Lazio-Juventus: superati i 50.000 spettatori

Lazio-Juventus si avvicina e la biglietteria biancoceleste sta esaurendo piano piano diversi settori dell’Olimpico di Roma. Canigiani, fa un punto della situazione sui tagliandi venduti

“Stiamo per toccare quota 30.000 biglietti staccati per la gara di domenica con la Juventus, continua il buon trend giornaliero di vendita. Abbiamo già abbondantemente superato le 50.000 presenze per il match. I settori Curva e Distinti sono praticamente tutti esauriti, a chi fosse interessato a questi tagliandi consiglio di fare un tentativo dato che alcuni posti si potrebbero liberare per vari motivi. Il suggerimento è sempre quello di  effettuare prima richiesta per il settore desiderato e poi passare ad un altro in caso di esaurimento confermato.

Stiamo ragionando sulla partita contro il Siviglia anche se ci metteremo mano più o meno dalla giornata di lunedì, al termine della sfida contro la Juventus che è una delle partite top della stagione. Sarà la prima partita di Cristiano Ronaldo a Roma con la maglia bianconera, esclusa Napoli è il suo match più a Sud d’Italia e sapete quanti juventini ci siano in quelle zone della penisola. Essendo una partita di grande visibilità, dato il giorno e l’orario, essendo anche l’unica partita notturna della domenica, in tutta la zona americana la gara verrà trasmessa in un orario visibile. Ci sarà tanta attenzione per quanto riguarda i media nazionali ed internazionali.

Per tale occasione sarà attivo anche il servizio “BusInsieme” con tutti gli orari e i punti di raccolta, ci si può già prenotare per usufruire d’un servizio utile soprattutto in queste partite nelle quali il numero di vetture in circolazione saranno tantissime e questa iniziativa, a tal proposito, offre un grande vantaggio.

Alcuni punti di raccolta sono stati aggiunti, altri confermati ed alcuni eliminati, dipende dal coefficiente di riempimento. Quest’ultimi sono aggiornati in base alla richiesta del servizio che si autoalimenta, non c’è alcun scopo di lucro. Bisogna vedere appunto se i costi riescono a sostenere il numero di persone che fanno richiesta per quella determinata zona. Per esempio quello nei pressi di Monte Mario è stato eliminato perché era troppo vicino allo stadio e non si raggiungeva il giusto coefficiente di riempimento. Con il tempo potremmo consolidare alcune zone e crearne altre, bisognerà selezionare i punti da mantenere attivi ed in alcuni casi bisognerà raddoppiare il numero di mezzi a disposizione. Per esempio all’obelisco dell’EUR abbiamo dovuto aumentare la quantità di bus per il grande numero di richieste. Progressivamente andremo sempre di più a migliorare ed ottimizzare il servizio sotto tutti gli aspetti”.