Connect with us

News

Ieri sera la presentazione ufficiale della Lazio ad Auronzo di Cadore

Published

on

rosa
Ieri sera nel Palaroller di Auronzo di Cadore, strapieno per l’occasione, è stata presentata la nuova rosa biancoceleste 2015/2016. Da Klose a de Vrij, da Felipe Anderson a Candreva, fino ad Hoedt e Morrison, acclamatissimi dal popolo biancoceleste e pronti ad iniziare la loro prima stagione con la Lazio.

Alle 21.15 ha inizio la serata. Sul palco del Palaroller risuonano le note di “Vola Lazio Vola”, poco dopo fa il suo ingresso Juan Bernabè accompagnato dalla sua fedele compagna, l’aquila Olympia.

Poco dopo inizia la passerella iniziale dedicata ai portieri: Etrit Berisha, Luca Borrelli, Guido Guerrieri e Federico Marchetti fanno il loro sul palco. Poco dopo è il turno della difensa: Dusan Basta è il primo a salire sul palco, lo seguono Edson Braafheid, Santiago Gentiletti, Stefan de Vrij, Abdoulay Konko, Patric, Wesley Hoedt, Mauricio, Franjo Prce, Stefan Radu e Moustapha Seck. Entra poi il centrocampo: il primo è Felipe Anderson, accolto da un boato. Immediatamente dopo, Antonio Candreva, Danilo Cataldi, Luca Crecco, Enrico Zampa, Chris Oikonomidis, Ravel Morrison, Alessandro Murgia, Senad Lulic e Marco Parolo. Arrivano poi gli attaccanti: Filip Djordjevic, Keita, Miroslav Klose, Simone Palombi e Brayan Perea fanno il loro ingresso sul palco. Infine arriva tutto lo staff biancoceleste, capitanato da mister Stefano Pioli.

Interviene, poi, il sindaco di Auronzo di Cadore, Daniela Larese Filon, che dice: “Benvenuti ad Auronzo. Un saluto particolare ai giocatori e a coloro che seguono la squadra. Complimenti da parte mia e dall’amministrazione per i risultati ottenuti l’anno scorso. È un onore e un piacere avere il paese pieno della vostra allegria. È veramente una grande gioia”. Subito dopo parla Giovanni Lozza, presidente Cs Auronzo: “Calcare la stessa erba di questi campioni per noi è un prestigio. Un ringraziamento alla Lazio per la disponibilità e a tutto lo staff. Speriamo il prossimo anno di riuscire a fare un gol”. Poi è il turno di Roberto Troisi, Media Sport Event: “Grazie per essere qui, le trattative vanno avanti, qui ci troviamo benissimo. Stiamo facendo di tutto per tornare qui, i tifosi mi chiedono se il prossimo anno si torna. Io dico di sì, perché questa è la casa dei laziali e negli anni abbiamo avuto grandi risultati. Forza Lazio!”.

Arriva anche il momento di parlare per tecnico biancoceleste, Stefano Pioli:“Buonasera a tutti, ringrazio tutte le persone che ci aiutano per lavorare al massimo. Abbiamo una stagione importante davanti a noi, speriamo sia il più esaltante possibile”. Il microfono poi passa ad Enrico Lotito, figlio del patron laziale, che dice: “Sono contento che siate così numerosi, vi porgo i saluti del presidente che non è potuto essere qui per motivi di lavoro. Vi invito ad aiutare la squadra, i ragazzi hanno sudato e potranno giocare una competizione importante come la Champions. Ci sono elementi nuovi che devono ancora ambientarsi e per farlo devono avere tutto il vostro sostegno. Forza Lazio”.  Poco dopo parla anche il team manager, Maurizio Manzini: “Mi sono chiesto cosa posso raccontare di nuovo? Poi ho pensato che questa non è una cosa istituzionale, ma un incontro tra amici. Mi dispiace che quest’anno il nostro soggiorno nella nostra “Roma sulle Dolomiti” sarà breve. Però da una parte siamo contenti perché è breve perché dobbiamo andare in Cina per la Supercoppa, un prestigioso trofeo che è il frutto di una grande stagione. Vi ringrazio per il calore, l’entusiasmo è quello che ci date. Spero di rivederci qui il prossimo anno e alla faccia della scaramanzia dico che sono certo che saremo qui il prossimo anno a festeggiare qualcosa di importante”.

Infine tutta la squadra si esibisce in un coro sulle note di “Sò già du’ ore”, con il mister Pioli scatenato. Il tecnico emiliano si improvvisa anche capopopolo: numerosi i cori a cui partecipa il tecnico laziale, tra cui anche l’immancabile: “Chi non salta della Roma è!”.

Alle 22 si chiude la serata e i giocatori rientrano a poco a poco in Hotel.

Fonte: La Lazio Siamo Noi

 

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement