Connect with us

News

Lazio-Hellas Verona: la Lazio complice dei 3 gol

Published

on

Disastro biancoceleste in Lazio-Hellas Verona. La rosa di Inzaghi ma soprattutto il Sergente, sottovalutano gli ospiti fin dal primo minuto. Partita che dovrebbe essere sulla carta a favore dei padroni di casa ma complice i troppi impegni, complice degli errori madornali e molte disattenzioni hanno portato una sconfitta che non doveva arrivare!

Primo Tempo

Lazio-Hellas Verona comincia subito con il possesso palla dei giallò blu e mostrano sin da subito che non sono venuti a passeggiare. Il primo minuto infatti, la Lazio subisce un contropiede pericoloso dalla fascia ma che fortunatamente viene sprecato. Partita che cambia il passo con Ciro Immobile ed un Akpa Akpro che ruba tutti i palloni nel pressing offensivo. La Lazio spreca due volte in area: prima con Immobile poi con Caicedo , entrambi strozzano troppo il tiro. Passano pochi minuti e Acerbi è costretto a lasciare il campo per un problema alla coscia destra. Uno scatto su un recupero costringe il leone a lasciare il posto a Hoedt con i biancocelesti che sono ulteriormente in emergenza nel reparto offensivo.

Primo tempo da dimenticare per Milinkovic Savic che perde molti palloni, specialmente allo scadere dei 45 minuti servendo l’azione del gol per i padroni di casa con Lazzari sfortunato in un autogol clamoroso: palla che andava fuori, l’esterno anticipa Reina sul tiro degli ospiti spiazzando il portiere biancoceleste.

Secondo Tempo

Il secondo tempo di Lazio-Hellas Verona trova una Lazio più combattiva ma con gli ospiti che continuano con il pressing e le marcature a zona. Dopo 11 minuti dalla ripresa Caicedo trova un fantastico gol per il momentaneo pareggio con un tiro da terra. Passano però altri 11 minuti e Radu fa la frittata con un retropassaggio sbagliato verso Reina. Tameze raccoglie e smarca il portiere nell’uno contro uno sancendo il definitivo gol vittoria. Nel finale i padroni di casa ci riprovano con Milinkovic che dopo un match con passaggi sbagliati, trova passaggi importanti. Bravo il portiere Silvestri a sbarrare la porta prima a Fares, poi su Milinkovic, dopo ancora Faraoni mura Immobile ed infine ancora il portiere gialloblù nega il gol di Pereira con il piede di richiamo.

LAZIO-HELLAS VERONA 1-2

Marcatore: 45′ aut. Lazzari (L), 56′ Caicedo (L), 67′ Tameze (V)

LAZIO (3-5-2): Reina; Parolo, Acerbi (28′ Hoedt), Radu; Lazzari (81′ Fares), Milinkovic, Leiva (64′ Escalante), Akpa Akpro (81′ Pereira), Marusic; Caicedo (64′ Correa), Immobile.

A disp.: Strakosha, Alia, Armini, Luiz Felipe, Anderson, Cataldi, Moro.

All.: Simone Inzaghi.

HELLAS VERONA (3-4-2-1): Silvestri; Lovato, Dawidowicz, Magnani; Faraoni, Tameze (69′ Favilli), Miguel Veloso, Dimarco; Barak, Zaccagni (87′ Lazovic); Salcedo (76′ Colley).

A disp.: Berardi, Pandur, Gunter, Udogie, Amione, Ruegg, Danzi, Ilic, Di Carmine.

All.: Ivan Juric.

Arbitro: Rosario Abisso (sez. di Palermo)

Assistenti: Mondin, Mastrodonato 

IV uomo: Manganiello

V.A.R.: Mazzolini

A.V.A.R.: Liberti

NOTE. Recupero: 1′ pt, 5′ st

Ammoniti: 59′ Akpa Akpro (L), 64′ Caicedo (L), 68′ Reina (L), 74′ Salcedo (V), 75′ Marusic (L), 77′ Magnani (V), 87′ Fares (L), 90′ Colley (V)

Serie A TIM – XI giornata

Sabato 12 dicembre 2020, ore 20:45

Stadio Olimpico di Roma



Resta Aggiornato con il nostro Canale WhatsApp! Ricordiamo che il canale è protetto da Privacy ed il tuo numero non è visibile a nessuno!Iscriviti Subito cliccando qui sul canale di Since1900

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica