Connect with us

News

Lazio-Feyernood, Sarri in conferenza stampa: “Io voglio rimanere qui a lungo e chiudere la carriera”.

Published

on

torino lazio formazioni ufficiali

Vigilia di Champions League in casa Lazio. Mister Sarri ha presentato così il match contro il Feyernood di domani sera ( Stadio Olimpico ore 20.45):

Il precedente dello scorso anno con il Feyenoord offre spunti?

“Pochi, perché loro sono cambiati. Loro hanno fatto una striscia di 20 partite senza sconfitte. Quest’anno sono anche più forti, basiamoci sulla partita recente. Sono al limite del fallo sistematico, sono preoccupato del fatto che dovremo muovere palla molto velocemente. Le condizioni dell’Olimpico, se saranno come l’ultima partita, non ci aiuteranno da questo punto di vista”.

È infastidito dai dubbi?

“Non mi importa delle critiche. Ci sono un sacco di voci sul fatto che a fine anno vorrei andar via, ma io ho sempre detto il contrario. Io voglio rimanere qui a lungo e chiudere la carriera.”

Classica partita da vincere a tutti i costi questa?

“Sono discorsi da curva, non esistono partite da vincere a tutti i costi. Non diamo per scontati i risultati delle altre partite. Siamo ancora a metà del girone. Partita importantissima nell’economia del girone. Non mi piace sentir dire che è da vincere a tutti i costi. Noi cercheremo di fare la partita come sempre. Useremo le nostre armi. Tutti commentano il risultato, sembra quasi che si guardi solo il risultato. Ci è mancato di trasformare in gol le occasioni dell’anno scorso. Non so perché questo possa succedere, giochiamo nello stesso modo. Il dato che ci lascia pensare è che l’anno scorso eravamo primi per gol fatti in relazione alle occasioni create, adesso siamo diciottesimi”.

Come si risolve questo aspetto? Altre soluzione tattiche?

“A volte non riusciamo a creare pur avendo creato i presupposti. L’anno scorso a un certo punto della stagione si era risolto con più attacchi degli spazi. Se quando occupi l’area perdi 2-0, bisogna stare attenti agli equilibri. Kamada con Luis Alberto possono giocare con Vecino da vertice basso, anche se lui non ha tanta verticalità”.

Può essere la partita di Kamada?

“Luis Alberto se sta bene penso che vada dentro. Kamada è preso in considerazione sempre. Abbiamo fatto un allenamento ieri, a 48 ore l’allenamento era poco indicativo”.

Cataldi?

“Gioca di meno perché ha reso di meno. Sia in partita che in allenamento. Ma non ho problemi a dirlo perché l’ho detto anche a lui”.

Prima il Feyenoord e poi la Roma. Si rischia di fare gli stessi errori dello scorso anno?

“Questo vorrebbe dire non averci capito niente, anche nel senso del peso specifico della partita stessa. L’occasione per tornare in Europa ce l’abbiamo dal campionato e non dall’Europa. Per noi è un’occasione fondamentale giocare in Europa, ma bisogno farlo con lucidità. La Champions è una festa, il campionato è lavoro”.

Problema terzini?

“Non direi, a Bologna Lazzari è stato il più pericoloso. Anche se a me piacciono i terzini che sanno difendere. Quelli che attaccano solo non mi piacciono tanto“.

Sulla risposta dell’Olimpico?

“Quanti sono sono, spero facciano l’inferno”.

Come procede il rinserimento di Immobile?

“O si scarica o si recupera. Io sono per recuperarlo a tutti i costi, perché per noi è troppo importante”.

Ciro troppo nervoso?

“Ho visto gente più nervosa di lui. Deve trovare più allenamenti e continuità in partita. Per noi è una risorsa infinita”.

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.