Gli Irriducibili lasciano. Spazio agli Ultras Lazio

Per chi frequenta lo stadio da tempo sa benissimo chi sono gli Irriducibili, e cosa rappresentano per il mondo Lazio.
Sanno benissimo cosa hanno fatto per 30 lunghi anni, da quel lontano 1987 fino ad arrivare ad oggi.
Coreografie, cortei, e molto altro hanno reso il gruppo uno dei più stimati a livello nazionale e europeo. Molte anche le critiche che il gruppo ha saputo però gestire e far scivolare alle spalle.
Nel comunicato apparso oggi sui profili ufficiali, spiegano i vari motivi che hanno spinto il gruppo a sciogliersi, in primis la perdita di Fabrizio, meglio conosciuto con l’appellativo di Diabolik.
Il gruppo pero non abbandona la nave, anzi è pronta a sostenerla ancora più forte. Da sabato infatti non ci saranno più gli irriducibili, ma soltanto gli Ultras Lazio.

Leggi anche:   Gravina avverte: " Il calcio italiano è a rischio. Stiamo lavorando con il governo"

Di seguito il comunicato