Lazio Pallanuoto, niente da fare a Napoli: il Posillipo vince 13-5

I biancocelesti in acqua senza Leporale, Di Rocco e di Vena provano una rimonta prima di cadere nel finale 13-5. Mister Tafuro: “Il Posillipo è una grande squadra, abbiamo dato il massimo. Spero di avere presto tutti al 100%”

Una Lazio orgogliosa ma con molte (troppe) defezioni cade a Napoli contro il Posillipo 13-5 nella 9^ giornata di serie A1. Oltre allo squalificato e febbricitante Leporale, i biancocelesti hanno dovuto fare i conti anche con altre due assenze dell’ultima ora: quella di Di Rocco sempre per una sindrome influenzale e quella di De Vena per un problema muscolare. Prime convocazioni per i baby Piacentini e Marzocchi. Le aquile hanno pagato l’inesperienza in acqua nel primo periodo quando hanno subito cinque gol dai napoletani, ma nel secondo e all’inizio del terzo hanno tirato fuori tutto il loro orgoglio accorciando le distanze con le reti di Colosimo, Ambrosini e Vitale e Cannella (5-4). Ma proprio quando la rimonta sembrava potersi completare, il Posillipo ha trovato la forza di scappare definitivamente via realizzando un poker in pochi minuti e portandosi sul 9-4. Nell’ultimo periodo, i padroni di casa hanno controllato la gara vincendo 13-5. L’ultimo gol per la Lazio è stato siglato da Cannella. Per il Posillipo, da sottolineare la prestazione di Subotic (autore di quattro gol) e di Dervisis che ha messo a segno una tripletta. Sabato 17 alle 19.30 è in programma l’ultimo impegno del 2016: al Foro italico arriverà l’Acquachiara, squadra contro la quale è arrivata la prima e l’unica vittoria della stagione in Coppa Italia ad Ostia.

Leggi anche:   Accadde Oggi: 7 Aprile 2012, Mauri fa sognare i laziali in rovesciata. Lazio-Napoli (video)

L’allenatore della Lazio Nuoto, Massimo Tafuro: “Siamo qui a commentare l’ennesima sconfitta, la nona come le sinfonie di Beethoven – scherza – Purtroppo affrontare una squadra come il Posillipo che può contare su quattro nazionali stranieri e su altri sette giocatori nel giro azzurro è già difficile in condizioni normali, figuriamoci con tante assenze. Loro sono stati molto bravi a punirci all’inizio con delle ripartenze veloci, facendo leva su tutta la loro tecnica. Poi nel secondo tempo siamo andati molto bene accorciando le distanze, ma quando hanno ricominciato a giocare come sanno non c’è stato nulla da fare.. Sono stati molto cinici, una grande squadra e per noi è stato difficile. Mi dispiace che nell’ultima parte della partita siamo stati praticamente nulli in fase offensiva, ma i ragazzi hanno cercato di fare il massimo. Leporale oltre ad essere squalificato è reduce da una settimana di febbre alta, spero possa allenarsi già domani. Mi auguro davvero che la sfortuna sia finita e che con l’arrivo del nuovo anno possa avere a disposizione tutti al 100%”.

CN POSILLIPO-SS LAZIO NUOTO 13-5
CN POSILLIPO: Sudomlyak, Cuccovillo 1, Rossi, Foglio 1, Klikovac, Mattiello, Renzuto Iodice, Subotic 4, Vlachopoulos 1, Marziali 1, Dervisis 3, Saccoia 2, Negri. All. Occhiello
SS LAZIO NUOTO: Correggia, Tulli, Colosimo 1, Ambrosini 1, Vitale 1, Marzocchi, Giorgi, Cannella 2, Piacentini, Maddaluno, Mele, Washburn. All. Tafuro
Arbitri: Ceccarelli e Piano
Parziali 5-0, 0-3, 4-1, 4-1
Note: Nessuno uscito per limite di falli. Espulsi Subotic (P) e Colosimo (L) nel quarto tempo per proteste. Superiorità numeriche: Posillipo 0/3, Lazio 2/4. Spettatori 100 circa.

Leggi anche:   AIC e Lega e scontro sul taglio degli stipendi: il comunicato