Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Lazio-Atalanta: la conferenza stampa di Inzaghi

Simone Inzaghi è intervenuto nella conferenza stampa in vista della finale Lazio-Atalanta di Coppa Italia

“La squadra arriva bene alla gara di domani, abbiamo disputato una buona prova a Cagliari. Abbiamo vinto una partita meritatamente, domani sera ci attende un match molto importante. Ci siamo già incontrati dieci giorni fa con l’Atalanta e sarà sicuramente una bellissima partita: voglio vedere la mia squadra unita e compatta per non avere cali di tensione ed errori individuali che in una partita del genere possono essere letali. La partita sarà importantissima, si disputerà a Roma nel nostro stadio davanti ai nostri tifosi: conosciamo l’importanza di questa gara. Tanti giocatori in rosa hanno già disputato partite importanti, ma dovremo arrivare a domani con grande lucidità consapevoli di noi stessi. Abbiamo incontri simili nel nostro DNA e dovremo dare il massimo. 

La qualificazione diretta in Europa League in caso di vittoria della coppa è un motivo in più per dare il massimo. Ci attenderanno poi due partite importanti in campionato che affronteremo nel migliore dei modi. La nostra concentrazione comunque è solo sulla serata di domani e sulla nostra finale. Le due squadre hanno svolto una grande cavalcata, alla vigilia queste due formazioni non erano considerate come favorite, ma abbiamo ottenuto sul campo una finale importante: domani una delle due dovrà prevalere sull’altra, noi vogliamo prenderci questa coppa davanti ai nostri tifosi nel nostro stadio. I nostri due percorsi sono stati entusiasmanti. 

La designazione arbitrale mi soddisfa, è stata meritata sul campo da Luca Banti. Il direttore di gara toscano ci ha diretti ultimamente con il Parma ed a Genova con il Grifone, ma è stato scelto perché è stato tra i migliori del nostro campionato ed ha meritato questa designazione. Dovremo essere lucidi affinché non ci siano errori individuali. Abbiamo sfidato due volte l’Atalanta, mentre negli anni scorsi avevamo quasi sempre battuto la compagine orobica. Due settimane fa abbiamo capito tante cose, affronteremo un’ottima squadra che sta svolgendo cose straordinarie con un grande allenatore. Abbiamo analizzato la sfida e la cosa più importante sarà la preparazione dei miei ragazzi, dovranno stare tranquilli ma sono fiducioso perché hanno lavorato al meglio. La gara di domani sarà molto lunga, potrebbero non bastare 90 minuti ed il gruppo è pronto a tutto. 

Immobile ha le stesse chance di giocare di Correa e Caicedo: ho la fortuna di avere tre attaccanti che si stanno esprimendo molto bene. Il terzo attaccante sarà chiamato in causa a gara in corso, uno tra Milinkovic e Parolo starà fuori come uno tra Marusic e Romulo. La differenza la farà l’unità d’intenti, ognuno dovrà esser pronto a dare il massimo da un momento all’altro: se sarà così, avremo molte opportunità per vincere la Coppa Italia. Il mio futuro? Non credo si debba decidere dalla partita di domani, si stabilirà al termine della stagione tra me e la Società. Non credo che questo sia il momento per parlare del futuro. Gasperini è un ottimo allenatore che ha dato una fisionomia precisa alla squadra. Tanti aspetti li ho osservati da lui e da allenatori che ho avuto, io ho fatto i miei accorgimenti. Onore ad Atalanta e Lazio che hanno svolto un grande cammino, vediamo chi vincerà il confronto e chi riuscirà ad alzare la coppa al cielo”.