Una vittoria, una sconfitta ed un pareggio, in tre giornate la squadra di Inzaghi non ha ancora trovato la sua forma e la sua costanza. Una gara dal punto di vista tattico lento e prevedibile, forse dovuta al caldo o dalle pressioni nello spogliatoio o semplicemente una partita dove i giocatori in campo non sono scesi con la giusta mentalità.

Il tecnico biancoceleste al termine del match contro il Chievo Verona ha rilasciato il suo pensiero ai microfoni laziali:

“Non avevamo rischiato quasi nulla poi abbiamo rischiato in due o tre circostanze e mi dispiace. Con la reazione della squadra è arrivato il pareggio, con un pizzico di convinzione in più forse potevamo vincere la gara.

Come in tutte le partite, i ragazzi subentrati sono andati bene, dobbiamo cercare di crescere, siamo all’inizio, abbiamo fatto tre gare buone. Dobbiamo cercare di migliorare e da domani penseremo alla gara contro il Pescara.

Penso che il caldo e l’afa abbia influito tanto, ma c’era per noi e c’era anche per il Chievo, così come il campo in condizioni non molto idonee. Le condizioni, però, sono così per tutte e due le squadra.

Bastos e de Vrij hanno fatto bene, ma dobbiamo lavorare sulle palle inattive. In settimana ci metteremo sotto.

Il Pescara è una squadra organizzata molto ben allenata da Massimo Oddo, un allenatore bravo con moltissime idee.

Gli aspetti positivi, pochi, ma la reazione è un aspetto. Poteva complicarsi, invece non abbiamo mollato, serviva più cattiveria.

Oggi i calci piazzati sono stati il vero tallone di Achille per noi, e questo è un punto assolutamente negativo.

Ora cercheremo di recuperare da questa trasferta e poi penseremo al Pescara”.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%

Di Redazione

La Redazione è composta da giovani volontari che vogliono informare gli utenti con informazioni sane e veritiere. Il progetto di Since1900 nasce nel lontano 2008 con lo scopo di aprire un sito affidabile senza scopo di Lucro. Le notizie che troverete sul nostro sito hanno fonti attendibili.