Lazio è ora di svegliarsi! Grande con le Piccole e Piccola con le Grandi

Lazio, la sconfitta del derby deve dare la carica!

La Lazio perde il terzo match consecutivo contro una “big”. Juventus, Napoli e Roma. Le vittorie contro le piccole a fatica si fanno sentire ma i punti persi contro i due pilastri che hanno segnato la corsa scudetto passata ed infine la Roma, fanno si che il gap tra le squadre protagoniste delle passate stagioni, aumenta sempre di più.

Un derby è sempre un match che chiunque vuole vincere ma che in campo, almeno a parer personale, non si è vista quella grinta di voler mangiare il pallone. 94 minuti dove solamente qualche singolo ha mostrato di sapere cosa è un derby della Capitale.

Una difesa che ormai puntualmente prende contropiedi in ogni partita, una frustrazione di non saper spingere oltre al limite limitandosi appunto alla semplice giocata. Alcuni titolari che scendono in campo e non riescono a ritrovare la cognizione e la convinzione che li hanno contraddistinti nel campionato scorso.

La Lazio deve ripartire già da giovedì ed anche se si farà il turnover in vista della Fiorentina, i sostituti dovranno mangiarsi il pallone. Non basta più affidarsi al solito Ciro Immobile, non basta più sperare che Luis Alberto e Milinkovic-Savic tornino a giocare come nella stagione dove hanno preso per mano la Lazio, facendogli assaggiare un piazzamento Champions League mai messo tra gli obiettivi.

Ora serve la fame, la grinta, il tirar fuori i coglioni (detta alla romana). Servirà una rosa dove Immobile, Milinkovic, Alberto e company, dovranno temerla perchè anche il portaborracce vuole onorare quella maglia e ambire ai traguardi non segnati sulla tabella!

Ora arriverà il match contro il Francoforte ed i tre punti sono obbligatori per poter dare la svolta. Niente più alibi!

Il buon gioco a sprazzi si vede ma ormai non basta più apparire ma bisognerà agire. Nel calcio si sa che il pallone è rotondo e ormai la cosa fondamentale è spingere quel pallone oltre la linea della porta avversaria. Il tour de force terminerà fra qualche partita ed anche il match contro la Fiorentina non sarà una passeggiata facile per la compagine di Inzaghi.

E’ ora che la Lazio si svegli e comincia a capire che razza di squadra può diventare quando si ha sottocontrollo il gruppo e le pressioni esterne.

La Lazio per ora è Grande con le piccole e piccola con le grandi ma questa situazione, il tifoso spera che possa cambiare già dalla prossima giornata di Europa League, anche se i 90 minuti che possano dare una risposta saranno proprio contro i Viola.