Connect with us

News

La Lazio presenta la nuova maglia Away. I giocatori si tingono di un verde Fluo

Published

on

Quest’oggi tramite il profilo ufficiale della Lazio, la società ha presentato la nuova maglia Away. Un verde fluo che ricorda la maglia indossata da Strakosha nelle scorse stagioni.

Ecco cosa scrive il club sul sito ufficiale:

Una scelta cromatica di sicuro impatto quella fatta da S.S.Lazio e Macron, sponsor tecnico del club biancoceleste, per la nuova maglia “Away” che i ragazzi di Simone Inzaghi indosseranno nel corso della prossima stagione.

La maglia “Away” 2020-2021 si presenta in un audace verde fluo con il classico celeste Lazio presente nel bordo in maglieria del collo alla coreana e anche nei polsi delle maniche. La caratteristica grafica di questo kit gara è data dalla banda diagonale, in texture embossata, composta da fini righe tono su tono che compongono lo scudetto della Lazio.

Il backneck è personalizzato con il logo del club su fondo blu navy e il motto NOI L’AMIAMO…E PER LEI COMBATTIAMO. Nel retro sotto al colletto, sempre in blu navy, è stampata la scritta S.S.LAZIO. Sul petto, a destra, in blu e in stampa siliconata, il Macron Hero, logo del brand italiano, a sinistra, lato cuore, la patch siliconata con lo stemma della S.S.Lazio.

88 LazioAway Facebook 1200X620

Gli shorts sono in due versioni: verde fluo con coulisse piatte in blu navy con puntali biancocelesti. I calzettoni sono verde fluo con bordo superiore celeste e al centro una serie di righe orizzontali celesti oppure nella versione celeste Lazio. La maglia ha vestibilità Body Fit, il tessuto principale è Poly Stretch e la presenza di inserti in micromesh rende il capo più leggero e traspirabile.

Le nuova maglia “Away” è in vendita online sui siti ufficiali di Lazio e Macron e da oggi saranno acquistabili presso il Macron Store Roma Nord, Macron Store San Silvestro, i Lazio Style 1900 Official Store.

A caratterizzare i kit della S.S.Lazio, così come i capi tecnici, è la nuova icona dell’azienda leader internazionale nel settore del teamwear, il Macron Hero. Il logo, che rappresenta la figura umana, si ispira alla punta della lancia che per definizione è dinamismo e rapidità. Il Macron Hero simboleggia in modo ancora più efficace la gioia alla fine della sfida. Il raggiungimento di un obiettivo. Fatica, passione e determinazione. La filosofia Macron: “Work hard. Play harder”.

Leggi anche:   Lazio-Bologna | Ciro Immobile: " Gol che pesava tantissimo..."

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Le pagelle biancocelesti di Lazio Bologna

Published

on

La Lazio vince, già questo basterebbe a far venire il sorriso a tutti i supporters laziali, e convince.

I biancocelesti si ritrovano a fronteggiare un Bologna ostico ed organizzato, venuto a Roma certamente nel tentativo di portare a casa dei punti.

I ragazzi di Sarri, in 10 per 45 minuti, rimontano la partita con grinta e caparbietà, facendo esplodere di gioia un Olimpico rovente.

LE PAGELLE:

LAZIO Maximiano 4; Lazzari 7.5 (83′ Hysaj), Patric 6, Romagnoli 6.5, Marusic 6; Milinkovic 7 (83′ Vecino 6), Cataldi 6 (65′ Luis Alberto 6.5), Basic S.V. (8′ Provedel 6.5); Felipe Anderson 5.5 (83′ Cancellieri 6.5), Immobile 7, Zaccagni 6

Leggi anche:   Biglietti Sampdoria-Lazio: il comunicato della Lazio
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Coragem Luís!

Published

on

luis maximiano

È stato un esordio difficile quello di Luís Maximiano, durato soltanto 7 minuti. L’errore di andare a prendere la palla fuori dall’area di rigore usando le mani gli è costato il cartellino rosso. C’era tanta attesa per il suo esordio in Serie A, nonostante le molteplici amichevoli giocate nella pre-season biancoceleste. Dopo nemmeno 10 minuti Sarri è stato costretto a togliere Basic per far entrare in campo il sostituto del portoghese, l’ex Empoli Ivan Provedel, che con un ottima prestazione ha incantato l’Olimpico.

Sui social Luìs è stato notevolmente deriso dai tifosi biancocelesti e non. Il grave sbaglio, che ha lasciato la Lazio con un giocatore in meno, sembrerebbe cancellare ciò che di buono ha fatto nella scorsa stagione con il Granada. Abbiamo parlato con alcuni giornalisti spagnoli, e di lui ci hanno parlato davvero molto bene. Ma basterebbe soltanto riguardare qualche partita dei Rojiblancos per capire di che stazza è fatto il portoghese.

Gli insulti quindi sono inutili. Ridere e incazzarsi ci sta, senza dubbio, ma non bisogna mai superare il limite. Avrà modo di rifarsi davanti al suo pubblico. D’altronde quando è arrivato a Roma le aspettative erano tante. La voglia di rivederlo tra i pali ora è ancora più forte.

Coragem Luís! Una giornata storta può capitare a tutti.

Leggi anche:   Le pagelle biancocelesti di Lazio Bologna
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio – Bologna, le parole di Sarri in conferenza stampa

Published

on

sarri acerbi

La Lazio porta a casa i primi tre punti della stagione con una vittoria di misura contro il Bologna. Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Sarri nella conferenza stampa post-partita:

“La partita è stata difficile, sembrava una di quelle gare dove ogni episodio ti va contro. La mia preoccupazione era giocare tutta la partita con questo clima. Sono soddisfatto di come la squadra ha tenuto a livello fisico, ma anche dell’aspetto tattico e caratteriale. Siamo riusciti a ribaltare la gara al primo momento utile. 

Ho protestato per tutta la partita ed anche giustamente. Non entro nel merito degli episodi ma la conduzione della gara non mi è piaciuta. 

Prima pagina Gazzetta? Basta non leggere i giornali, io non me ne ero accorto. 

Gli ingressi sono stati tutti di alto livello. Provedel è entrato benissimo, Luis Alberto si è messo in un ruolo che non è suo e si è messo davanti la difesa e lo ha fatto molto bene. Hysaj l’ho visto in grande crescita, Vecino bene ma so che può fare ancora di più. Cancellieri mi ha sorpreso davvero tanto. 

Cancellieri sta facendo un percorso per fare anche un altro ruolo, ora non possiamo chiedergli tutto e subito. Se entra come oggi può fare benissimo l’attaccante centrale. A livello di movimenti ha un ottimo attacco della profondità innato. Vediamo e poi decidiamo se farà l’esterno o il centravanti. 

Lo scorso anno nella classifica dei ribaltamenti del risultato siamo stati una delle squadre migliori. Poi un carattere come quello di oggi l’ho visto raramente. Ora vediamo sulla continuità se siamo leoni oggi e domani torniamo gatti. 

Romagnoli ha chiuso la gara con un po’ di affaticamento ed era normale. A me piace perché è intelligente, ha delle letture importanti e questo sopperisce ad una piccola mancanza di velocità. Per me diventerà un punto di riferimento di questa difesa. 

È inutile parlare con Maximiano in questo momento, appena siamo entrati nello spogliatoio ha chiesto scusa a tutti. È un errore e ci può stare, dobbiamo accettarlo. Le scelte future non si baseranno su un singolo errore”. 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design