita. Per noi ogni gare deve essere la vita, senza obiettivi che vanno oltre al prossimo match. Penso che così si ragioni meglio, con la Salernitana è vitale, andare alla sosta con più tranquillità e scioltezza.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

Infermeria

Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino

Published

on

infermeria lazio

La Lazio prosegue la sua preparazione invernale in questo stop per il mondiale del Qatar 2022. Nella sessione di oggi a Formello, solamente Marcos Antonio non si è presentato per un attacco influenzale. Dall’altra parte si attendono Milinkovic SavicMattias Vecino che sono stati eliminati entrambi dalla campionato mondiale ma che godranno ancora di qualche giorno di ferie.

Tutto il gruppo ha l’allenamento con Maurizio Sarri che vede l’infermeria vuota. Luis Alberto anche è tornato in gruppo dopo aver fatto una giornata di palestra nella giornata di ieri. Felipe Anderson provato ancora da Falso Nueve, in attesa di capire se quest’inverno arriverà un vice Immobile oppure no.

 

Leggi anche:   Primavera 2 | La Primavera vola in classifica con un poker alla Ternana
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Terremoto Juventus: nelle intercettazioni coinvolta anche la Roma

Published

on

spinazzola juventus intercettazioni roma

Arrivano nuove intercettazioni nel caso Juventusplusvalenze. Dopo le intercettazioni che hanno menzionato qualche club della Serie A come l’Atalanta, Genoa, Milan, Udinese e Bologna, spunta anche una telefonata tra Cherubini e Stefano Bertola. Come riporta la Gazzetta dello Sport, nell’intercettazione si parla anche di uno scambio con la Roma:

Se Fabio si svegliava la mattina e aveva mal di testa o beveva un bicchiere poteva firmare 20 milioni senza dirlo a nessuno. Era pericoloso (…)“. Dice Cherubini che si sente rispondere così da Bertola: “Sì perché va in loop“. E replica Cherubini: “Lui a un certo punto non aveva più questo filtro (…) Non agiva per la Paratici srl, ma per la Juve eh (…) Ha fatto un fuori giri! E ti ha portato a fare delle operazioni che in un contesto di normalità non puoi fare…Spinazzola-Pellegrini non puoi farlo“.

Leggi anche:   L'Avvocato Grassani: " La Juventus rischia la retrocessione "
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Lazio Women

Serie B Femminile | Chievo Verona-Lazio 2-2, Chatzinikolaou sbaglia il raddoppio ma recupera il risultato

Published

on

lazio women chievo

Nella giornata odierna di Serie B Femminile, Chievo Verona – Lazio termina con un pareggio. Ennesimo risultato positivo e consecutivo per le ragazze di Catini che recuperano il match nel secondo tempo. Apre le danze Proietti per il vantaggio biancoceleste dopo soli 7 minuti di gioco. Al 14esimo minuto di gioco la Chatzinikolaou calcia sopra la traversa il rigore che poteva portare le biancocelesti sul 2-0 e dopo solo 3 minuti, le padrone di casa ne approfittano pareggiando con la Ferrato. Il raddoppio gialloblù arriva a 3 minuti dalla fine del primo tempo con la Mascalzoni.

Nel secondo tempo Chatzinikolaou pareggia al nono minuto di gioco regalando un punto prezioso per la classifica. Con il pareggio odierno, le aquilotte mantengono il primo posto in classifica. Il Napoli vince 4-0 contro il Genoa e accorcia la distanza in classifica portandosi a 23 punti ( -3 dalla capolista biancoceleste ).

Tabellino Chievo Verona Women F.M. – Lazio Women 2 – 2

MARCATORI: 7′ pt E. Proietti (L), 23′ pt C. Ferrato (C), 42′ pt D. Mascanzoni (C), 9′ st D. Chatzinikolaou (L)

CHIEVO VERONA WOMEN F.M. (4-3-3): G. Bettineschi, C. Mele, H. Corrado, S. Zanoletti, D. Mascanzoni, V. Puglisi (↓ 17′ st), S. Kiem, S. Tardini (↓ 42′ st), A. Massa (↓ 27′ st), C. Ferrato, F. Alborghetti (↓)
A disposizione: A. Sargenti, P. Boglioni, I. Tunoaia, M. Scuratti (↑ 17′ st), K. Willis (↑ 27′ st), F. Salaorni (↑ 17′ st), Z. Caneo (↑ 42′ st), S. Ventura
All: Venturi Giacomo

LAZIO WOMEN (4-3-1-2): E. Guidi, F. Pittaccio, C. Groff, E. Kakampouki, A. Pezzotti, A. Castiello, L. Eriksen (↓ 36′ st), S. Colombo, E. Proietti (↓ 24′ st), N. Visentin (↓ 29′ st), D. Chatzinikolaou (↓ 36′ st)
A disposizione: S. Natalucci, F. Savini, A. Khellas, S. Vivirito (↑ 36′ st), C. Palombi, S. Fuhlendorff (↑ 24′ st), M. Toniolo (↑ 29′ st), S. Jansen (↑ 36′ st), L. Falloni
All: Catini Massimiliano

Leggi anche:   Infermeria Lazio: Sarri ha un solo assente oltre a Milinkovic e Vecino
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza