Connect with us

News

La moviola della settimana, con il recupero.

Published

on

La moviola della Serie A

Come da prassi, è arrivata la moviola di Since1900 per la Serie A. Nella nostra lista abbiamo inserito il match tra Pescara e Fiorentina (recupero di Martedì) e manca il match della Roma contro la Fiorentina (posticipo settimanale) in programma questa sera su Sky e Mediaset.

Recupero PESCARA-FIORENTINA (RUSSO) : giusto non concedere calcio di rigore al Pescara perché Tomovic interviene nettamente sul pallone senza commettere fallo su Memushaj; giusto ammonire Biraghi per fallo su Chiesa e giusto ammonire anche Gyomber che tenta di tirare su Chiesa con insofferenza; giusto annullare la rete di Babacar, in fuorigioco al momento della battuta su punizione di Ilicic respinta dal palo.
PESCARA-LAZIO (GIACOMELLI) : giusto annullare la rete di Verre, nettamente in fuorigioco al momento dell’assist di Caprari; può starci il calcio di rigore assegnato al Pescara, perché il gesto di Hoedt che allarga la gamba è negligente atto a fermare Zampano, che sicuramente ne approfitta, regolare l’esecuzione del rigore; regolare la rete di Immobile, perché Parolo si trova in fuorigioco solo geografico perché non disturba il tentativo di parata di Bizzarri, che non sarebbe comunque potuto arrivare sul tiro.
PALERMO-CROTONE (ROCCHI) : giusto il primo giallo mostrato a Crisetig per fallo su Nestorovski; giusto anche il secondo giallo e quindi il rosso per Crisetig.
BOLOGNA-NAPOLI (MASSA) : netto il calcio di rigore assegnato al Bologna per fallo di mano di Callejon, può starci anche il giallo e non il rosso per Callejon perché non sembra che Destro tocchi il pallone prima di testa, regolare l’esecuzione del rigore; giusto il rosso diretto mostrato a Callejon per il calcetto di reazione a Nagy; esagerato il rosso diretto mostrato a Masina per fallo fuori area su Mertens perché Maietta si trova molto vicino e c’e distanza dalla porta, non si può dunque parlare di chiara occasione da rete, bastava il giallo per Masina; ammonito Maietta per fallo su Diawara, ma l’intervento col piede destro non contende il pallone ed è violento su Diawara, quindi Maietta meritava il cartellino rosso diretto.
 MILAN-SAMPDORIA (GUIDA) : inesistente il fallo in attacco fischiato a Muriel, che porta semplicemente avanti il pallone e non commette alcun fallo su Paletta che si frappone fra lui e il pallone, l’addizionale Celi avrebbe potuto aiutare Guida ma non lo ha fatto; giusto non concedere calcio di rigore al Milan sul contatto Silvestre-Bacca, perché Silvestre protegge solo l’uscita di Viviano e lo fa  forzando la spalla, senza allargare il braccio; netto il calcio di rigore assegnato alla Sampdoria per fallo di Paletta su Quagliarella, regolare l’esecuzione del rigore; giusto il primo giallo a Sosa per fallo su Linetty; giusto anche il secondo giallo e quindi il rosso mostrato a Sosa per fallo su Djuricic.
JUVENTUS-INTER (RIZZOLI) : giusto non assegnare calcio di rigore all’Inter sul doppio contatto Chiellini-Icardi e Lichtsteiner-D’Ambrosio, perché sul primo contatto Chiellini ha il vantaggio sul pallone rispetto a Icardi, il quale prova a soprenderlo, ma Chiellini, che resta sempre davanti a Icardi, si fa spazio allargando il braccio per non farlo passare ma lo fa in maniera regolare, poiché trovandosi sempre davanti a Icardi ha diritto ad aumentare il volume del suo corpo, sul secondo contatto invece ci sono più dubbi, ma sembra che, prima della trattenuta vistosa di Lichtsteiner alla maglia di D’Ambrosio, sia proprio quest’ultimo a trattenerea maglia di Lichtsteiner, andava quindi assegnato un calcio di punizione in favore della Juventus; giusto non concedere calcio di rigore all’Inter sul contatto Mandzukic-Icardi, perché l’intervento di Mandzukic è sì molto rischioso, ma corretto, perché arriva pulito a toccare il pallone e la sua gamba destra (che tocca il pallone) non si alza mai, resta ancorata al terreno di gioco, lo stesso Icardi chiede il calcio d’angolo dicendo all’addizionale Mazzoleni “l’ha toccata lui”; giusto non assegnare clacio di rigore alla Juventus sul tocco di mano di Medel, perché è assolutamente involontario; non c’è il fallo fischiato a Perisic su Chiellini, perché si trattengono entrambi e Chiellini accentua notevolmente, l’addizionale Orsato avrebbe potuto aiutare Rizzoli ma non lo ha fatto; inesistente il fallo fischiato a Murillo allo scadere, perché lui, Chiellini e Rugani cadono senza che ci sia però nessun fallo, Rizzoli ha fischiato il classico “fallo di confusione” per togliersi i dubbi, e questo errore ha esasperato il nervosismo dei giocatori dell’Inter, che ha portato al giallo a Mandzukic per proteste, al rosso a Perisic per ingiurie e al pallone calciato via con stizza da Icardi subito dopo il fischio finale
*giallo a Handanovic per proteste
GENOA-SASSUOLO (RUSSO) : manca un calcio di rigore al Sassuolo per la spinta di Laxalt a Berardi, l’addizionale Valeri avrebbe potuto aiutare Russo ma non lo ha fatto; manca un altro calcio di rigore al Sassuolo quando Ragusa salta per prendere il pallone ma gli viene proibito da Gentiletti che invece di saltare si preoccupa soltanto di sbilanciare Ragusa spingendolo col braccio.
ATALANTA-CAGLIARI (GAVILLUCCI) : ammonito Conti per fallo su Capuano, ma l’intervento è compiuto con vigoria sproporzionata, si trattava quindi di grave fallo di gioco e meritava il rosso diretto, sbagliato anche il vantaggio concesso da Gavillucci
CHIEVO-UDINESE (AURELIANO) : manca un calcio di rigore all’Udinese per fallo di Cesar su Zapata, l’addizionale Pairetto avrebbe potuto aiutare Aureliano ma non lo ha fatto; giusto il primo giallo a Cesar per fallo su Zapata; giusto anche il secondo giallo e quindi il rosso a Cesar per fallo su Matos.

 EMPOLI-TORINO (DI BELLO) : giusto il calcio di rigore assegnato al Torino per fallo di Bellusci su Ljajic, regolare l’esecuzione del rigore

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.