Connect with us

News

Ibra vuole il Bologna, Luciano Moggi lancia la bomba di mercato

Published

on

Fuori dal calcio torna a parlare Luciano Moggi sulla situazione di Ibrahimovic. Lo svedese ha espressamente dichiarato che il suo ritorno in Italia è quasi imminente. Le squadre più quotate sono Milan ed Inter visti i trascorsi ed una frase che può contenere l’indizio. Ma anche il Napoli aveva chiesto informazioni al giocatore nonostante il periodo nero di questa stagione.

C’è però una squadra non messa negli atti: Il Bologna di Sinisa Mihajlovic. Secondo Moggi infatti, lo svedese vorrebbe ripagare l’amicizia con il serbo e vorrebbe proprio andare nei rossoblu anche se la moglie vuole tornare a Milano. Ecco l’intervista di Luciano Moggi ai microfoni bianconeri:

Quando Dybala sostituisce Higuain o Higuain Dybala è come demotivare tutti e due. Innesti a gennaio? Non servono rinforzi, serve disporre la squadra nel migliore dei modi cosa che non è successa fino ad ora. Ad esempio Bentancur che fa il centrocampista, non so se l’avete visto col Sassuolo, o va in orizzontale con la palla o la palla all’indietro. E comunque è stato uno dei migliori. Il problema è che poi gli attaccanti non segnano perché non gli arrivano i palloni giusti”.

Ibra andrà al Bologna? “Io penso che vada o al Milan o al Bologna, ma ci sono due cose in contrasto. La moglie vorrebbe andare a Milano, lui vorrebbe premiare l’amicizia che ha con Mihajlovic e andare a Bologna”.

Un giudizio su Marotta e Agnelli: “Confrontare Marotta con Agnelli mi sembra un po’ troppo. Agnelli è il proprietario e presidente di una squadra, Marotta era un dipendente che faceva quello che gli diceva il presidente e dava anche consigli giusti. Io credo che abbia fatto bene finché è rimasto alla Juve”.

Cobolli Gigli? “Passiamo a un’altra domanda… Le sue parole su Paratici? Io vorrei sapere come si fa a mettere uno come Cobolli presidente della Juventus. È passato dai Grandi Magazzini alla Juventus e il passo è troppo grande. Cobolli Gigli e l’avvocato Zaccone hanno accettato la Serie B, purtroppo per loro la sentenza del processo ha detto che il campionato era regolare”.

Su Inter e Juventus contro Roma e Lazio: “C’è una differenza sostanziale tra l’Inter di adesso e la Juventus di adesso. L’Inter deve giocare sempre bene, ha due attaccanti buoni, mentre la Juventus vince anche giocando male perché ha almeno cinque giocatori che possono fare gol, tolta la sfida contro il Sassuolo. Credo che sia per questo che alla fine la Juventus prevarrà con la squadra che alla fine era quella di Allegri”.

Sulle parole di Chiellini sul Pallone d’Oro: “Più che il Real penso siano i giornalisti, non c’entra il Real Madrid. I giornalisti hanno hanno delle simpatie particolari. Io quest’anno l’avrei dato a Van Dijk”.

Pogba di ritorno alla Juventus? “A me i cavalli di ritorno non sono mai piaciuti, ma ovviamente Pogba non farebbe scomodo alla Juventus. Penso che potrebbe essere molto ma molto utile”.

Tridente contro la Lazio? “Si potrebbe ipotizzare se ci fosse un centrocampo all’altezza della situazione che al momento non c’è. Il compito del trequartista alla Juve qual è? Io ancora non l’ho capito. Una volta Bentancur, una volta Bernardeschi… mi sembra che siano ruoli ricoperti molto male, credo che sia d’obbligo aggiustare il centrocampo perché aiuta gli attaccanti a fare gol”.

Allegri va al Napoli l’anno prossimo? “Non credo. Io penso che possa essere riconfermato Ancelotti che fa tutto quello che gli dice il presidente e poi ne paga le conseguenze, come sta facendo adesso. C’è confusione e non c’è unità d’intenti”

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.