La via indicata da Floccari :” Il 26 Maggio deve stimolarci “

FLOCCARIE’ martedì e in casa Lazio ricomincia la preparazione in vista dei prossimi impegni. A distanza di pochi giorni, esordio stagionale in Europa League e primo derby di campionato. Serviranno concentrazione, grinta e coraggio. Per raccontare come la squadra si sta preparando in vista di questo doppio impegno, ai microfoni di Lazio Style Channel 100.7 è intervenuto Sergio Floccari, di seguito le parole della punta biancoceleste.

Sergio, complimenti per la vittoria di domenica. Giovedi però c’è di nuovo una partita importante… “La vittoria di domenica è stata molto importante, la volevamo a tutti i costi e ci dà fiducia per la partita di Europa League”.

Che partita vi aspettate? “Sappiamo che andremo ad affrontare una squadra tosta con una mentalità vincente, visto che sono tre anni che vince lo scudetto… Il Legia Varsavia verrà a giocarsela a viso aperto e cercherà di fare risultato, e di questo noi siamo contenti, perché potremo sviluppare il nostro gioco più facilmente. Infatti in Europa cambia la mentalità delle squadre che incontri, fase difensiva è meno maniacale (rispetto al campionato italiano) e fino alla fine si prova a fare risultato, si fanno meno calcoli”.

Quanto è stata importante l’esperienza della passata stagione? “Il nostro percorso in Europa è stato positivo, importante. Dovremo far sì che l’esperienza della stagione passata ci serva, abbiamo voglia di migliorarci. L’anno scorso in questa competizione, ovunque siamo andati abbiamo sempre imposto il nostro gioco. Questo è stato bellissimo per noi giocatori, ma credo soprattutto per i nostri tifosi”.

Le altre squadre del girone? “Le squadre turche sono sempre ostiche, hanno molto ritmo e giocare lì è sempre difficile. L’Apollon Limassol giocherà con entusiasmo, non dobbiamo farci assolutamente trovare impreparati. Guai ad essere presuntuosi”.

Il mio gol più bello? “Sicuramente quello più bello l’ho segnato a Maribor, una bella serpentina e tiro sotto al sette. Quello però più emozionante, che non scorderò mai, è quello fatto a tempo scaduto alla Juventus, gol che ci ha poi permesso di vivere una giornata come il 26 maggio, la vittoria eterna!”

Come si stanno inserendo i giovani? “Bene, siamo un gruppo sano e questo favorisce l’inserimento di tutti i nuovi”.

Dove è che la Lazio può migliorare? “Dobbiamo evitare il calo fisico della passata stagione, anche se bisogna dire che è coinciso con tanti infortuni. Penso che questa sia stata la nostra grande sfortuna. La gestione delle partite è un’altra cosa da migliorare, riuscire sempre ad avere in campo un approccio giusto. Non dobbiamo più avere cali di tensione, sia quando siamo in vantaggio sia quando una partita sembra mettersi male”.

Cosa vuoi dire ai tifosi? “So che molti di loro staranno già pensando al derby, ma noi vogliamo far bene giovedì per arrivare al massimo alla partita di domenica. Dobbiamo scordarci le gioie vissute il 26 maggio e usare quella giornata come uno stimolo”.

LALAZIOSIAMONOI