inzaghisimone-since1900

Lazio 2020, un anno pieno di emozioni negative e positive…

Non sono mai stato bravo con le parole e penso che voi lettori vi sarete fatti anche delle grosse risate con qualche svarione di battitura. Questo 2020 è stato un anno intenso e triste per tutti anche se a livello sportivo con la nostra Lazio sfido chiunque a dire che non ci ha distratto, almeno per quanto riguarda i giorni dove non c’è stato lo stop.

Apriamo con farvi gli auguri augurando anche che questo 2021 possa rivelarsi migliore del 2020 per fatti ben noti. Per chi ci ha lasciato sia per i nostri concittadini, sia per chi sta lottando contro questo bastardo di un virus, sia per chi mi ha lasciato per questo virus e per altre malattie e per chi sta lottando ora in terapia intensiva. ( Forza Piero! )

Chiusa parentesi personale, il 2020 ha visto una Lazio formato Champions League con un allenatore che ha trasformato una rosa che sulla carta era quotata molto più alta di altre rose che non sono entrate nel calcio che conta. Errori personali e stanchezza hanno fatto concludere la stagione passata con una qualificazione al calcio che conta con il brivido.

Una rosa che è stata in lotta scudetto per molte giornate prima del calo psicofisico e della rivincita delle altre rose che hanno saputo cogliere meglio il risultato. Non vogliamo bacchettare nessuno ma ora vogliamo spronarli a fare meglio. Un campionato aperto ancora partito con il piede sbagliato, una Coppa Italia che vedremo come sarà disputata ma soprattutto una qualificazione agli ottavi di Champions contro i campioni in carica. Impresa difficilissima quasi impossibile ma che già stare lì dovrebbe essere uno sprono al dare il 110%. E lo abbiamo visto contro il Bruges, contro il Borussia, contro lo Zenit dove la rosa si è presentata con 13 giocatori risparmiati dal Covid-19, mostrando grinta e voglia. Quest’ultima ha scarseggiato contro l’Udinese, il Verona ed il Benevento ma oggi siamo buoni. I punti perso devono solamente essere riguardati allo schermo per poi far meglio nel 2021.

La speranza sportiva è quella di vedere nuovamente brillare quella Lazio prima del Lockdown. L’organico non è cambiato di molto e basterà solamente ritrovare la serenità nel gruppo ed il nostro supporto. Magari questo 2021 potrà regalarci un ritorno allo stadio ma la vediamo dura nel breve.

Leggi anche:   SCHEDINA - Ecco i nostri pronostici per la 19° giornata di serie A

Per quanto riguarda il calciomercato speriamo, che si possa raggiungere una equità tra presidenza e richieste del tifoso, almeno quella di vedere degli innesti che non devono attendere 2 stagioni per ambientarsi e rinnovo l’invito a Muriqi di trovare la serenità e mostrare il suo valore sul campo e non solo del costo del cartellino.

Ok sono sceso nelle critiche ma la bipolarità regna in questo periodo un po’ confusionale. Il vero tifoso vorrebbe vedere la loro squadra sempre ai primi posti sennò non si chiama tifoso. Sappiamo che ci sono dei limiti e quei limiti devono essere superati ( sono fatti apposta ).

Il 2021 inizierà contro il Genoa, la Lazio ha già dimostrato cosa sa fare contro il Milan ed il Napoli e speriamo che possa ricominciare con quella voglia di vincere.

Un augurio di Buon Anno nuovo a tutti i nostri lettori e a tutti i Laziali con la speranza di ritornare sugli spalti a sostenere la nostra Lazio tra cori e nuove emozioni!

Seguici su Facebook!