Le eurorivali della Lazio

La nostra cara Lazio nell’ultima giornata di campionato ha pareggiato 1-1 in casa con il Palermo. Le altre squadre che affronterà in Europa, invece, come sono andate nei loro rispettivi campionati? Analizziamo i risultati e la situazione delle eurorivali dei biancocelesti in Europa League nel Gruppo G.

Partiamo dal Rosenborg: la squadra bianconera ha ormai già da tempo terminato il suo campionato e per la 23° volta si è laureata campione di Norvegia. La stagione calcistica nel paese scandinavo, infatti, comincia a luglio e il Rosenborg proprio per questo motivo è apparso fuori condizione nelle partite di EL. La sua situazione non è quindi delle migliori e a meno di clamorose sorprese la squadra di Trondheim sarà sicuramente la prima eliminata del girone. Il prossimo avversario in Europa sarà il Saint-Etienne.

Leggi anche:   Serie A al via, come sarà il "nuovo" calendario

index
Passiamo poi al Dnipro: nell’ultima giornata del campionato ucraino la squadra di Dnipropetrovsk ha pareggiato per 0-0 in casa dell’Odessa, penultima in classifica. Un punto che serve a confermare il 3° posto in classifica a pari merito con lo Zarya. Shakhtar Donetsk e Dinamo Kiev sembrano ormai troppo lontane e la squadra biancoblù dovrà accontentarsi ormai della terza piazza, senza poter più puntare alla vittoria del campionato. In Europa, invece, c’è ancora qualche speranza per i prossimi avversari della Lazio che ora come ora hanno quattro punti in classifica. L’ allenatore avrà la squadra al completo e scenderà in campo con la miglior formazione disponibile contro i biancocelesti.

Leggi anche:   Stefano De Martino: " La società non si è espressa per interessi personali"

Per ultimo analizziamo il Saint-Etienne: i francesi sono reduci dalla seconda sconfitta consecutiva, questa volta  per mano dell’ Olympique Marsiglia. Ennesima sconfitta, quindi, questa volta per 2-0. Con questa serie di risultati negativi il Saint Etienne scende al 7° posto in classifica e viene scavalcato dal Monaco. In Europa League, invece, la squadra biancoverde è seconda proprio dietro la Lazio. Sono solo tre i punti che separano i francesi dai biancocelesti e se la squadra capitolina non dovesse vincere il Saint-Etienne potrebbe raggiungere la Lazio in vetta. Lo scontro contro il Rosenborg, infatti, sembra una pura formalità, visto che i norvegesi sono ormai fuori dai giochi.

Leggi anche:   Stadi Aperti? Ecco la possibilità di Ricciardi (OMS)