Connect with us

News

L’addio di Pino Wilson a Felice Pulici. Una lettera che ha commosso tutti

Published

on

L’ultimo saluto a Felice Pulici è stato dato da moltissimi tifosi laziali oltre ai parenti ed ai compagni di squadra nella chiesa Cristo Re di Roma. 

Pino Wilson lo ha voluto salutare con una lunga lettera che ha fatto commuovere tutti i presenti

Ciao Felice, sei arrivato in punta di piedi nel lontano ’72 e così, sempre in punta di piedi, te ne sei andato. La nostra famiglia – quella acquisita, la ‘banda’, per intenderci, e non quella splendida famiglia che tu e Paola avete costruito con Michela, Gabriele e Raffaele – ha perso un altro pezzo. E che pezzo! Questa è una perdita importante, tanto quanto quella degli altri che ci hanno lasciati. Una perdita che ha portato, tuttavia, uno sgomento e un vuoto incredibile e incolmabile. Senza respiro pensavamo che Lui ci concedesse un po’ di tregua, invece a soli tre mesi dalla dipartita di Mario (Facco, ndr) ha voluto rimetterci alla prova. Però, questa volta, il lutto è stato pesantissimo. Di punto in bianco, improvvisamente, abbiamo perso la voglia di rimanere adolescenti. La sindrome di Peter Pan che aveva contraddistinto il nostro modus vivendi è svanita, siamo ritornati adulti, se non anziani. Difficilmente potremo riavere la gioia, la serenità e la spensieratezza del quotidiano. Quante battaglie, quante gioie e belle serate abbiamo trascorso davanti a un bicchiere di vino, a raccontarci quegli anni favolosi e incredibili. Gli aneddoti e le prese in giro con Giancarlo (Oddi, ndr) e le tue proverbiali esternazioni con un crescendo rossiniano e con Paola che ti invitava alla calma. Diceva ‘Felice! Felice, basta!’. Mi piace ricordare i giorni che hanno preceduto la prima edizione di Di Padre in Figlio, quando con Giancarlo abbiamo stilato la formazione – quella nostra – da opporre a quella dei ragazzi che ci hanno sempre rispettati e che mai ci hanno fatto pesare le loro vittorie più pesanti in campo nazionale e internazionale. Ci siamo preparati come se volessimo vincere pure quella partita! Pieni di orgoglio abbiamo deciso poi di farci sostituire dai nostri figli. Il tuo Gabriele tra i pali, senz’altro migliore di te nelle uscite – detto tra di noi, Felice – e poi James, Cristiano, Giorgino e i figli di Nanni, Petrelli, Martini, Re Cecconi, Frustalupi e così via. Ci brillavano gli occhi! Starei ore ancora a raccontare, ma la botta è stata devastante (si commuove, ndr). La banda di anno in anno si assottiglia. Ma anche quando rimarranno solo due di noi e uno dei due volerà in cielo, sono sicuro che l’altro – dopo un po’ di esitazione – lo chiamerà e gli dirà: ‘fermati, che vengo anche io!’. Vorrei terminare con dei versi di Felice che questa mattina mi ha mandato Giancarlo e con una piccola licenza. Dice Felice: ‘La Lazio non è una squadra di calcio, la Lazio ti entra dentro, ti cattura, è lei che ti sceglie. E come i giovani figli di Sparta attrae a sé solo chi è disposto a soffrire, perché quando c’è la Lazio di mezzo non c’è mai nulla di facile’. Questo lo pensavamo, lo pensiamo tutt’ora e lo penseremo. Ciao Felice!”.

Leggi anche:   Infermeria Lazio: la situazione non è delle migliri
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Piazza della Libertà: la targa per Luigi Bigiarelli

Published

on

targa luigi Bigiarelli

Finalmente è stata svelata la targa in memoria di Luigi Bigiarelli che veglierà i giardini. Dopo tanto tempo, il fondatore della Polisportiva più antica a d’Europa ha il suo meritato ricordo.

Presenti all’evento c’erano Enrico Lotito in rappresentanza della Lazio Women, Roberto Rao (portavoce della Lazio), Antonio Buccioni ( presidente della Polisportiva Lazio ed il falconiere Bernabè.

Leggi anche:   Lazio-Spezia: ecco le statistiche e la designazione dell'Arbitro
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Intervista

Gianluca Rocchi contro Sarri: ” Ha esagerato….”

Published

on

rocchi sarri

Gianluca Rocci, l’attuale responsabile della CAN è intervenuto in un incontro in Figc ai microfoni dei media, tornando al famoso Lazio-Napoli e le parole di Maurizio Sarri che si è accanito contro la terna arbitrale.

“Le parole di Sarri? Posso anche accettare che siamo scarsi alla fine è una valutazione tecnica. Pensare a un piano B francamente no. Secondo me il mister a caldo ha esagerato, lo conosco bene è toscano come me e noi toscani debordiamo nelle cose. Per cui la prendo e la metto lì, mi augiro di non sentire più una frase del genere, ma non per noi ma perché mette in crisi tutto il sistema una frase del genere. Francamente ai ragazzi di oggi si può dire tutto, nei limiti ovviamente, ma non che siano ragazzi che vanno in campo con chissà quale retropensiero. Vanno in campo pensando di fare bene, poi in quella situazione a cui si riferiva potevamo fare meglio. Questo è un discorso che abbiamo già valutato e lo sanno anche i diretti interessati. Non mi riferisco a Lazio – Napoli, ma a quella precedente. Detto ciò mi raccomando e raccomando quotidianamente comportamenti di un certo tipo. Come lo raccomando ai miei e se sbagliano pagano, lo ribadisco anche agli allenatori che il momento dopo la partita è il più delicato per loro e per noi. Altrimenti siamo in crisi tutti”,

Dichiarazioni rilasciate anche dal presidente dell’AIA Alfredo Trenalange

“Noi riteniamo inaccettabili queste dichiarazioni”.

Leggi anche:   La Fake News di Lotito che blocca Immobile in Nazionale! Leggete il comunicato della FIGC!
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Infermeria

Infermeria Lazio: la situazione non è delle migliri

Published

on

infermeria lazio

In vista di Lazio-Spezia Maurizio Sarri dovrà dare un’occhiata all’infermeria della Lazio con alcuni giocatori fermi ai box. Gli assenti di oggi pomeriggio sono stati Immobile, Lazzari e Casale. Oltre loro non si sono visti Milinkovic Savic, Vecino, Gila e Hysaj. Quest’ultimi potrebbero aver avuto un giorno di riposo dopo le loro apparizioni con le rispettive nazionali e dovrebbero essere disponibili già da domani, quando il tecnico comincerà a preparare il match contro i liguri.

Immobile

Ancora fermo ai box dopo l’infortunio rimediato nel ritiro con la Nazionale, il numero 17 si sottoporrà ad ulteriori visite strumentali nella giornata di domani. Il capitano biancoceleste spera di esserci domenica ma bisogna vedere come procede il recupero dalla micro lesione al bicipide femorale.

Situazione Infortunati

Si procede dunque con molta attenzione alla vigilia di un tour de force che riproporrà i giocatori delle partite ogni 3 giorni tra Campionato ed Europa League. In caso che prevalga la prevenzione del bomber biancoceleste, Maurizio Sarri potrà contare su Felipe Anderson o Cancellieri. Uno spostamento che porterebbe Pedro insieme a Zaccagni come attaccanti esterni. In difesa rientra Patric che prenderà posto insieme a Romagnoli. Per quanto riguarda Casale si teme uno stop notevole dovuto allo stiramento di primo grado. Lazzari sembrerebbe in orbita per la convocazione di Domenica ma sarà proprio domani che il tecnico tirerà le somme su chi andrà ad affrontare lo Spezia.

Leggi anche:   Immobile, Mancini conferma in conferenza stampa: "Ha voluto provarci, ma non poteva rischiare..."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.