Giordano: Lazzari l’unico che si salva della campagna acquisti scorsa

È intervenuto questa mattina in radio, Bruno Giordano, che ha commentato il mercato della serie a e non solo.

Il campionato di Serie A è il più difficile del mondo?
“E’ complicato, perché c’è tanto tatticismo. Se è il più bello e forte non lo so, c’è tanto tatticismo che forse danneggia il talento e lo spettacolo. Di sicuro è molto complicato”.

Il livello dei giocatori stranieri si è abbassato?
“Una volta erano molto bravi gli stranieri che venivano in Italia. Ho giocato con Maradona, Careca, erano pochi in ogni squadra ma che facevano la differenza. I veri campioni erano in Italia. Tra gli anni ’80 e ’90 son ostati campionati eccezionali, anche con stranieri di ottimi livello. Adesso ce ne sono ma sono arrivati a fine carriera”.

Leggi anche:   Sampdoria - Lazio, Audero in smartworking con una Lazio inesistente

Tare, nuovo premio per il ds della Lazio:
“Gli acquisti fatti la scorsa stagione sono mancati, tranne Lazzari. Ci sono parecchi giocatori che non hanno reso. Ha fatto dei buoni risultati con i biancocelesti. Quali giocatori ha venduto bene? Li ha tenuti tanti perché non hanno mercato. Sartori ha fatto un lavoro migliore lo scorso anno”.

Pochi investimenti quest’anno:
“Non ci sono le capacità economiche, ma mi sembra che piano piano il livello del campionato sta risalendo”. 

Leggi anche:   Lazio-Borussia Dortmund, fischietto francese ed un precedente

Quale allenatore italiano tra Spalletti, Allegri e Sarri, vedrebbe per prima di ritorno in Serie A?
“Vergognoso quello che stanno facendo a Fonseca, perché ogni giorno tirano fuori un allenatore diverso che deve sostituirlo. Detto ciò dico Allegri, che è il numero uno”.

Chi però sceglierebbe per la Roma tra Allegri e Sarri?
“Per me Allegri è superiore a tutti. Ma merita una rosa importante. La Roma però lo scorso anno non poteva fare di più di quello che poteva fare. E invece Fonseca è bistrattato”.

Seguici su Facebook!