Inter, Arsenal e Liverpool su Keita che intanto parla di Lazio…

Ss-Lazio-Keita-migliore-campo-cagliari-radu-manchester-united7 partite e 277 minuti giocati, un misero bottino per chi ad inizio stagione  doveva essere uno degli uomini cardine della Lazio targata Pioli. Stiamo parlando del diciannovenne Keita Balde Diao, da inizio stagione vero e proprio enigma biancoceleste. Se nell’ultima parte della stagione 2013/2014 il talentino ex Barça aveva incantato e convinto tutti a suon di gol e giocate, quest’anno Keita trova poco spazio nell’undici titolare e le voci di un possibile addio non si sono fatte attendere. Con un Candreva che resta fuori solo se costretto da problemi fisici, uno Stefano Mauri ancora ad ottimi livelli che trascina con esperienza e gol la squadra e la definitva esplosione di Felipe Anderson, i minuti che servirebbero al ragazzo per entrare in ritmo e riprendere da dove si era fermato la scorsa stagione, non ci sono.
Quindi, con questo povero minutaggio, chi è interessato al classe ’95 laziale si è affacciato alla finestra ad osservare la situazione.
Arsenal e Liverpool sembrano, tra le squadre estere, quelle maggiormente interessate al ragazzo anche se Lotito se lo tiene stretto, o quasi. Il prezzo fissato dalla società infatti è alto, 20 milioni e davanti a queste cifre anche i top club si fermano a riflettere. Inoltre, un eventuale trasferimento all’estero si potrebbe concretizzare più verosimilmente con l’arrivo del passaporto spagnolo.
In Italia invece, a fargli la corte è l’Inter di Mancini che ne tesseva le lodi già quando il folletto senegalese faceva impazzire gli avversari nella cantera “blaugrana”. Thoir però non ha così tanta liquidità da versare nelle casse del collega romano e che quindi potrebbe solamente intavolare una trattativa di prestito con obbligo di riscatto prestabilito.

Intanto però, il calciatore è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio in occasione del Lazio Xmas Camp: “E’ una maglia che mi ha dato tanto, mi ha fatto crescere, non posso che esserne grato. Ci auguriamo un anno pieno di successi”.

Il calciomercato deve ancora iniziare ufficialmente, sperando che non si chiuda con un addio che nessun tifoso biancoceleste si augura.