Connect with us
test2

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Juventus, Allegri: ” Negli ultimi anni Lazio e Juventus si sono divisi i trofei”

Published

on

Alla vigilia di Lazio-Juventus Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa:

“All’Olimpico si sfideranno le due formazioni che negli ultimi dieci anni in Italia si sono divise i maggiori trofei. Sarà una gara complicata che opporrà due squadre situate in zona quarto posto. Per quanto riguarda i calciatori, non so neanche chi partirà per Roma, più tardi ci alleneremo e valuteremo chi è in condizione. Dybala oggi cercherà di allenarsi, vuole esserci, ma il polpaccio può essere una zona pericolosa. Sarri è un tecnico che dà una buonissima organizzazione alle proprie squadre, sta imprimendo la propria impronta sulla Lazio. Ha dei calciatori tecnici: Milinkovic abbina il fisico alla tecnica, Pedro è un profilo internazionale così come Luis Alberto, mentre in difesa la situazione è stata sistemata. Sarà necessaria una buona gara sotto il profilo tecnico con una fase difensiva attenta quando non avremo il possesso del pallone. Lazio senza Immobile? Sarri ha allestito il Napoli sull’assenza dell’attaccante, potrebbe farlo  anche con i biancocelesti”.

Leggi anche:   Lazio-Napoli, Cataldi in conferenza stampa: "Col Napoli partita tosta"
Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Francesco Acerbi: ” Dobbiamo portare a casa i 3 Punti”

Published

on

Suona la carica Francesco Acerbi nella conferenza stampa che precede Lokomotiv Mosca-Lazio.

“Mi sento abbastanza bene, cerco sempre di essere al meglio per dare il massimo. Stiamo compiendo dei buoni passi in avanti, ma il lavoro continua. Serve collaudare alcuni aspetti, soprattutto i dettagli che sono ciò che fa la differenza. Stiamo dando tutto, forse ancora non basta. A volte siamo disattenti, è necessario un esame di coscienza così da poter alzare la soglia dell’attenzione.  

I miei obiettivi personali sono quelli di essere sempre al massimo, migliorando il mio valore. Voglio ancora crescere ed imparare. Domani sarà una gara molto importante, dobbiamo portare a casa i tre punti.

Il nostro è un girone difficile contro formazioni complicate. Ci attende una sfida in cui dovremo essere attenti contro una formazione che ha cambiato allenatore, desiderosa di fare la partita. Dovremo essere organizzati mettendo in campo il nostro gioco”.

Leggi anche:   Napoli-Lazio, Spalletti in conferenza stampa: "La Lazio è al nostro stesso livello"
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lokomotiv Mosca-Lazio, Sarri in conferenza Stampa senza calcoli

Published

on

Alla vigilia di Lokomotiv Mosca-Lazio valido per la quinta giornata dell’Europa League, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa:

“Ho rivisto la Lokomotiv dopo il cambio allenatore, sono una squadra diversa e fanno prestazioni superiori. Mi aspetto una gara difficile e lo dicono le premesse. Noi abbiamo bisogno di questa partita per andare avanti in Europa, e loro per avere la speranza di restare aggrappati ai play-off. Entrambe le squadra hanno bisogno di punti. Noi dobbiamo dimenticarci di tutto il resto, non serve pensare al Napoli. Non facciamo troppi calcoli perché altrimenti tutto si ingarbuglia e diventa difficile. Pensiamo partita per partita, vediamo domani come usciamo e poi pensiamo al Napoli. Non mi piace essere troppo condizionato perché poi condizioni entrambe le gare. I nostri giocatori stanno reagendo bene ai minuti che giocano. Uno fra tutti è acerbi, fino a che non danno segnali di cedimento va bene così. Immobile sta bene, ha fatto il primo e il secondo allenamento che non aveva dolore e sta recuperando. Zaccagni ad oggi è meno in condizione fisica rispetto agli altri, lo si potrà valutare quando sarà al pari degli altri. L’Europa League per noi è una grossa problematica per colpa degli orari e della distanza, visto anche il calendario di Serie A. è un problema che abbiamo noi cosi come tutte le altre squadre che giocano in questa competizione. Noi vogliamo arrivare alla qualificazione. Il problema è globale, un’Europa fatta così porta ad un deterioramento dei giocatori e dei campionati. Io penso che se si sottovaluta il nostro girone di Europa League è da folli, siamo al pari della Champions. Questa squadra poi ha un rendimento diverso anche in campionato tra casa e trasferta. A me non è mai successo, faccio difficoltà a spiegarlo. Le porte sono uguali ovunque e anche i terreni sono gli stessi, non mi spiego questo diverso andamento. Leiva sta meglio, ha avuto un piccolo scadimento di forma ma è normale. Chi gioca domani lo devo dire io ai giocatori non devono leggerlo dai giornali”. 

Leggi anche:   Lazio-Udinese: la designazione
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Juventus Conferenza Stampa – Maurizio Sarri: “Immobile? Sentiamo lo staff medico”

Published

on

Maurizio Sarri è intervenuto nella consueta conferenza stampa che precede ogni match. Questa volta la Lazio ha una prova di maturità non da poco e la vedrà lottare per i 3 punti in Lazio-Juventus.

“Luis Alberto per noi è importantissimo. Da quando gioca ai suoi livelli abituali la squadra fa prestazioni diverse. Noi vogliamo impostare la squadra su lui e Milinkovic che possono darci tantissimo. Ad oggi la strada presa sembra la migliore, loro due possono darci tanto.

L’attacco della Juve al di la della classifica sembra sia quello con più qualità e con maggiore profondità di tutto il campionato. La Juve ha dei grandi singoli, dobbiamo fargli gestire il meno possibile la palla e dobbiamo contenerli al meglio.

Gli scontri fra allenatori sono solo giornalistici, domani c’è solo Lazio Juventus, affrontiamo una squadra forte e noi dobbiamo di mostrare di essere in striscia. Noi abbiamo ottimi giocatori e loro lo stesso, è tutto da vedere. Anche loro stanno aprendo un ciclo nuovo e sono a metà strada. Sono contento di quelli che ho e i miei ragazzi hanno ancora margini di crescita.

Di quell’anno alla Juventus mi è rimasto un campionato vinto, per uno come me che ha scalato le categorie vincere lo scudetto in massima serie è un momento di gratificazione per il mio lavoro. Noi dobbiamo pensare a risolvere i nostri problemi, poi parleremo di obiettivi. Tre partite significano poco. Fino ad ora abbiamo sempre avuto ottime reazioni a partite disastrosi. Adesso serve continuità. Essere continui in 15 giorni riesce a tutti, in 3 mesi a pochi, in 12 mesi a quasi nessuno. Dobbiamo avere continuità di prestazioni e anche di risultati.

Immobile aveva un problema al polpaccio, l‘edema è risolto. Rimane un dubbio per non rischiarlo, domani mattina valuteremo. Quando entri in questi momenti di gare ravvicinate è dura, bisogna trovare anche il tempo per dormire. Sono partite toste, non solo cronologicamente ma anche per il tasso tecnico degli avversari. Pensiamo a domani, spendiamo tutto quello che abbiamo da spendere e poi dopo penseremo a giovedì. Ritrovarsi dopo la pausa è complicato per tutti.

Ci sono tante cose diverse tra nazionale e club, non tutto accade in maniera automatica. La gara dopo la sosta è difficile per tutti. La sosta è arrivata quando eravamo in crescita e non è facile ripartire dopo 15 giorni. Io sono arrivato a Torino in un momento storico particolare, era inevitabile che si desse il campionato per scontato. Anche se poi è stato difficilissimo perché c’è stato il lockdown e la squadra secondo me era arrivata alla fine di un ciclo. A me quello scudetto ha dato soddisfazione perché è stato difficile vincerlo.

Con Lotito parlo quasi tutti i giorni, quando viene qui a Formello parliamo e ci scambiamo opinioni. Io dico sempre quello che penso e poi lui vedrà cosa può fare. Le scelte le farà lui, altrimenti io mi compro la squadra e decido tutto io anche in ambito economico. Credo che insieme possiamo fare grandi cose.

Noi stiamo provando tutte le soluzioni, ieri abbiamo provato un centravanti classico e un falso nove. Pedro lo ha fatto al Chelsea ed è una soluzione che ci porta ad un gioco diverso. Io non voglio mai giocare sulle qualità degli avversari, anche perché pur cambiano 3 o 4 giocatori non staremo mai al pari della fisicità della Juventus. Anzi preferisco non farlo, vorrei trovare vantaggio in un altro modo. Marusic credo sia ancora positivo con carica virale bassissima, spero si possa risolvere tutto in pochi giorni. Lazzari in allenamento lo vedi sempre bene, va a duemila non sembra mai in difficoltà. Non credo avrà grossi problemi a giocare”.

Leggi anche:   Disastro Lazio: il Napoli vince 4-0
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design